Gianni Moscon al Palio del Recioto 2015

Il Palio del Recioto torna a parlare italiano grazie a Gianni Moscon, il nostro talento da classiche più promettente. Moscon ha superato in una volata a due sul traguardo di Negrar l’australiano Jack Haig.

Lo spettacolo del Palio del Recioto
Lo spettacolo del Palio del Recioto

Duranti (Overall Cycling Team), Gamba (Gavardo), Carboni (Unieuro) e Foti (Viris) hanno dato il via alle ostilità partendo all’attacco nelle fasi iniziali e raggiungendo 4 minuti di vantaggio. E’ stato il forcing di Jack Haig sulla salita di Santa Cristina a rimescolare le carte. L’australiano si è portato da solo al comando della corsa, con un gruppetto comprendente Moscon (Zalf), Petilli (Unieuro), Ciccone (Colpack) e Gabburo (General Store) lanciato all’inseguimento.

Haig ha superato anche l’ultima salita di Corrubbio da solo, ma nella discesa Moscon ha giocato il tutto per tutto andandolo a riprendere. Il trentino e l’australiano si sono così giocati la vittoria nell’arrivo di Viale Mazzini a Negrar. Haig è uscito davanti all’ultima curva, ma Moscon ha atteso gli ultimi 100 metri per piazzare il suo spunto e andare a vincere.

Terzo posto per Davide Gabburo che ha battuto il gruppetto degli inseguitori.

LE INTERVISTE

Volata senza storia per Gianni Moscon
Volata senza storia per Gianni Moscon

Gianni Moscon: “Avevo segnato questa data sul calendario, ci tenevo a fare bene e, dopo il quarto posto di Col San Martino, volevo prendermi una bella rivincita. Oggi la squadra si è presa la responsabilità dell’inseguimento alla fuga e io non potevo sbagliare. Quando ho visto che Haig era lì ho dato tutto per rientrare e in volata non ci sono stati problemi.”

Jack Haig: “Ero un pò stanco dopo le corse di ieri e di domenica. Questo era il mio primo Palio del Recioto, forse sono scattato un pò troppo presto in salita. Nello sprint con Moscon non potevo fare di più, lui ha dimostrato di essere più veloce di me”.

Davide Gabburo “Il Palio del Recioto per noi veronesi è una corsa speciale e anche per me è così. Qualche rimpianto c’è perchè sul GPM ho scollinato a pochi secondi da Moscon e Haig ma non ho trovato la collaborazione degli altri atleti che erano con me. Sono comunque felicissimo, per me è un sogno salire su questo podio così speciale”.

Ordine d’arrivo – 54° Gp Palio del Recioto – Mem. Cav. Sante Carradori:
1° Gianni Moscon (Zalf Euromobil Désiré Fior)
che compie i 143 km in 3h45’20” alla media dei 38,130 km/h
2° Jack Haig (Australia) a 2″
3° Davide Gabburo (General Store bottoli Zardini) a 20″
4° Filippo Fiorelli (Team CP 85)
5° Stefano Nardelli (Unieuro Wilier Trevigiani)
6° Giulio Ciccone (Team Colpack)
7° Simone Petilli (Uniero Wilier Trevigiani)
8° Edward Ravasi (Team Colpack)
9° Andrea Garosio (Team Colpack)
10° Simone Velasco (Zalf Euromobil Désiré Fior)

La classifica a squadre “Corsari del Palio”:
1^ Unieuro Wilier Trevigiani 76 p.
2^ Gavardo BI&Esse Carrera 73 p.
3^ Overall Cycling Team 53 p.

Premio speciale “Corsaro Nero” a: Giovanni Carboni (Unieuro Wilier Trevigiani)

Classifica a squadre “Recioto Sprint”: Team Ekoi.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *