Ciclismo del 2 ottobre 2014

Un’altra tragedia: addio Timothy

Ancora un incidente mortale in allenamento, l’ennesimo. Timothy Porcelli, 17enne juniores del Team LVF è morto ieri per un incidente sulle stra di Pieve di Bono. Porcelli stava rientrando a casa dopo un allenamento seguito in auto dal padre, quando si è scontrato con un camioncino che proveniva in direzione opposta. Inutili i soccorsi, Timothy è morto sul colpo. Alla famiglia, gli amici, il team , le nostre più sentite condoglianze: RIP Timothy.

Tour de l’Eurometropole

Vittoria in volata di Arnaud Demare nella prima tappa. Il corridore della FDj ha battuto Petit, Keukeleire, Farrar e Danny Van Poppel.

Il Tour de France in Belgio

La presentazione del percorso del Tour de France 2015 avverrà il 22 ottobre, ma già ora circolano molte notizie sul percorso. Dopo la partenza dall’Olanda con il prologo di Utrecht già ufficializzato, la corsa dovrebbe passare anche Belgio con tappe a Liegi e Seraing.

Cunego lascia la Lampre

Dopo una storia ormai decennale è arrivata ai titoli di coda la permanenza di Damiano Cunego alla Lampre. “I suoi agenti ci hanno detto di aver ricevuto molte offerte, penso che sia un bene per lui cambiare squadra” ha dichiarato il Team manager della Lampre, Brent Copeland.

Coledan alla Trek

Marco Coledan correrà nella prossima stagione con la Trek. Per il passista veneto una bella occasione per valorizzare le sue qualità di cronomen e pistard. Quest’anno Coledan ha corso prevalentemente su pista, raccogliendo un bel quinto posto ai Mondiali nell’inseguimento individuale.

Busato alla Neri

Dopo una lunga carriera tra under e team continental arriva la meritata chiamata da una squadra professional per Matteo Busato. Il corridore di Castelfranco Veneto correrà la prossima stagione con la Neri Yellowfluo.

Tricolori su pista

Nella penultima giornata al Velodromo di Montichiari sono stati assegnati otto titoli. Nel km da fermo i titoli sono andati a Francesco Ceci (Open) e Stefano Moro (juniores). La coppia Vece – Bissolati ha conquistato il tricolore della velocità a squadre juniores, mentre Andreotti – Cucinotta hanno vinto tra le elite. L’inseguimento ha riproposto Sofia Bertizzolo, la nostra unica medaglia ai Mondiali di Ponferrada, tricolore davanti all’altra azzurra Katia Ragusa. Tra le elite Silvia Valsecchi ha superato Tatiana Guderzo. Infine la corsa a punti ha visto il successo di Francesco Lamon su Bertazzo e Coledan nella categoria open e di Federico Orlandi tra gli juniores.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.