Ciclismo del 4 luglio 2015

Giro d’Austria

Il Team Katusha ha vinto la cronosquadre d’apertura del Giro d’Austria. Sui 5.4 km del tracciato i Katusha hanno segnato 5’45”. Secondo posto per la MTN a 1”, poi BMC a 5” e Cofidis a 7”. La Bardiani ha concluso al 19° e penultimo posto a 26”.

Sibiu Cycling Tour

Alessio Taliani (Androni) ha vinto il tappone della corsa rumena Nell’arrivo in quota di Balea Lac ha staccato di 4” Parrinello. il compagno di squadra Tevcov e Finetto. In classifica Finetto comanda con 12” su Rebellin, 19” su Tvetcon e Taliani.

Coppa Agostoni, ecco le squadre

La Villa Reale di Monza ha ospitato la presentazione ufficiale della Coppa Agostoni 2015, in programma il 16 settembre, a pochi giorni dall’appuntamento iridato. Alla classica organizzata dallo Sport Club Lissone è confermata la presenza delle seguenti squadre: Nazionale Australia, Nazionale Italia, Astana, Movistar, Trek Racing, Lampre-Merida, Southeast, Androni – Sidermec, Bardiani – Csf, Colombia Coldeportes, Team Bora – Argon, CCC Sprandi, MTN Qhubeka, Novo Nordisk, Rusvelo, Wanty – Groupe Gobert, Caja Rural, MG K Vis-Norda, Unieuro-Wilier, Team Idea, GM Cycling Team, D’Amico – Bottecchia.

L’organizzazione sta trattando con altre squadre World Tour. Potrebbero esserci quindi anche Cannondale – Garmin, Team Sky, Lotto-Jumbo, Giant-Alpecin, Katusha, IAM Cycling. Il percorso sarà di 198 km, dalla Villa Reale di Monza a Lissone, con la classica salita del Lissolo come ultima difficoltà.

Nippo al Qinghai Lake

Mentre tutte le attenzioni sono concentrate sul Tour de France sta per partire anche una delle più importanti corse asiatiche, il Tour of Qinghai Lake in Cina. Ci sarà anche il Team Nippo Fantini De Rosa, insieme ad altre due formazioni italiane, la Lampre e la Southeast.

La Nippo ha scelto uno schieramento giovane: Mattia Pozzo, Nicolas Marini, Manabu Ishibashi, Shiki Kuroeda, Genki Yamamoto, Alessandro Malaguti, Antonio Viola.

Mario Manzoni guiderà il team in ammiraglia: “Sarà una corsa a tappe molto lunga e faticosa anche per via dei trasferimenti. Non bisogna quindi farsi prendere dalla fretta di vincere e sapersi risparmiare nelle tappe meno congeniali alle proprie caratteristiche per dare il meglio in quelle per noi importanti. Quel che è certo è che vogliamo essere grintosi e competitivi”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *