Cannondale Garmin 2015

E’ la grande novità tra le squadre World Tour della prossima stagione. La Cannondale Garmin 2015 è nata dall’ingresso della Cannondale nella Slipstream, la società di gestione del Team Garmin. Non è la Garmin della scorsa stagione con l’aggiunta di qualche pezzo della vecchia Cannondale. E’ una squadra di fatto nuova, con una nuova composizione societaria che vedrà impegnate tutte e due le aziende sponsor.

“Avevamo iniziato con un piccolo gruppo con la missione di far crescere i giovani, siamo rimasti fedeli a questa strategia ma siamo anche cresciuti” ha spiegato Jonathan Vaughters, Team manager della Cannondale Garmin “Quello del 2015 sarà il gruppo più giovane che abbiamo mai avuto, si tratta di una nuova squadra visto che abbiamo unito le forze alla Cannondale. Questo ci darà grandi opportunità con un gruppo di giovani talentuosi che trarranno giovamento dai nostri leader più esperti come Langeveld, Martin, Hesjedal e Talansky”.

L’unione che ha portato alla nascita della Cannondale Garmin 2015 ha alzato certamente il livello rispetto alle due realtà precedenti. L’organico è formato da 27 corridori di 14 nazioni diverse, e soprattutto avrà leader di valore in ogni tipo di corsa. Se vogliamo essere precisi manca un velocista di un certo livello, ma in tutti gli altri settori la Cannondale Garmin 2015 è fortissima.

Matej Mohoric, uno dei talenti della Cannondale Garmin 2015
Matej Mohoric, uno dei talenti della Cannondale Garmin 2015

Nelle corse a tappe il trio proveniente dalla Garmin, Daniel Martin, Andrew Talansky, Ryder Hesjedal, è stato rinforzato dall’aggiunta di Davide Formolo, uno dei giovani più forti emersi nella passata stagione. Per Talansky può arrivare il momento della consacrazione definitiva dopo una stagione segnata dall’infortunio al Tour. Pensiamo che un podio in un grande giro non sia utopia. Martin e Hesjedal si disimpegneranno tra corse a tappe e classiche, classifiche e colpi di giornata, con il canadese che nelle ultime due stagioni è diventato una spalla determinante per i successi dell’irlandese. Per Formolo ci sarà l’opportunità per crescere ancora in un contesto così qualitativo. Il futuro è suo ma già nei prossimi mesi potrà raccogliere risultati di prestigio soprattutto nelle corse di una settimana. L’esperto Danielson e lo scalatore colombiano Acevedo saranno altre colonne portanti nelle corse a tappe.

Nella campagna del pavè Sebastian Langeveld è un outsider sempre pericoloso. Nelle altre classiche oltre alla stella Daniel Martin potranno brillare anche Tom Jelte Slagter, scattista tra i più brillanti, e il passista veloce Navardauskas, corridore di grande qualità e con ancora margini di crescita.

Ma la caratteristica più importante della Cannondale Garmin 2015 è la grande presenza di giovani talenti, probabilmente come in nessun’altra squadra. Oltre a Formolo, si aspettano Alberto Bettiol, Davide Villella, l’olimpionico della pista Hansen, l’ex iridato Mohoric, il norvegese Skjerping, senza dimenticare Moreno Moser, reduce da una stagione da depressione e alla ricerca di un rilancio.

L’organico della Cannondale Garmin 2015

Acevedo Janier Alexis
Bauer Jack
Bettiol Alberto
Brown Nathan
Cardoso André
Danielson Thomas
Dombrowski Joe
Formolo Davide
Haas Nathan
Hesjedal Ryder
Howes Alex
King Benjamin
King Edward
Koren Kristijan
Langeveld Sebastian
Marangoni Alan
Martin Daniel
Mohoric Matej
Moser Moreno
Navardauskas Ramunas
Norman Hansen Lasse
Skjerping Kristoffer
Slagter Tom-Jelte
Talansky Andrew
Van Baarle Dylan
Villella Davide
Zepuntke Ruben.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.