News Ciclismo, le cadute alla Vuelta 2015 ne mandano a casa tre

Pelucchi, Tanner e Niemec già a casa

Se Vincenzo Nibali ha dovuto lasciare la Vuelta 2015 perché espulso dalla giuria dopo il ‘traino’ (evidenziato dalle riprese televisive) utilizzato per rientrare più in fretta in gruppo, altri tre protagonisti hanno dovuto abbandonare la corsa spagnola a causa di rovinose cadute. Sono Matteo Pelucchi e David Tanner della IAM Cycling ma anche Przemyslaw Niemiec della Lampre-Merida.

Tante botte ma nessuna frattura

Matteo Pelucchi, velocista designato in casa IAM, ha avuto il triste primato di essere il primo ritirato dalla Vuelta 2015, è caduto dopo pochi chilometri e non ce l’ha fatta a ripartire ma ha voluto rassicurare tutti i suoi tifosi con un messaggio: grande botta, tante escoriazioni su tutto il corpo però le radiografie hanno escluso fratture. Peggio è andata al suo compagno David Tanner, uscito malconcio dalla maxi caduta a 30 km dal traguardo e impossibilitato a proseguire, tanto da essere caricato su un’ambulanza per accertamenti che comunque hanno escluso grossi problemi di salute per lui.

La Lampre-Merida senza capitano

Stesso destino per Przemyslaw Niemiec che doveva essere il leader per la classifica generale in casa Lampre Merida. Il volo fuori strada dello scalatore polacco nella caduta ha picchiato la testa, ben protetto comunque dal suo casco, ed è stato portato all’ospedale di Malaga per accertamenti che hanno evidenziato un forte trauma cranico. Come ha spiegato il medico del team “si è concordato con i responsabili sanitari della struttura di lasciare il corridore in osservazione in ospedale, per effettuare una nuova TAC di controllo dopo 12 ore”, ossia in tarda mattinata.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.