Giro di Polonia, terza tappa a Theo Bos

AL terzo giorno del Giro di Polonia ecco uno sprint pulito e una chiara vittoria di Theo Bos. L’ex campione della pista ha superato allo sprint Mezgec e Matthews, con Sacha Modolo che per la prima volta è andato a fare la volata in questa corsa segnando un discreto quarto posto.

La corsa è stata molto lineare, su un terreno pianeggiante e con un circuito finale a Rzszow, nella parte sud della Polonia dove la corsa si è trasferita dopo le prime due tappe al nord. Una fuga con Pawel Franczak (Poland), Mateusz Taciak (CCC), Salvatore Puccio (Sky) e Bjorn Thurau (Europcar) non ha messo in difficoltà il gruppo, che oggi non si è fatto giocare. La fuga è sempre rimasta sotto controllo e a 12 km dall’arrivo il gruppo ha annullato il tentativo.

La fuga con Salvatore Puccio
La fuga con Salvatore Puccio

E’ stata volata generale, senza un treno in grado di prendere decisamente le redini del gruppo. La Giant ha lanciato la volata per Mezgec, ma Modolo (Lampre) ha saputo inserirsi tra i gregari e il capitano dello sprinter sloveno. Il corridore della Lampre ha così preso lo sprint davanti ma senza esplodere la potenza dei giorni migliori. Mezgec e Bos (Belkin) l’hanno passato a centro strada con l’olandese che ha trovato un bello spunto per andare a vincere. Secondo posto per Mezgec, poi Matthews (Orica) che non ha ripetuto la bella volata di ieri, e Modolo, che comunque è tornato a sprintare un mese dopo il ritiro al Tour de France. Da segnalare nel finale una caduta di Lobato e Boivin.

In classifica Vakoc (Omega) resta al comando. Domani altra tappa per velocisti, poi giovedì e venerdì le montagne.

https://www.youtube.com/watch?v=pqAal46EkBQ

LE INTERVISTE

Theo Bos: “Oggi abbiamo volevamo cambiare strategia. Ieri avevamo tirato tanto, le strade erano molto larghe ed ho consumato molte energie. Nel finale non ero più così forte. Oggi volevamo rimanere più coperti, invece abbiamo visto che le strade erano molto più strette, così abbiamo deciso di stare davanti, abbiamo tenuto le posizioni grazie alle tante curve e alla fine ho risparmiato energia. Il circuito era veloce e nell’ultimo giro c’è stato da lottare. Sono contento della vittorie, qui c’è molta gente e questa è la vittoria più importante della mia stagione. A volte si corre in mezzo al nulla, qui invece c’è tanto pubblico e tutti sembrano felici quando ci vedono”

1. Theo Bos 3.39.27
2. Luka Mezgec
3. Michael Matthews
4. Sacha Modolo
5. Thor Hushovd
6. Tyler Farrra
7. Yauheni Hutarovich
8. Jonas Vangenechten
9. Davide Appollonio
10. Roberto Ferrari

Classifica generale

1. Petr Vakoc 14.50.55
2. Yauheni Hutarovich +0.27
3. Theo Bos
4. Roman Maikin +0.31
5. Luka Mezgec
6. Boris Vallee +0.33
7. Manuele Mori
8. Maciej Paterski +0.35
9. Gregorz Stepniak +0.37
10. Marco Haller.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *