Anche Nacer Bouhanni lascia il Tour de France

Ancora un ritiro, e sono già otto in queste prime tappe del Tour de France 2015. Nacer Bouhanni, il velocista della Cofidis, ha lasciato la corsa dopo pochi chilometri dalla partenza della quinta tappa. Bouhanni è caduto insieme ad alcuni compagni della sua squadra, Navarro, Mate e Senechal, ed altri corridori come De Gendt, Albasini e Feillu.

Tutti sono riusciti a ripartire tranne lo sfortunatissimo Bouhanni, che ha concluso il suo Tour de France sull’ambulanza diretto all’ospedale.

Bouhanni ha una sospetta lesione alla mano destra, ma era già molto ammaccato fin da prima di partire in questo Tour de France. Una decina di giorni fa era caduto pesantemente al Campionato nazionale francese. Una botta che lo aveva portato ad un passo dalla rinuncia al Tour. Invece, nonostante le forti contusioni, Bouhanni era riuscito stoicamente a prendere il via sabato scorso e ieri aveva dato per la prima volta dei buoni segnali, arrivando nel gruppo di testa nella tappa del pavè e concludendo al sesto posto.

“E’ stato portato all’ospedale di Arras, non sembra niente di preoccupante, ma vedremo dopo le radiografie” ha spiegato il Team manager della Cofidis, Yvon Sanquer “Ha dolori alle costole, al fianco e al polso, più o meno come dopo la caduta al campionato nazionale. E’ anche stordito e depresso per questo ritiro, è la seconda volta che deve ritirarsi dal Tour de France per una caduta. E’ una delusione enorme, stavamo per affrontare tre tappe adatte a lui”.

In questa sua prima stagione in maglia Cofidis Nacer Bouhanni ha faticato molto all’inizio, ma poi ha messo insieme sei vittorie, tra cui soprattutto due tappe del Giro del Delfinato che lo avevano proiettato con grandi speranze verso questo Tour de France finito invece in maniera così sfortunata.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.