Tour de France 2014, la seconda settimana

Lunedì 14 luglio, 10° tappa Tour de France 2014: Mulhouse – La Planche de Belles Filles 161 km – Nel giorno della festa nazionale francese il Tour si aspetta un bello spettacolo da quest’ultima tappa sui Vosgi. E’ certamente la più difficile delle tre. Ci sono ben 7 Gpm, con una prima parte già impegnativa. Il finale è molto interessante, con il corto ma duro Col de Chevreres (3.5 km al 9.5%), discesa e salita finale a Planche des Belles Filles. L’ultima salita è quella della vittoria di Froome al Tour di due anni fa, quando dopo aver tirato Wiggins riuscì comunque a vincere. E’ una salita breve, di circa 6 km, ma con pendenze dure, spesso in doppia cifra. I vari Froome e Contador potrebbero uscire allo scoperto solo negli ultimi 2 -3 km dopo il lavoro dei compagni, anche perchè nelle prime tappe di montagna solitamente i grandi favoriti hanno un atteggiamento guardingo. Ma non è detto perchè il percorso si presta anche ad un attacco a sorpresa. La rosa dei pretendenti alla classifica avrà comunque la sua prima rimescolata.

Km 30.5 – Col du Firstplan (722 m) 8.3 km di salita al 5.4% – categoria 2
Km 54.5 – Petit Ballon (1 163 m) 9.3 km di salita all’8.1% – categoria 1
Km 71.5 – Col du Platzerwasel (1 193 m) 7.1 km di salita all’8.4% – categoria 1
Km 103.5 – Col d’Oderen (884 m) 6.7 km di salita al 6.1% – categoria 2
Km 125.5 – Col des Croix 3.2 km di salita al 6.2% – categoria 3
Km 143.5 – Col des Chevrères (914 m) 3.5 km di salita al 9.5% – categoria 1
Km 161.5 – La Planche des Belles Filles (1 035 m) 5.9 km di salita all’8.5% – categoria 1.

Tour de France 2014, la 10° tappa
Tour de France 2014, la 10° tappa

Martedì 15 luglio, Giorno di riposo

Mercoledì 16 luglio, 11° tappa Tour de France 2014: Besancon – Oyonnax 187 km – Il Tour riparte dopo il giorno di riposo con una tappa che sembra perfetta per una fuga da lontano. Il percorso è troppo difficile per i velocisti. Pensiamo che per corridori come Voeckler, Albasini o Bakelants possa essere una buona occasione.

Km 141.0 – Côte de Rogna 7.6 km di salita al 4.9% – categoria 3
Km 148.5 – Côte de Choux 1.7 km di salita al 6.5% – categoria 3
Km 152.5 – Côte de Désertin 3.1 km di salita al 5.2% – categoria 4
Km 168.0 – Côte d’Échallon 3 km di salita al 6.6% – categoria 3.

Tour de France 2014, 11° tappa
Tour de France 2014, 11° tappa

Giovedì 17 luglio, 12° tappa Tour de France 2014: Bourg en Bresse – Saint Etienne 185 km – Potrebbe essere un’altra tappa interlocutoria la numero dodici. Anche oggi il percorso è costellato da diverse salite, ma tutte dalla pendenze molto, molto dolci. Riteniamo un’altra fuga da lontano di uomini fuori classifica lo scenario più probabile.

Km 58.5 – Col de Brouilly 1.7 km di salita al 5.1% – categoria 4
Km 83.0 – Côte du Saule-d’Oingt 3.8 km di salita al 4.5% – categoria 3
Km 138.0 – Col des Brosses 15.3 km di salita al 3.3% – categoria 3
Km 164.0 – Côte de Grammond 9.8 km di salita al 2.9% – categoria 4.

Tour de France 2014, 12° tappa
Tour de France 2014, 12° tappa

Venerdì 18 luglio, 13° tappa Tour de France 2014: Saint Etienne – Chamrousse 197 km – Eccoci alle grandi montagne del Tour. Si comincia dalle Alpi. Le difficoltà si concentrano negli ultimi 50 km: prima l’inedito Col de Palaquit, dalle pendenze irregolari ma che in diversi tratti superano il 10%. Poi la salita finale, 18 km al 7% verso Chamrousse. La parte più dura sono i primi 7 km, dove la media è sul 9%. Dopo l’assaggio dei Vosgi sarà la prima sfida su salite lunghe e dure, il primo confronto in cui scoprire davvero le carte e capire chi non ha la condizione per puntare alla maglia gialla.

Km 24.0 – Col de la Croix de Montvieux 8 km di salita al 4.1% – categoria 3
Km 152.0 – Col de Palaquit (1 154 m) 14.1 km di salita al 6.1% – categoria 1
Km 197.5 – Montée de Chamrousse (1 730 m) 18.2 km di salita al 7.3% – categoria H.

Tour de France 2014, la 13° tappa
Tour de France 2014, la 13° tappa
La salita finale di Chamrousse
La salita finale di Chamrousse

Sabato 19 luglio, 14° tappa Tour de France 2014: Grenoble – Risoul 177 km – Seconda e ultima tappa alpina, con due mitiche salite. In realtà è una tappa dal percorso carico di storia e fascino, ma che pensiamo non farà grande selezione. Lautaret e Izoard sono lontani dal traguardo, la salita finale verso Risoul è regolare su pendenze medie. Pensiamo che i Froome, i Contador, usciranno allo scoperto solo negli ultimi 3 km e quindi probabilmente i distacchi saranno di pochi secondi.

Km 82.0 – Col du Lautaret (2 058 m) 34 km di salita al 3.9% – categoria 1
Km 132.5 – Col d’Izoard (2 360 m) – Souvenir Henri Desgrange 19 km di salita al 6% – categoria H
Km 177.0 – Montée de Risoul (1 855 m) 12.6 km di salita al 6.9% – categoria 1.

Tour de France 2014, 14° tappa
Tour de France 2014, 14° tappa
La salita finale verso Risoul
La salita finale verso Risoul

Domenica 20 luglio, 15° tappa Tour de France 2014: Tallard – Nimes 222 km – Già concluse le tappe alpine, il Tour de France propone una tappa semplice per chiudere la seconda settimana di corsa. Il percorso è mosso nella prima parte, poi con tanta pianura nella seconda dove le squadre dei velocisti potranno scatenarsi per offrire una chance a Cavendish, Kittel e Greipel.

Tour de France 2014, 15° tappa
Tour de France 2014, 15° tappa

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.