Giro 2015, Paolo Tiralongo a San Giorgio del Sannio

Ancora una tappa tiratissima, dura e nervosa a chiudere la prima parte di Giro d’Italia. A San Giorgio del Sannio è Paolo Tiralongo a raccogliere la terza vittoria personale sulle strade del Giro, davvero non male per un gregario. La salita di Passo Serra ha portato ancora allo scoperto Aru, Contador e Porte insieme a Landa, mentre Uran ha dovuto piegarsi e lasciare un’altra quarantina di secondi.

Anche oggi, nella Benevento – San Giorgio del Sannio, il percorso ha favorito l’animosità della corsa. Tante salite, saliscendi, tratti tortuosi, una corsa davvero snervante e tecnica come molte tappe di questa prima settimana che qualcuno aveva definito facile. Una tappa perfetta per una fuga e infatti l’inizio è stato da battaglia con diversi tentativi e attacchi che si sono annullati fino al formarsi di una fuga con Betancur (AG2R), Tiralongo (Astana), Colbrelli (Bardiani), Moinard (BMC), Elissonde (FDJ), Herrada (Movistar Team), Hesjedal e Slagter (Cannondale-Garmin), Geschke (Giant-Alpecin), Belkov (Katusha) e Kruijswijk (LottoNL-Jumbo).

I fuggitivi hanno scollinato il Monte Terminio e Colle Molella con il gruppo che si è rifatto sotto per poi perdere nuovamente terreno a causa di un incidente che ha coinvolto una moto costringendo la giuria a neutralizzare un tratto di corsa. La Cannondale, unica ad avere due uomini davanti, ha snocciolato la sua tattica da lontanissimo, mandando all’attacco Slagter a più di 60 km dall’arrivo. L’olandese è andato fortissimo, ha dimostrato di essere il più forte nella fuga, ma l’azzardo di questo attacco così anticipato non ha pagato. Dopo aver guadagnato quasi due minuti Slagter ha cominciato inevitabilmente a pagare lo sforzo, complice un percorso davvero esigente. L’ultima salita, i 4 km di Passo Serra, è stata di troppo per lui. Dal gruppetto inseguitore Tiralongo è uscito con forza, in una Astana che oggi ha giocato su due fronti, per tappa e classifica. Il siciliano ha mangiato tutto il vantaggio di Slagter, scollinando ad una manciata di secondi e mettendolo nel mirino.

Dietro intanto la corsa si è accesa ancora per merito della Astana e del solito attacco di Fabio Aru. Come ieri Contador e Porte hanno reagito prontamente ed anche Landa è stato al pari dei grandi. Non così Uran, tornato alla versione dei primi giorni dopo la buona prova di ieri. Il colombiano ha dovuto accontentarsi di rimanere nel secondo gruppo, senza compagni e senza la forza per essere della partita.

tiralongoDavanti Tiralongo è andato a prendere Slagter ed ha approfittato di un ennesimo strappetto per involarsi tutto solo a 4 km dall’arrivo. Il finale è stato un meritato tributo ad un corridore che merita come pochi altri una vittoria al Giro. Kruijswijk, in fuga già ieri, ha anticipato gli altri per la seconda piazza, davanti a Geschke.

Emozione e commozione tra Aru e Tiralongo
Emozione e commozione tra Aru e Tiralongo

Gli Astana hanno completato l’opera chiamando Contador a collaborare per distanziare più possibile Uran, mentre Porte è rimasto sempre passivo. Al traguardo Aru ha sfogato tutta la sua grinta con una volata infinita che gli è valsa un piccolo secondo guadagnato su Contador. Un secondo che sarà insignificante a fine Giro ma che rappresenta un altro segnale della determinazione, della voglia e della personalità che il giovane campione e tutta la Astana sta mettendo in questa sfida al grande Contador.

Per Uran altri 46” persi, che significano abbandonare in maniera forse definitiva i sogni di podio, non solo per il distacco ma soprattutto per l’impressione davvero negativa lasciata in tutta questa prima parte di Giro.

1 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team 5:50:31
2 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:00:21
3 Simon Geschke (Ger) Team Giant-Alpecin 0:00:23
4 Amaël Moinard (Fra) BMC Racing Team
5 Jesus Herrada (Spa) Movistar Team
6 Carlos Betancur (Col) AG2R La Mondiale
7 Tom Jelte Slagter (Ned) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
8 Kenny Elissonde (Fra) FDJ.fr
9 Ryder Hesjedal (Can) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:00:27
10 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:00:56
11 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:00:57
12 Richie Porte (Aus) Team Sky
13 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team 0:01:01
14 Giovanni Visconti (Ita) Movistar Team 0:01:43
15 Jan Polanc (Slo) Lampre-Merida
16 Michael Matthews (Aus) Orica GreenEdge
17 Andrey Amador (CRc) Movistar Team
18 Fabio Felline (Ita) TrekRacing
19 Stefano Pirazzi (Ita) Bardiani CSF
20 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team
21 Enrico Barbin (Ita) Bardiani CSF
22 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team
23 Damiano Cunego (Ita) Nippo – Vini Fantini
24 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto Soudal
25 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
26 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo
27 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal
28 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step
29 Sébastien Reichenbach (Swi) IAM Cycling
30 Ion Izagirre (Spa) Movistar Team
31 Yury Trofimov (Rus) Team Katusha
32 Anthony Roux (Fra) FDJ.fr
33 Mauro Finetto (Ita) Southeast Pro Cycling
34 Stef Clement (Ned) IAM Cycling
35 Alexandre Geniez (Fra) FDJ.fr
36 Przemyslaw Niemiec (Pol) Lampre-Merida
37 Mikel Nieve (Spa) Team Sky
38 Andre Cardoso (Por) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
39 Leopold Konig (Cze) Team Sky
40 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team
41 Sylwester Szmyd (Pol) CCC Sprandi Polkowice
42 Axel Domont (Fra) AG2R La Mondiale
43 Francesco Bongiorno (Ita) Bardiani CSF
44 Diego Rosa (Ita) Astana Pro Team
45 Darwin Atapuma Hurtado (Col) BMC Racing Team
46 Pavel Kochetkov (Rus) Team Katusha
47 Hubert Dupont (Fra) AG2R La Mondiale
48 Benat Intxausti (Spa) Movistar Team 0:03:20
49 Sylvain Chavanel (Fra) IAM Cycling 0:03:22
50 Jonathan Monsalve (Ven) Southeast Pro Cycling .

Classifica generale

1 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 38:31:35
2 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:00:03
3 Richie Porte (Aus) Team Sky 0:00:22
4 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team 0:00:46
5 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 0:01:16
6 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo 0:01:46
7 Giovanni Visconti (Ita) Movistar Team 0:02:02
8 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step 0:02:10
9 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:02:20
10 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 0:02:24
11 Leopold Konig (Cze) Team Sky 0:02:30
12 Darwin Atapuma Hurtado (Col) BMC Racing Team 0:02:55
13 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:03:01
14 Damiano Cunego (Ita) Nippo – Vini Fantini 0:03:10
15 Yury Trofimov (Rus) Team Katusha 0:03:18
16 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto Soudal 0:03:33
17 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:04:00
18 Amaël Moinard (Fra) BMC Racing Team 0:04:09
19 Alexandre Geniez (Fra) FDJ.fr 0:04:41
20 Ion Izagirre (Spa) Movistar Team 0:05:47.

Classifica a punti

1 Elia Viviani (Ita) Team Sky 78 pts
2 André Greipel (Ger) Lotto Soudal 75
3 Marco Bandiera (Ita) Androni Giocattoli 60
4 Diego Ulissi (Ita) Lampre-Merida 50
5 Giacomo Nizzolo (Ita) TrekRacing 47

Classifca GPM

1 Simon Geschke (Ger) Team Giant-Alpecin 50 pts
2 Benat Intxausti (Spa) Movistar Team 39
3 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL-Jumbo 37
4 Carlos Betancur (Col) AG2R La Mondiale 33
5 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team 23

Classifica giovani

1 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 38:31:38
2 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:02:58
3 Jan Polanc (Slo) Lampre-Merida 0:20:12
4 Esteban Chaves (Col) Orica GreenEdge 0:21:19
5 Francesco Bongiorno (Ita) Bardiani CSF 0:22:44.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.