Tour de France 2015 ad alta quota

Il Tour de France 2015 potrebbe stabilire un nuovo record. L’organizzazione sta pianificando un arrivo in cima al Col de la Bonette Restefond, a ben 2802 metri di quota. Sarebbe il traguardo all’altitudine più elevata nella più che centenaria storia del Tour. Il record spetta finora al Col du Galibier, dove il Tour è arrivato nel 2011 in una tappa vinta da Andy Schleck con una lunga fuga. 

La tappa da record sarebbe fissata per il 20 luglio, con la partenza a Digne les Bains. La salita al Col de la Bonette Restefond è stata affrontata per quattro volte nella storia del Tour. Non è una salita classica come sono il Galibier o il Tourmalet, ma è certamente una salita molto lunga, oltre 20 km, con pendenze regolari, sul 6% di media e mai oltre il 10%, e abbastanza alta per far dire ai francesi di avere il valico da grande giro da record.

La prima volta del Tour sulla Bonette fu nel 1962 con il passaggio in vetta di Federico Martin Bahamontes, che transitò per primo anche due anni più tardi. Per  una terza scalata si dovette aspettare fino al 1993, quando fu Robert Millar a passare in testa. L’ultima volta del Tour sulla Bonette risale al 2008, il Tour vinto poi da Carlos Sastre. Il Gpm fu conquistato dal sudafricano della Barloworld John Lee Augustyn, che poi volò in un burrone in discesa, per fortuna senza conseguenze. La tappa, che arrivava in discesa, fu vinta da Cyril Dessel.

Il giorno successivo all’arrivo da record sulla Bonette, il Tour de France 2015 dovrebbe proporre invece un arrivo in quota classico: si parla di Alpe d’Huez o di Mont Ventoux.

Video: la tappa del 2008, da Cuneo a Jausiers, con il volo di Augustyn scendendo dalla Bonette.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.