Vuelta 2014, Fabio Aru a Monte Castrove

All’interno classifiche, video e 4 interviste – Un’altra firma di Fabio Aru sulle montagne della Vuelta 2014. Il talento sardo della Astana ha conquistato l’arrivo in salita di Monte Castrove battendo in uno sprint a due Chris Froome. Una manciata di secondi più dietro Valverde, Rodriguez e Contador in un ordine d’arrivo davvero regale che dà straordinario valore alla vittoria di Aru.

E’ stata un’altra tappa veloce e con un avvio combattutissimo. Non un tappone di montagna, ma con due scalate negli ultimi 30 km alla salita di seconda categoria di Monte Castrove, un’occasione per corridori esplosivi come Valverde e Rodriguez per mettersi in una posizione migliore in vista della tappa di sabato ad Ancares.

Dopo una battaglia durata diverse decine di km sono riusciti ad evadere Luis Leon Sanchez (Caja Rural), Dupont (AG2R) e Le Bon (FDJ). Ma il gruppo non ha dato grande spazio, con la Movistar impegnata a tenere il ritmo. Sanchez è comunque stato molto caparbio nell’andare a cercare i punti del Gpm al primo passaggio di Monte Castrove, lasciando ben presto i due compagni d’avventura per rinsaldare la sua maglia a pois. Poi la Sky ha tenuto chiusa la corsa fino agli ultimi km, riprendendo Sanchez e portando il gruppo ai piedi della scalata finale. Katusha e a sorpresa Cofidis sono state le protagoniste dell’inizio salita. Le Mevel (Cofidis) è stato il primo ad attaccare, poi la Katusha ha dato una prima tirata che ha ridotto il gruppo ai soli uomini di alta classifica, finchè Coppel (Cofidis) ha cercato l’attacco solitario. Ma la svolta l’ha data Fabio Aru (Astana) attaccando a 4 km dall’arrivo. E come sempre il giovane sardo è andato fino in fondo con lucidità, forza e personalità.

Froome all'inseguimento di Fabio Aru
Froome all’inseguimento di Fabio Aru

La Katusha ha reagito ancora una volta, riportando i big vicini ad Aru, ma è stato Froome (Sky) ad approfittarne per riportarsi sull’italiano tutto solo. Dietro i tre soliti spagnoli amici-nemici, Valverde (Movistar), Contador (Tinkoff) e Rodriguez (Katusha) si sono avvicendati con una girandola di scatti da brividi che li hanno riportati ad un passo da Froome, sempre con Aru sulla ruota. Ma un ultimo tentennamento non ha consentito al trio spagnolo di riagganciarsi, così che Froome e Aru sono andati a giocarsi il successo nell’ultimo km in discesa e pianura. Aru ha giocato la partita splendidamente, approfittando del lavoro di Froome per poi attaccarlo nelle ultime battute per andare a vincere. Una grande vittoria, basta leggere l’ordine d’arrivo.

Valverde ha conquistato il terzo posto a 13” davanti ai due soliti connazionali, poi poco più staccati Sanchez (BMC) e Navarro (Cofidis).

Froome adesso si avvicina di qualche secondo in classifica, portandosi a 1’19” da Contador, mentre Valverde è ancora saldo al terzo posto. L’ultimo tappone con l’arrivo ad Ancares, sabato, promette grande spettacolo con questi cinque campioni, Contador, Froome, Valverde, Rodriguez e Aru, pronti ad un’altra battaglia di grandissimo livello.

https://www.youtube.com/watch?v=iISvW3wU0Fw

LE INTERVISTE

Fabio Aru: “Ho provato a 3 km e mezzo dall’arrivo perchè Martinelli mi aveva detto che la parte finale era dura, ma nel primo passaggio abbiamo visto che non era così. Per questo abbiamo deciso di muoverci prima. Quando mi ha raggiunto Froome abbiamo collaborato, abbiamo cercato di prendere più vantaggio possibile, poi ci siamo giocati la vittoria allo sprint. E’ incredibile, sono contentissimo. Dopo 18 tappe le energie non sono le stesse della prima settimana, ma mi sono preparato bene per questa corsa, era la prima volta che correvo due grandi giri nello stesso anno, in una corsa molto bella, con un percorso che mi piace e che spero di correre ancora. Sono molto emozionato, è incredibile vincere due tappe con una partecipazione così eccezionale però devo stare concentrato fino alla fine. Più avanti correrò il Giro di Lombardia e sempre voglio dare una buona immagine di me in tutte le corse a cui partecipo”

Alejandro Valverde: “Quando è partito Froome è mancata un po’ di collaborazione. MI sono messo a tirare in un primo momento, ma non a tutta perchè avevo paura che Rodriguez mi attaccasse. Gli siamo arrivati vicini, ma non siamo riusciti a rientrare. Non penso che Froome fosse più forte di noi, semplicemente è stato più pronto ed ha approfittato del controllo che c’era tra di noi.”

Chris Froome: “E’ un altro secondo posto, ma ho guadagnato nella classifica generale. Viste le caratteristiche della salita sono soddisfatto. Per il futuro dovremmo prenderci un po’ di respiro. Negli ultimi due anni la Sky aveva sempre vinto. Ora è giunto il momento di pesare tutto ancora una volta. Dobbiamo continuare come prima o scegliere un’altra strada per la preparazione ai nostri obiettivi?”

Alberto Contador: “E’ chiaro che sarebbe stato meglio non perdere tempo, ma spero che non sia un problema. Dovevo controllare tre avversari, Valverde doveva difendere il podio in una tappa che era molto buona per lui. E’ vero che abbiamo perso qualche secondo, ora dovrò vigilare di più su Froome ad Ancares, però sono contento perchè le sensazioni sono state buone e manca un giorno in meno. Ho pensato anche alla tappa di sabato, sono stato più attendista del solito, e poi Valverde aveva degli interessi a tirare, stava perdendo il secondo posto. Non è stata una sorpresa l’attacco di Froome. Ma dietro nessuno voleva tirare più del necessario e lui si è avvantaggiato di questo. Sabato sarà una tappa diversa, questa era simile ad una classica, quella sarà di montagna. Se fossi stato da solo certamente sarei andato dietro a Froome”

1 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 3:47:17
2 Christopher Froome (GBr) Team Sky 0:00:01
3 Alejandro Valverde Belmonte (Spa) Movistar Team 0:00:13
4 Joaquím Rodríguez Oliver (Spa) Team Katusha
5 Alberto Contador Velasco (Spa) Tinkoff-Saxo
6 Samuel Sánchez Gonzalez (Spa) BMC Racing Team 0:00:17
7 Daniel Navarro Garcia (Spa) Cofidis, Solutions Credits 0:00:33
8 Daniel Moreno Fernandez (Spa) Team Katusha 0:00:48
9 Damiano Caruso (Ita) Cannondale
10 Warren Barguil (Fra) Team Giant-Shimano
11 Sergio Pardilla Bellon (Spa) MTN – Qhubeka
12 Daniel Martin (Irl) Garmin Sharp
13 Dominik Nerz (Ger) BMC Racing Team 0:01:12
14 Jérôme Coppel (Fra) Cofidis, Solutions Credits
15 Peio Bilbao (Spa) Caja Rural-Seguros RGA
16 Romain Sicard (Fra) Team Europcar
17 Giampaolo Caruso (Ita) Team Katusha
18 Mikel Nieve Ituralde (Spa) Team Sky
19 Maxime Medrel (Fra) Team Europcar 0:01:15
20 Jacques Janse van Rensburg (RSA) MTN – Qhubeka 0:01:35
21 Luis Angel Mate Mardones (Spa) Cofidis, Solutions Credits 0:01:36
22 Oliver Zaugg (Swi) Tinkoff-Saxo 0:02:04
23 Maxime Monfort (Bel) Lotto Belisol 0:02:24
24 Wilco Kelderman (Ned) Belkin Pro Cycling Team
25 Jesus Hernandez Blazquez (Spa) Tinkoff-Saxo 0:02:27
26 Christophe Le Mevel (Fra) Cofidis, Solutions Credits 0:02:45
27 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team 0:02:54
28 Przemyslaw Niemiec (Pol) Lampre-Merida 0:03:25
29 David Arroyo Duran (Spa) Caja Rural-Seguros RGA 0:03:32
30 Chris Anker Sørensen (Den) Tinkoff-Saxo 0:04:05
31 Cadel Evans (Aus) BMC Racing Team 0:04:17
32 Eduard Vorganov (Rus) Team Katusha
33 Alessandro De Marchi (Ita) Cannondale 0:04:39
34 Andrey Zeits (Kaz) Astana Pro Team 0:04:53
35 Bart De Clercq (Bel) Lotto Belisol
36 Andre Fernando S Martins Cardoso (Por) Garmin Sharp
37 Danilo Wyss (Swi) BMC Racing Team 0:05:49
38 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale 0:06:39
39 Laurens ten Dam (Ned) Belkin Pro Cycling Team 0:07:10
40 Andrey Amador Bikkazakova (Crc) Movistar Team .

Classifica generale

1 Alberto Contador Velasco (Spa) Tinkoff-Saxo 71:38:37
2 Christopher Froome (GBr) Team Sky 0:01:19
3 Alejandro Valverde Belmonte (Spa) Movistar Team 0:01:32
4 Joaquím Rodríguez Oliver (Spa) Team Katusha 0:02:29
5 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:03:15
6 Daniel Martin (Irl) Garmin Sharp 0:06:52
7 Samuel Sánchez Gonzalez (Spa) BMC Racing Team 0:06:59
8 Warren Barguil (Fra) Team Giant-Shimano 0:09:12
9 Daniel Navarro Garcia (Spa) Cofidis, Solutions Credits 0:09:44
10 Damiano Caruso (Ita) Cannondale 0:09:45
11 Daniel Moreno Fernandez (Spa) Team Katusha 0:12:49
12 Mikel Nieve Ituralde (Spa) Team Sky 0:14:15
13 Romain Sicard (Fra) Team Europcar 0:18:15
14 Wilco Kelderman (Ned) Belkin Pro Cycling Team 0:20:05
15 Giampaolo Caruso (Ita) Team Katusha 0:21:55
16 Maxime Monfort (Bel) Lotto Belisol 0:22:10
17 Sergio Pardilla Bellon (Spa) MTN – Qhubeka 0:22:33
18 Luis Angel Mate Mardones (Spa) Cofidis, Solutions Credits 0:30:16
19 Dominik Nerz (Ger) BMC Racing Team 0:31:51
20 Winner Anacona Gomez (Col) Lampre-Merida 0:36:54
21 David Arroyo Duran (Spa) Caja Rural-Seguros RGA 0:39:03
22 Christophe Le Mevel (Fra) Cofidis, Solutions Credits 0:44:26
23 Oliver Zaugg (Swi) Tinkoff-Saxo 0:46:09
24 Jesus Hernandez Blazquez (Spa) Tinkoff-Saxo 0:50:23
25 Ryder Hesjedal (Can) Garmin Sharp 0:53:39
26 Przemyslaw Niemiec (Pol) Lampre-Merida 0:54:22
27 Andre Fernando S Martins Cardoso (Por) Garmin Sharp 0:57:32
28 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team 1:03:31
29 Chris Anker Sørensen (Den) Tinkoff-Saxo 1:08:54
30 Gorka Izagirre Insausti (Spa) Movistar Team 1:11:53 .

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.