Iam Cycling 2015

Non è arrivato il grande colpo di mercato che qualcuno si aspettava, ma con alcuni innesti mirati la Iam Cycling 2015 si presenta al via del World Tour con una formazione in grado di superare l’esame. Due buone stagioni come Team Professional hanno rodato il progetto svizzero, arrivato ora al grande salto nel World Tour. Un passo importante e non semplice da gestire, come ha dimostrato nella scorsa stagione la difficile esperienza della Europcar al debutto nel WT. Ma crediamo che la Iam si presenti all’appuntamento con credenziali migliori dei francesi, e che non sfigurerà nel difficile confronto con un calendario tanto intenso e di un livello così alto. 

Sylvain Chavanel è l’uomo copertina della Iam Cycling 2015. Lo scorso anno non ha convinto nelle classiche di primavera, ma ha raddrizzato la stagione con un grande finale. Sul pavè e al Tour de France l’esperto francese può trovare ancora qualche colpo degno del suo nome. L’altro uomo da grande nord, Haussler, non sembra invece più poter garantire risultati degni del suo passato.

L’uomo da cui ci aspettiamo di più è però Mathias Frank. Lo scorso anno è stato frenato da un infortunio, ma siamo convinti che lo svizzero sia pronto per vincere una corsa a tappe di una settimana del World Tour e per entrare almeno tra i primi 10 di un grande giro.

Una grande vittoria per Matteo Pelucchi alla Tirreno
Una grande vittoria per Matteo Pelucchi alla Tirreno

Per le volate Matteo Pelucchi è l’arma vincente della Iam Cycling 2015. Ha dimostrato di essere qualcosa in più di un outsider vincendo una tappa alla Tirreno. Corridori come Kluge, Reynes e Van Genechten potranno aiutarlo e cercarsi qualche occasione durante l’anno.

Il grande cambiamento della Iam Cycling 2015 sarà soprattutto nella forza complessiva della squadra. Gli arrivi di passisti di esperienza come Coppel e Clement, uomini da classiche come Devenyns, scalatori come Pantano, aumentano il livello della squadra pur senza picchi straordinari. A questi si aggiungono le conferme dei corridori di maggior sostanza, Elmiger, Brandle, Saramotins, Denifl. Avere un organico tutto di buon livello è un punto inderogabile per sostenere una stagione intensa come quella del World Tour. Da questo punto di vista l’idea di ciclomercato attuata dalla Iam ci sembra ottima.

La Iam Cycling 2015 punta anche su tre giovani molto promettenti. Il più interessante ci sembra il norvegese Enger, un corridore veloce ma in grado di scollinare. Quest’anno ha già fatto benissimo nelle corse pro casalinghe, giocandosi delle tappe con uomini come Kristoff. Gli altri due giovani sono il campione nazionale svizzero under 23 Pellaud e il francese Chevrier, reduce da una buona stagione in America con una squadra continental.

La Iam Cycling 2015

Aregger Marcel
Brändle Matthias
Chavanel Sylvain
Chevrier Clément
Clement Stef
Coppel Jérome
Degand Thomas
Denifl Stefan
Devenyns Dries
Elmiger Martin
Enger Sondre Holst
Frank Mathias
Fumeaux Jonathan
Haussler Heinrich
Hollenstein Reto
Kluge Roger
Lang Pirmin
Pantano Jarlinson
Pellaud Simon
Pelucchi Matteo
Pineau Jérome
Reichenbach Sebastien
Reynes Vicente
Saramotins Aleksejs
Schelling Patrick
Tanner David
Van Genechten Jonas
Warbasse Larry
Wyss Marcel.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.