Mondiali 2014, le corse in linea

Da venerdì a sabato sono cinque i titoli in palio per le corse in linea ai Mondiali 2014 di Ponferrada. Ecco la presentazione delle corse.

Mondiali 2014, il percorso delle juniores
Mondiali 2014, il percorso delle juniores

Venerdì 26 settembre: Corsa in linea juniores femminile – Con le ragazze juniores inizia il programma delle corse in linea e si cominciano a scoprire le caratteristiche del percorso di Ponferrada. Contrariamente agli ultimi anni tutte le corse in linea si disputeranno interamente nello stesso circuito, senza tratti iniziali in linea. Le juniores percorreranno quattro giri per 72.8 km.

TV – Diretta su Rai sport2 alle ore 8.50

Le azzurre

Sofia Bertizzolo (A.S.D. Breganze Millenum)
Sofia Beggin (A.S.D. Breganze Millenum)
Nicole Nesti (Piemonte In Rosa – Gsfiorin Asd)
Katia Ragusa (Estado De Mexico – Eurotarget)
Sara Wackermann (Valcar Pbm).

Starting list

Mondiali 2014, il percorso degli Under 23
Mondiali 2014, il percorso degli Under 23

Venerdì 26 settembre: Corsa in linea Under 23 maschile – E’ la gara che più si avvicina a quella dei pro per livello ed anche per questo sarà interessante seguirla con attenzione per ricavare impressioni utili in vista della corsa di domenica. Si percorreranno dieci giri del circuito per 182 km. Il circuito prevede due salite, una di circa 5 km al 3% di media, e uno strappo di un km al 5.5%. Cominceremo a capire quanta selezione potranno fare. Tra i corridori più forti gli australiani Ewan e Power, il tedesco Herklotz, il belga Teuns, i francesi Boudat e Latour, il colombiano Lopez, l’olandese Mathieu Van der Poel, lo sloveno Pibernik, il sudafricano Meintjies.

TV – Diretta su Rai sport 2 dalle 12.50

Gli azzurri

Luca Chirico (Mg Kvis Wilier Trevigiani Norda)
Iuri Filosi( Team Colpack, nella foto)
Davide Martinelli (Team Colpack)
Gianni Moscon (Zalf Euromobil désirée Fior)
Federico Zurlo (Zalf Euromobil désirée Fior).

“Abbiamo fatto due giri, il primo ad andatura tranquilla, il secondo con qualche progressione in più” spiega Luca Chirico dopo l’allenamento della vigilia “E’ un tracciato che mi piace, selettivo al punto giusto. Nel finale immagino un gruppetto che scollina in vantaggio e si gioca il mondiale, una situazione che credo possa andarmi a genio”.

Chirico è sempre stato fiducioso di poter essere uno dei cinque titolari, anche se nelle ultime corse di osservazione è stato limitato da una indisposizione: “Quando siamo scesi dal ritiro azzurro al Sestriere ho trascorso due giorni con la febbre e qualche difficoltà respiratoria, infatti all’Agostoni e alla Tre Valli non sono andato come volevo. Poi mi sono ristabilito e a Prato ho fatto una bella gara, sono arrivato nei primi venti. Ora sto bene e ho il morale a mille, voglio disputare un bel mondiale. Per me, per l’Italia, per il mio team e per tutti coloro che mi danno forza con il loro incitamento”

Starting list

Mondiali 2014, il percorso degli juniores
Mondiali 2014, il percorso degli juniores

Sabato 27 settembre: Corsa in linea juniores maschile – Gli juniores dovranno percorrere sette giri del circuito di Ponferrada per 127 km. Sarà una corsa aperta e di difficile pronostico, come sempre per questa categoria. Ma più che un risultato per gli juniores sarà importante portare via da Ponferrada un’esperienza costruttiva su cui impostare il futuro.

TV – Diretta su Rai sport2 dalle 8.50.

Gli azzurri

Edoardo Affini (Gcd Contri Autozai)
Vincenzo Albanese (G.S. Stabbia Ciclismo)
Nicola Conci (U.C.Giorgione Abici Trentino)
Lorenzo Fortunato (Work Service San Lazzaro)
Rocco Fuggiano (Gulp Pool Val Vibrata)
Filippo Ganna (Aspiratori Otelli Castaneseverbania)
Riccardo Verza (Gcd Contri Autozai)

Starting list

Mondiali 2014, il percorso della gara femminile
Mondiali 2014, il percorso della gara femminile

Sabato 27 settembre: Corsa in linea elite femminile – Italia contro Olanda, come nelle ultime edizioni. Il tema della corsa femminile sembra sempre quello, con l’Olanda che però arriva ammaccata dopo la caduta di Van der Breggen e Van Vleuten nella cronosquadre. Entrambe le atlete, che sarebbero state due punti di forza della squadra, non potranno essere al via. Marianne Vos, iridata nelle ultime due edizioni, non sembra al massimo della forma, ma è una fuoriclasse e può fare comunque di tutto. L’esperienza di Bronzini e Guderzo, e la vitalità della nuova generazione, Ratto, Longo Borghini, Zorzi e Cecchini, ci assicura una squadra di grande qualità e pronta ad attaccare ma anche a giocarsi la carta di uno sprint ristretto. Attenzione poi alle americane con Stevens e la velocista Olds, alla svedese Johansson, alla britannica Armitstead, alla francese Ferrand Prevot.

La corsa sarà sulla stessa distanza dei ragazzi juniores, sette giri del percorso per 127 km.

TV – Diretta su Rai sport2 dalle 13.50.

Le azzurre

Giorgia Bronzini (Forestale/Wiggle Honda)
Elena Cecchini (Fiamme Azzurre/Estado De Mexico-Faren)
Tatiana Guderzo (Fiamme Azzurre/Alé Cipollini)
Elisa Longo Borghini (Hitec Products Uck)
Rossella Ratto (Estado De Mexico-Faren)
Valentina Scandolara (Esercito/Orica Ais)
Susanna Zorzi (Astana Bepink Women Team)

Ratto: “Sarà una gara difficile, sia per il tracciato impegnativo che per la qualità delle avversarie. Sto bene e spero di essere davanti al momento giusto”.

Cecchini: “Sono rimasta due settimane in altura, a Sanpellegrino, e adesso posso dire di avere una buona condizione. Cercherò di ottenere un buon risultato e di onorare al meglio la maglia azzurra”.

Starting list

Mondiali 2014, il percorso dei professionisti
Mondiali 2014, il percorso dei professionisti

Domenica 28 settembre: Corsa in linea elite maschile – La corsa più attesa, quella che decreterà il successore di Rui Costa. Si correrà sulla distanza di 14 giri per 254 km. Il dislivello è di circa 4000 metri, molto alto, ma le pendenze sono sempre molto limitate e alla fine potrebbe uscire una corsa poco selettiva. Il nostro favorito è l’australiano Simon Gerrans, forte anche di una squadra con un’alternativa veloce come Matthews e uomini squadra come Evans, Dennis e Hansen. Altri uomini molto veloci si giocheranno le loro chance di tenere duro sulle salite ed arrivare a sprintare: ci riferiamo prima di tutto a Degenkolb, ma anche a Kristoff, Swift e Bouhanni, e magari anche Mezgec e Breschel. Queste squadre, soprattutto Australia, Germania e Gran Bretagna, sono quelle che ci aspettiamo a gestire e chiudere la corsa. Sagan e Cancellara saranno quasi senza squadra, due gregari a testa, ma restano tra i candidati più forti: un colpo possono metterlo a segno. La Spagna (in teoria) correrà per Valverde, che avrà bisogno di eliminare i velocisti veri con una corsa tirata. Il campione uscente, il portoghese Rui Costa, i belgi Van Avermaet e Gilbert, l’olandese Dumoulin, il francese Gallopin, il polacco Kwiatkowski, l’irlandese Martin sono tra i corridori che possono far saltare il banco, portare via un gruppetto nel finale e tagliare fuori i velocisti. E l’Italia? Non abbiamo molte chance, con un Nibali che non sembra in buone condizioni e una squadra in cui il giovane Colbrelli sarà l’uomo più veloce da preservare per il finale. Ma con uomini come Visconti, Giampaolo e Damiano Caruso possiamo cercare l’occasione per una corsa da protagonisti.

TV – In diretta su Rai sport 2 dalle 9.15 e su Rai Tre dalle 15.

Gli azzurri

Fabio Aru (Astana)
Daniele Bennati (Tinkoff-Saxo)
Damiano Caruso (Cannondale Cycling Team)
Giampaolo Caruso (Team Katusha)
Sonny Colbrelli (Bardiani Csf)
Alessandro De Marchi (Cannondale Cycling Team)
Vincenzo Nibali (Astana)
Manuel Quinziato (Bmc Racing Team)
Giovanni Visconti (Movistar Team)

Starting list.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.