Ciclismo del 17 gennaio 2015

Bettini: “Non avrei lasciato la nazionale”

Dalle pagine della Gazzetta Paolo Bettini ha ripercorso la tormentata storia della squadra mai nata di Fernando Alonso. Il pilota di Formula Uno si era rivolto a Bettini per metterlo alla guida del progetto: “Dovevo costruire la squadra, i corridori, i direttori sportivi, il personale. Ho lavorato con entusiasmo, era una sfida appassionante. A fine marzo ero pronto, con una lista di nomi e un’idea di budget su indicazione di Alonso. Ma il suo lavoro è fare il pilota, sono iniziati i cambi in Ferrari che tutti sanno ed ha cominciato a muoversi per cambiare squadra. E’ stato un anno cruciale per la sua carriera e si è concentrato su questo. Avevo un contratto di due anni con opzione sul terzo ma non ci saranno conseguenze, non mi interessa. Ci siamo visti a dicembre, ci siamo lasciati bene, senza problemi”.

Anche se Bettini spiega di aver altri progetti in testa, non nasconde l’amarezza, soprattutto per aver lasciato l’ammiraglia della nazionale quando è stato chiamato da Alonso: “Se avessi saputo che il progetto non sarebbe andato in porto non avrei lasciato la nazionale, ma è un discorso inutile e non lo considero un anno perso”.

CDM, buona partenza azzurra

L’ultima prova di Coppa del Mondo su pista che si sta svolgendo in Colombia è iniziata bene per i colori azzurri. Il quartetto dell’inseguimento femminile composto da Frapporti, Bartelloni, Guderzo e Valsecchi ha fatto segnare il secondo miglior tempo nelle qualificazioni. Ora le azzurre se la vedranno in semifinale con l’Australia. Molto indietro invece il quartetto maschile, composto dai giovani Lamon, Consonni, Bertazzo e Scartezzini ha chiuso al 17° posto. Miglior tempo per l’Australia.

Scandolara vittoriosa in Australia

Con una fuga da lontano Valentina Scandolara ha vinto la prima tappa del Santos Women’s Tour, l’equivalente femminile del Tour Down Under. La corsa non è inserita nei calendari Uci ed è dunque un evento nazionale con quattro tappe di qualche decina di km.

Il Giro del Friuli guarda all’Austria

Potrebbe essere una partenza dall’Austria a salvare il Giro del Friuli Venezia Giulia per dilettanti, in programma dal 5 al 9 maggio. La corsa è una delle poche gare a tappe rimaste nel calendario italiano dilettantistico, ma l’effettiva permanenza dipende dai contributi pubblici e dagli sponsor che l’Associazione organizzatrice riuscirà ad ottenere. La partenza dall’Austria sarebbe la prima per la storia della corsa, giunta alla sua 52° edizione.

Unieuro verso la presentazione

Il team continental Unieuro Wilier Trevigiani sarà presentato ufficialmente il 29 gennaio all’hotel Globus City di Forlì.

godrieGp Guerciotti

Nel classico ciclocross all’Idroscalo di Milano vittoria di Stan Godrie davanti al campione in carica Vandekinderen e Budding.

Giro d’Egitto

Continua il dominio incontrastato della Skydive Dubai alla corsa a tappe egiziana. Nella terza tappa Haddi ha preceduto il compagno Palini che gli aveva tirato lo sprint. La corsa si è decisa con una volata di una decina di corridori, tra cui anche Francisco Mancebo, altro uomo Skydive, che resta al comando della classifica.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.