Mondiali di ciclismo 2014, la guida completa

Mondiali di ciclismo 2014 a Ponferrada

Nove anni dopo Madrid i Mondiali di ciclismo tornano in Spagna. Stavolta saremo a Ponferrada, una città di circa 70.000 abitanti in Castiglia Leon. Il cammino di Ponferrada verso i Mondiali è stato quanto mai tormentato. I problemi economici hanno messo in dubbio lo svolgimento della rassegna dopo l’assegnazione da parte dell’Uci. Ma ora che tutto è ormai pronto per goderci questa settimana di Mondiali con 12 titoli da assegnare ecco la nostra guida, che arricchiremo di nuovi contenuti avvicinandoci all’evento, per sapere tutto quello che serve.

Mondiali di ciclismo 2014 – Il programma

Sarà lo stesso programma di Firenze, con le cronosquadre in apertura per domenica 21, poi le crono individuali, un giorno di pausa e il via alla tre giorni di gare in linea con il clou dei professionisti per domenica 28. Le gare saranno tutte trasmesse in diretta su Rai sport 2.

Domenica 21 settembre – Cronosquadre donne – 10 – 11.25

Domenica 21 settembre – Cronosquadre uomini – 14 – 17.05

Lunedì 22 settembre – Crono juniores donne – 10 – 11.30

Lunedì 22 settembre – Crono U23 uomini – 14 – 16.35

Martedì 23 settembre – Crono junior uomini – 10 – 12.40

Martedì 23 settembre – Crono elite donne – 14.30 – 16.45

Mercoledì 24 settembre – Crono elite uomini – 13.30 – 17

Venerdì 26 settembre – In linea juniores donne – 9 – 11.10

Venerdì 26 settembre – In linea U23 uomini – 13 – 17.40

Sabato 27 settembre – In linea juniores uomini – 9 – 12.15

Sabato 27 settembre – In linea elite donne – 14 – 17.20

Domenica 28 settembre – In linea elite uomini – 10 – 16.35

Mondiali ciclismo 2014 – Il circuito

Mondiali di ciclismo 2014, il circuito di Ponferrada
Mondiali di ciclismo 2014, il circuito di Ponferrada

Il circuito sul quale si correranno tutte le prove in linea è molto veloce, ma non piatto. La novità è un ritorno al passato: niente tratti iniziali in linea, le gare saranno corse interamente nel circuito, come avveniva fino al 2009. Il circuito è lungo, 18.2 km, e sarà percorso dai professionisti per 14 volte. Le salite sono due, la prima, Confederacion, è abbastanza lunga, ma molto facile. I dati ufficiali parlano di una lunghezza di 5 km, anche se l’ultimo è praticamente pianeggiante. I primi 3 km sono la parte di salita un po’ più dura, con una pendenza media sul 4.5% e massima sull’8%. Dopo la discesa si arriverà alla salita di Mirador, 1.1 km al 5.5%, una salita più corta, un po’ più dura, ma comunque veloce. Da qui mancheranno poco più di 4 km di discesa e pianura per andare all’arrivo e prendersi la maglia iridata. E’ un circuito molto veloce, sul quale non è facile fare la differenza. Secondo noi per i professionisti la soluzione più pronosticabile è un arrivo allo sprint una trentina di corridori: un uomo come Gerrans ci sarà e sarà tra i grandi favoriti, vedremo se tra i velocisti più o meno puri come Bouhanni, Degenkolb, Kristoff, Matthews, qualcuno riuscirà a superare le salite ed andare a sprintare per la maglia iridata.

Mondiali ciclismo 2014 – I professionisti, le squadre.

La nostra presentazione delle selezioni nazionali, con le strategie, i favoriti e le possibili sorprese.

I preselezionati azzurri.

Italia, gli undici per i Mondiali.

Italia, Mondiale di dubbi.

Mondiali ciclismo 2014, le interviste

Fabian Cancellara: “Regole ingiuste”.

Voci da Ponferrada.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *