Ciclismo del 31 gennaio 2015

Terpstra, il ruolo non cambia

Nonostante la vittoria alla Parigi Roubaix, Niki Terpstra non rivendicherà alla Etixx Quickstep un ruolo maggiormente protetto. Nella stagione delle classiche il corridore olandese è pronto ad essere uno dei corridori di punta dello squadrone belga, ma non necessariamente il numero uno: “Rispetto all’anno scorso non cambierà molto, la nostra forza è quella di avere molti corridori forti per i finali di corsa” spiega Terpstra “Non abbiamo un solo corridore, ma molti che possono finire il lavoro della squadra. Mi piace questo sistema, soprattutto con Boonen. Con lui mi sento molto forte, ma se tutti sono in forma abbiamo anche Trentin, Stybar, Vandenbergh che possono tutti vincere”.

Bobridge fallisce l’ora

Niente da fare per Jack Bobridge. Il corridore australiano ha fallito l’assalto al record dell’ora che appartiene all’austriaco Brandle. Bobridge ha fatto segnare 51.300 contro i 51.852 di Brandle. L’australiano ha tenuto il passo nella prima metà dell’ora, per poi cedere nella seconda. Il prossimo a provarci sarà Rohan Dennis, il vincitore del Tour Down Under che darà il suo assalto all’ora domenica 8 febbraio.

Sutherland fratturato

Nella seconda corsa della Challenge Maiorca il corridore australiano della Movistar Rory Sutherland è caduto riportando la frattura della clavicola sinistra.

Ciclocross in America

Nella prossima stagione il grande ciclocross tornerà in America dopo l’esperienza dei Mondiali di due stagioni fa. Le prime due tappe della Coppa del Mondo di ciclocross 2015-2016 si terranno negli Stati Uniti e in Canada.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.