Movistar 2015

Pochi cambiamenti nell’organico della Movistar 2015, ma aver trattenuto sia Valverde che Quintana con rinnovi contrattuali fino al 2017 è un grande colpo. La squadra spagnola resta una delle più solide e complete, capace di primeggiare soprattutto nei grandi giri ma anche in certe classiche senza dimenticare le crono, soprattutto a squadre dove ha una lunghissima tradizione vincente. 

Il ciclomercato si è limitato a quattro partenze ed altrettanti arrivi, lasciando il roster a 27 corridori. Non ci saranno più alcuni nomi storici della formazione, Ruben Plaza, passato alla Lampre, Josè Ivan Gutierrez e Francisco Ventoso, ed anche lo scalatore Sylwester Szmyd.

Gli arrivi più interessanti sono quelli del colombiano Winner Anacona, che sarà uno dei gregari più importanti per Quintana, e di Ruben Fernandez, il miglior talento spagnolo della nuova generazione, già vincitore del Tour de l’Avenir. Ci saranno anche lo spagnolo Marc Soler, un altro giovane emergente, e Rory Sutherland, esperto gregario arrivato dalla Tinkoff.

La vittoria di Valverde alla Roma Maxima
La vittoria di Valverde alla Roma Maxima

La Movistar 2015 continuerà a poggiare su Quintana e Valverde. Per il colombiano la stagione sarà incentrata sull’assalto al Tour de France, e vedremo se Valverde, dopo la primavera di classiche sulle Ardenne, cercherà un programma alternativo debuttando al Giro d’Italia. La squadra per i grandi giri è davvero forte, con l’arrivo di Anacona che farà salire ancora il livello andando ad aggiungersi ad altri scalatori forti come Anton, Gadret, Capecchi, Ion Izagirre, Javi Moreno, Intxausti. Ma pur essendo una squadra spagnola, e dunque tradizionalmente da montagne, la Movistar ha sempre fatto anche delle crono un suo punto di forza, come dimostra la vittoria della cronosquadre alla Vuelta Espana. La forza di specialisti come Malori, Castroviejo, Dowsett ma soprattutto il lavoro di insieme su tecnica e materiali fa la differenza in casa Movistar. Lo dimostra anche l’importante step che ha portato Malori tra i migliori al mondo in questa stagione.

Per le classiche ovviamente Valverde sarà il leader ed uno dei grandi favoriti nella settimana delle Ardenne, ma anche in altre corse a lui particolarmente congeniali come San Sebastian o il Lombardia. E ci aspettiamo di trovare più protagonista Visconti dopo il prolungato forfait della scorsa primavera, in appoggio a Valverde ma anche con qualche occasione per sè. Nella campagna del pavè la Movistar farà da outsider, se non da comprimaria. Ci saranno più chance invece nelle volate: a parte il solito Rojas che è garanzia più di piazzamenti che di vittorie, il giovane Lobato si è segnalato tra i velocisti emergenti più interessanti. Siamo curiosi di vedere come si evolverà nella prossima stagione.

Movistar 2015, l’organico

Amador Andrey
Anacona Winner
Anton Igor
Capecchi Eros
Castroviejo Jonathan
Dowsett Alex
Erviti Imanol
Fernandez Ruben
Gadret John
Herrada Jesús
Herrada José
Intxausti Beñat
Izagirre Gorka
Izagirre Ion
Lastras Pablo
Lobato Juan José
Malori Adriano
Moreno Javier
Quintana Nairo
Quintana Dayer
Rojas José Joaquín
Sanz Enrique
Soler Marc
Sutherland Rory
Sütterlin Jasha
Valverde Alejandro
Visconti Giovanni.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.