Paesi Baschi, protesta del gruppo

La caduta che si è verificata ieri nel finale della tappa di Bilbao vinta da Michael Matthews, ha scatenato notevoli polemiche. I corridori hanno protestato per la mancanza di segnalazioni nel finale che potessero scongiurare la caduta. A causarla è stato un paletto che serve normalmente a delimitare la zona dove vengono posti i cassonetti dell’immondizia a lato della strada. L’unica segnalazione per aiutare i corridori ad avvistare e evitare il paletto è stato un cono infilato sulla cima del paletto stesso, come si vede dalla foto. Un po’ poco, considerato che eravamo in piena preparazione dello sprint, con i corridori lanciati a sessanta all’ora gomito a gomito.

Purtroppo ad alcuni corridori è andata davvero male: Peter Stetina si è procurato la frattura di tibia, rotula e quattro costole, ancora peggio è andata a Sergio Pardilla, sotto osservazione in ospedale con trauma cranico e fratture multiple. Fratture anche per Adam Yates, ad un dito, e Nicolas Edet, clavicola e costole. Se la sono cavata senza fratture Formolo, Landa e Josè Herrada.

Ma oggi chiaramente l’umore non era dei migliori alla partenza e i corridori hanno deciso uno sciopero di cinque minuti per richiamare l’attenzione sul tema della sicurezza. “E’ un incidente che si poteva evitare” ha dichiarato stamani a Bilbao Josè Luis de Santos, presidente dell’associazione corridori spagnola.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *