Ciclismo del 23 febbraio 2015

Contador: Voglio vivere la vita

In una bella intervista al giornale ABC Alberto Contador ha parlato di tutto, ciclismo e non, spiegando le ragioni del suo annuncio di ritiro al termine della prossima stagione. “Ho tanta passione per la bicicletta, ma anche per la vita, per fare tante cose a cui ho rinunciato. Voglio vivere la vita ed approfittare di ogni giorno come se fosse l’ultimo” ha raccontato Contador “nella mia vita tutto gira intorno alla bici ed arriva un momento in cui devi stabilire date e scadenze. Ad esempio non posso andare al Tour e non lottare per vincere. Me lo chiedo io e me lo chiede la gente. Voglio finire la carriera al top e credo che due anni vadano bene, molto bene”.

Froome, altra sfida a Contador

Dopo la spettacolare sfida alla Vuelta Andalucia ci saranno altri due confronti diretti tra Chris Froome e Alberto Contador. Entrambi saranno al via della Tirreno Adriatico, dove correranno anche Nibali e Quintana, ed ora il britannico ha aggiunto al suo programma anche la Vuelta Catalunya. Dopo Andalucia e Tirreno quindi sarà sfida diretta Froome – Contador anche al Catalunya.

Anche Cunego all’Amstel

L’Amstel Gold Race ha diramato i suoi ultimi inviti per la classica del prossimo 19 aprile. Al via ci saranno anche formazioni italiane, la Bardiani e la Nippo Fantini di Damiano Cunego, che l’Amstel l’ha vinta nel 2008. Le altre squadre invitate sono CCC Sprandi, MTN Qhubeka e Cult Energy. Già assegnate in precedenza le wildcard a Wanty Groupe Gobert (Gasparotto), Topsport e Roompot.

Navarro, frattura alla mano

La Vuelta Andalucia di Daniel Navarro è finita con un giorno d’anticipo: nella tappa di sabato il corridore spagnolo della Cofidis è caduto ed è stato costretto al ritiro. In un primo tempo si era parlato di frattura di ulna e radio, ma gli esami hanno invece evidenziato solo una frattura alla mano.

Oman senza alcune squadre nel 2016

La cancellazione della quinta tappa del Tour of Oman avrà alcuni strascichi. Eddy Merckx, che si occupa dell’organizzazione della corsa, ha fatto sapere che alcune squadre, evidentemente ritenute responsabili della cancellazione, non saranno invitate nella prossima edizione. “Il Ministro dello sport dell’Oman mi ha informato che ritengono di non invitare alcune squadre dopo l’azione di sabato” ha spiegato Merckx. Ricordiamo che la tappa era stata cancellata per una tempesta di vento e sabbia.

Il nostro parere è che in certe condizioni, come quelle trovate in Oman, non ci debbano essere dollari sufficienti per far correre pericoli ai corridori.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *