Tour Poitou Charentes 2014, i video

29 agosto 4° tappa – Jesu Herrada ha messo il sigillo sulla tappa conclusiva vincendo uno sprint di una settantina di corridori. Secondo posto per Bakelants, poi Ruffoni, Reza e Colbrelli. La classifica finale non è cambiata: la vittoria è di Sylvain Chavanel, grazie al vantaggio acquisito nella tappa a cronometro. Sul podio anche Tuft a 47” e Lemoine a 1’01”.

28 agosto 3° tappa, 2° semitappa – Sylvain Chavanel passa al comando della corsa dopo la semitappa a cronometro. Il francese della Iam ha vinto nettamente, da favorito, staccando di 44” Tuft e 58” Lemoine. Ora guida la classifica con 47” su Tuft, 1’01” su Lemoine, 1’16” su Cummings.

28 agosto 3° tappa, 1° semitappa – Anche Nicola Ruffoni rompe il ghiaccio con la vittoria da pro. Il velocista della Bardiani Csf ha conquistato la prima semitappa dell’odierna giornata del Tour du Poitou Charentes, che oggi si completerà con una cronometro. Ruffoni ha battuto in volata Roy Jans e nientemeno che Mark Cavendish, che non è riuscito a farsi largo ed uscire dalla ruota del velocista della Bardiani. Buon quarto posto di Andrea Piechele. “Ieri avevo avvertito buone sensazioni e puntavano a migliorarmi ma onestamente non pensavo di riuscire a battere Cavendish che nelle due precedenti tappe era stato nettamente superiore” racconta un felicissimo Ruffoni “Oggi però grazie al supporto di tutti i miei compagni sono riuscito a superare davanti lo strappo posto in prossimità dell’arrivo e poi prendere la ruota di Cavendish. Quando il suo ultimo uomo Renshaw ha lanciato lo sprint ho avuto la prontezza di anticiparlo e partire lungo ai 200 metri. Da lì ho spinto al massimo e per sicurezza ho pure dato il colpo di reni per evitare sorprese al photofinish. Sono veramente felice e dedico questa vittoria oltre che alla squadra e gli sponsor, al mio amico Daniele Moggia mio primo grande tifoso”.

27 agosto 2° tappa Tour Poitou Charentes 2014 – Altra facile vittoria di Mark Cavendish. Nello sprint generale che ha risolto la tappa Cavendish non ha trovato rivali in grado di impensierirlo, vincendo largamente su Enrique Sanz e Lorenzo Manzin. A seguire Napolitano, Chicchi e Ruffoni.

“Non è stata una tappa facile” ha spiegato Cavendish “Abbiamo controllato la corsa fin dall’inizio, poi la Cofidis ad un certo punto ha accelerato bruscamente. Abbiamo risposto subito continuando fino alla fine. Renshaw era davanti nel finale, ma io ho lasciato che si inserisse Sebastian Chavanel tra di noi perchè non volevo partire troppo presto. C’era vento contrario al’arrivo. Poi mi sono lanciato ed ho vinto. La squadra è stata anche più forte di ieri, ed è abbastanza impressionante considerando come eravamo andati ieri”

26 agosto 1° tappa Tour Poitou Charentes 2014 – Torna alla vittoria Mark Cavendish nella prima tappa della corsa francese. Per Cavendish è la prima vittoria dopo la caduta nella tappa inaugurale del Tour de France che l’ha tenuto più di un mese lontano dalle corse. Nella volata finale ha battuto Maxime Daniel (AG2R) e Roy Jans (Wanty). Solo dodicesimo Francesco Chicchi, tra i velocisti più attesi.

“Abbiamo corso bene, abbiamo anche provato a spezzare il gruppo approfittando del vento ma poi ha cambiato direzione ed è stato impossibile” spiega Cavendish “Il finale è stato caotico, molte squadre volevano portare davanti il proprio velocista, e l’ultima curva era abbastanza pericolosa. Per fortuna avevo ancora tre compagni nel finale, Renshaw ha fatto l’ultimo uomo. La Europcar ha provato a superarci, ma è riuscito a tenermi davanti. Non sono ancora al 100%, sono stato tre settimane e mezzo senza pedalare, ma sono contento di aver vinto qui. E’ una bella sensazione tornare a vincere, soprattutto dopo che la squadra ha fatto un così bel lavoro”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *