Giro Valle d’Aosta 2015, le anticipazioni

La corsa a tappe più bella, dura e qualitativa del ciclismo giovanile, il Giro Valle d’Aosta si sta via via scoprendo. Per il gran finale del Giro Valle d’Aosta 2015 l’organizzazione guidata da Riccardo Moret ha pensato ad un suggestivo traguardo in quota al Gran San Bernardo. Una salita lunga e difficile, affrontata dal versante italiano e che farà concludere la corsa a quota 2473 metri.

“Stiamo per definire tutti i dettagli riguardanti le sedi di partenza e di arrivo della corsa” ha spiegato Riccardo Moret “L’arrivo finale di domenica al Gran San Bernardo è decisamente significativo: per la bellezza e la suggestione del luogo, per l’amicizia e la collaborazione che lega i due territori di confine e, infine, per il tasso tecnico visto che la salita del colle (dal lato italiano) è certamente molto selettiva e permetterà di mettere in discussione la maglia gialla di leader fino all’ultimo chilometro di corsa”.

Lo spettacolo del Giro Valle d'Aosta
Lo spettacolo del Giro Valle d’Aosta

L’arrivo sul Gran San Bernardo abbraccerà i comuni di Saint-Rhémy-en-Bosses e Bourg-Saint-Pierre, i cui territori confinano proprio sul Colle: “Questa collaborazione rende l’idea dell’internazionalità del nostro Giro, che quest’anno partirà dalla Francia, proseguirà in Italia e, nella sua ultima tappa, toccherà anche la Svizzera” continua Moret.

Si sono scoperti anche alcuni particolari della penultima tappa del Giro Valle d’Aosta 2015. La tappa di sabato 18 luglio si concluderà in località Croux di Senin, vicino ad Aosta. Sarà un percorso ondulato che chiamerà alla bagarre i corridori, fino alla conclusione in cima ad una salita di due chilometri e mezzo.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *