Giro d’Italia 2015 Albenga Genova

Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, 2° tappa

Domenica 10 maggio, 177 km

Saranno di scena i velocisti nella prima tappa in linea della corsa rosa che percorrerà le strade della Riviera di Ponente. Un bel percorso veloce, che non consentirà sorprese fino al circuito finale di Genova dove gli sprinter avranno la prima occasione di confrontarsi.

Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, 2° tappa – Il percorso

Giro d'Italia 2015 Albenga Genova, altimetria
Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, altimetria

E’ molto facile da descrivere. Si percorre quasi interamente la Riviera di Ponente sull’Aurelia, in pratica la seconda parte del percorso della Milano Sanremo fatto al contrario. La partenza da Albenga porta verso ovest, fino ad Andora, dove si lascia la costa per salire al Testico, storica salita del Trofeo Laigueglia. Da qui si ridiscende verso il mare e per decine e decine di km si continuerà a pedalare tranquillamente sulla Riviera. A Cogoleto una deviazione verso l’interno porterà al primo Gpm del Giro, la breve salita di Prato Zanino. Si ritroverà il mare e la pianura ad Arenzano, dove le ultime pedalate porteranno all’ingresso a Genova e al circuito finale. Si tratta di un circuito di 9.5 km da percorrere per due volte.

E’ una tappa da scontato arrivo allo sprint, con un bel finale spettacolare nel cuore di Genova. La corsa verosimilmente vivrà sulla classica fuga da lontano, che dovrà sopravvivere almeno fino al Gpm per permettere ad uno degli attaccanti di conquistare la prima maglia azzurra. Poi sarà terreno per le squadre dei velocisti che apriranno lo sprint.

Giro d'Italia 2015 Albenga Genova, planimetria
Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, planimetria

Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, 2° tappa – Il territorio

La Riviera di Ponente accoglie tutta la prima tappa in linea del Giro d’Italia 2015, con il suo tripudio di colori e profumi, tra mare, storia e natura. Albenga, sede di partenza, fu una fiorente città in epoca romana, come testimoniano i musei cittadini. Nel Museo Navale Romano è ricostruito il carico di anfore di una nave affondata nell’80 a.C.  ad un miglio dalla costa. E’ considerata la maggior nave romana da carico finora conosciuta.  Nel Medioevo Albenga divenne città delle torri: i signori che tornavano dalle Crociate acquisivano il diritto di innalzare una torre. La parte medioevale di Albenga si sviluppa attorno alla cattedrale di San Michele, al cui lato si trova anche il Battistero, considerato la più importante costruzione paleocristiana della Liguria.

La tappa tocca poi tante rinomate stazioni turistiche della Riviera: uno dei centri più rinomati è Alassio. Famosissimo è il suo Muretto dove i personaggi famosi di passaggio hanno lasciato la propria firma su centinaia e centinaia di piastrelle. Più ad est, Loano fu feudo dei Doria che abitavano nell’attuale Palazzo Comunale. Molto interessante è il Convento di Monte Carmelo, fatto edificare dai Doria su un colle prospiciente la città. La costa regala spettacolo: le pareti calcaree del finalese sono ricche di caverne dove sono stati rinvenuti reperti  di decine di migliaia di anni fa. Poco prima di Savona, di fronte all’isolotto di Bergeggi, si apre una grotta raggiungibile solo dal mare. E’ molto importante per le testimonianze preistoriche e per i bradisismi, i movimenti del suolo dall’alto verso il basso e viceversa.

Dopo un centinaio di km si arriva a Savona, importante città portuale sorta su promontorio del Priamar, dove i genovesi costruirono una fortezza. Il simbolo della città è la torre del Brandale, alta 50 metri. Dopo Savona si entra in provincia di Genova lasciando momentaneamente la costa a Cogoleto. Il finale è tutto a Genova, una delle più belle e monumentali città d’Italia. La magnificenza di Via Garibaldi con i suoi palazzi racconta la grandezza storica della città. Nella Genova moderna spicca l’Acquario, il più grande d’Europa, e le trasformazioni operate da Renzo Piano nel Porto Vecchio.

Giro d’Italia 2015 Albenga Genova, 2° tappa – La storia

La Riviera di Ponente è un territorio dove il ciclismo ha fatto storia. E’ qui che i campioni si allenavano prima della ripresa della stagione, in attesa della grande sfida della Sanremo su queste stesse strade. Non possiamo dimenticare il Trofeo Laigueglia, e il Giro dell’Appennino, classiche liguri per eccellenza. Genova ha ospitato molte volte il Giro d’Italia: l’ultima è stata nel 2004, il Giro di Cunego, con un cronoprologo vinto dall’australiano Bradley McGee.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *