Ciclismo del 3 settembre 2015

La Vuelta riparte verso la Catalogna

Esaurite tutte le emozioni che ha regalato l’11^ tappa della Vuelta 2015 capace di ridisegnare la classifica generale con Fabio Aru nuova maglia rossa del primato, la corsa a tappe spagnola dovrebbe vivere una giornata di relativa calma con la Escaldes Engordany – Lleida, 173 km al via ancora da Andorra e traguardo posto il Catalogna.

Una delle ultime occasioni per i velocisti

Disegnata com’è, sembra una tappa che richiama all’opera i velocisti anche perché l’unica salita della giornata il Coll de Bóixols, è certamente duro (anche se nulla in confronto a quanto visto ieri), ma la vetta è a 120 chilometri dal traguardo e il resto è tutta discesa e pianura. Il tema tattico della tappa sembra scontato: una fuga sin dai primi chilometri che potrebbe prendere anche diversi minuti di vantaggio perché tutte le squadre, comprese quelle degli uomini veloci, cominciano ad essere stanche. Gli ultimi chilometri, con un gruppo eventualmente tutto unito, non presentano grandi difficoltà così come il rettilineo finale disegnato realmente per uno sprint e senza trabocchetti anche se tende a salire.

Donne, terza tappa del Boels Rental Ladies Tour

Oggi è in programma anche la terza tappa del Boels Rental Ladies Tour in Olanda. Dopo la doppietta della campionessa belga Jolien D’Hoore che anche a Tiel ha regolato il gruppo con una volata potente battendo Lucinda Brand e Christine Majerus (Marta Bastianelli sesta ed Elena Cecchini settima), un altro arrivo a Tiel con una frazione che si annuncia simile.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *