Eneco Tour, una battaglia per Zdenek Stybar

E’ stata una vera battaglia la fase finale della seconda tappa dell’Eneco Tour. Una battaglia vinta da Zdenek Stybar, il ceco della Omega Pharma Quickstep che difende il titolo conquistato qui un anno fa. Doveva essere una tappa per velocisti, invece anche oggi c’è stata tanta bagarre, una fuga da lontano che ha rischiato di arrivare, diverse cadute e la pioggia nel finale. 

La fuga da lontano ha visto come protagonisti Brutt (Katusha), Van Melsen (Wanty) e Gougeard (AG2R). Il gruppo ha atteso parecchio prima di organizzare una vera rincorsa e così il terzetto è arrivato ad una trentina di km dal traguardo con ancora 4 minuti di vantaggio e delle chance di giocarsi il successo. La Belkin ha poi dato una vigorosa accelerata, proprio mentre Ton Dumoulin (Giant) era costretto a fermarsi per una foratura. L’olandese, uno dei grandi favoriti alla vittoria finale dell’Eneco Tour, è stato costretto ad una lunga rincorsa con i compagni di squadra e alla fine pur non rientrando ha limitato i danni ad una ventina di secondi di distacco.

Davanti i fuggitivi hanno dato una bella mano al rientro del gruppo: Van Melsen ha smesso di collaborare e Gougeard facendo un buco ha permesso a Brutt di andarsene da solo. Il russo ha continuato con un bel passo, ma chiaramente tutto solo non ha più avuto le energie per reggere alla rincorsa del gruppo. Una rincorsa davvero feroce quella della Belkin, che ha allungato e sfilacciato il plotone, spezzato anche da alcune scivolate, come quella di Trentin (Omega). Nel finale è arrivata anche la pioggia a scombinare ulteriormente la corsa. Brutt è stato raggiunto a 5 km dalla fine. Anche Boonen (Omega) e Gilbert (BMC) si sono messi nella mischia, così come Vanmarcke (Belkin) andato all’attacco nel finale. Ma i tentativi hanno finito per annullarsi a vicenda e la fiammata finale di Stybar ha messo tutti d’accordo. Il ceco ha battuto Boom e Vanmarcke, conquistando dieci secondi di abbuono e facendo capire di avere una grande condizione per portarsi nuovamente a casa questa corsa. Dei velocisti che oggi erano attesi a giocarsi la tappa nessuna traccia, spazzati via da una corsa davvero movimentata e frenetica nel finale.

https://www.youtube.com/watch?v=y_S9X-h4-dI

LE INTERVISTE

Zdenek Stybar: “La corsa è stata molto movimentata, con il pavè, la pioggia e il vento. Nel finale ci sono stati tanti attacchi. Sapevo che avrei avuto la mia occasione. Conoscevo il finale, sapevo di dover rispondere a Boom quando ha attaccato. Sono contnto per questa vitoria, ma per la classifica generale non significa niente. Ho quasi dimenticato di aver vinto qui un anno fa”

1 Zdenek Stybar (Cze) Omega Pharma – Quick-Step Cycling Team 4:06:15
2 Lars Boom (Ned) Belkin Pro Cycling Team
3 Sep Vanmarcke (Bel) Belkin Pro Cycling Team
4 Marco Marcato (Ita) Cannondale
5 Manuel Quinziato (Ita) BMC Racing Team
6 Roy Jans (Bel) Wanty – Groupe Gobert
7 Davide Appollonio (Ita) AG2R La Mondiale
8 Bauke Mollema (Ned) Belkin Pro Cycling Team
9 Julien Vermote (Bel) Omega Pharma – Quick-Step Cycling Team
10 Stig Broeckx (Bel) Lotto Belisol

Classifica generale

1 Zdenek Stybar (Cze) Omega Pharma – Quick-Step Cycling Team 8:20:39
2 Lars Boom (Ned) Belkin Pro Cycling Team 0:00:01
3 Sep Vanmarcke (Bel) Belkin Pro Cycling Team 0:00:06
4 Pavel Brutt (Rus) Team Katusha 0:00:07
5 Philippe Gilbert (Bel) BMC Racing Team 0:00:09
6 Marco Marcato (Ita) Cannondale 0:00:10
7 Nikolay Trusov (Rus) Tinkoff-Saxo
8 Roy Jans (Bel) Wanty – Groupe Gobert
9 Aidis Kruopis (Ltu) Orica Greenedge
10 Jens Keukeleire (Bel) Orica Greenedge.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *