Giro Valle d’Aosta, prologo a Diego Ochoa

E’ iniziato con un prologo serale il Giro Valle d’Aosta 2014, la più dura corsa a tappe del calendario dilettantistico. Un prologo impegnativo, 5100 metri con la parte finale in decisa salita verso il traguardo di Valgrisenche. A vincere è stato Diego Ochoa, l’ennesimo talento del vivaio colombiano, unico corridore sceso sotto il muro dei nove minuti. Il portacolori della 4-72 Colombia è partito tra i primi, concludendo la prova sotto la pioggia. Nonostante questo ha battuto l’americano Taylor Eisenhart, uno dei grandi favoriti della corsa, di 1”10, e il tricolore Davide Martinelli di quasi sei secondi. 

Il podio del prologo
Il podio del prologo

A seguire il norvegese Oskar Svendsen e il russo Alexsandr Foliforov, altri nomi tra i più attesi della corsa.

“Sapevo di avere una buona condizione oggi, non credevo di riuscire a prendere la maglia però” ha dichiaro Diego Ochoa “Spero domani di riuscire a difendere il primato, ma non voglio pensare troppo a lunga distanza: vedremo giorno per giorno quello che succederà”.

Domani il Giro Valle d’Aosta affronta il suo tappone, con l’arrivo di Cervinia preceduto dalla scalata del San Pantaleone. E’ lo stesso finale visto al Giro d’Italia due anni fa, con la vittoria di Amador, e che sarà riproposto anche nella prossima edizione.

Ordine d’arrivo.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *