Giro di Lombardia 2014

5 ottobre Giro di Lombardia 2014

Elenco partenti – Anche se si pedalerà fino a metà ottobre ed anche un po’ oltre, è il Giro di Lombardia che chiude tradizionalmente il cerchio del ciclismo che conta. Il Lombardia 2014 proporrà ancora un nuovo percorso, molto più leggero ed aperto rispetto al passato. Si tornerà a Bergamo con lo strappo verso la Città Alta che sarà decisivo per le sorti della classica. Tanti i campioni al via: da Valverde a Contador, ai due volte vincitori Gilbert e Rodriguez fino all’iridato Kwiatkowski. Purtroppo niente Lombardia per Nibali, richiamato in Kazakistan dalla Astana per correre il Tour of Almaty.

Giro di Lombardia 2014, il percorso

Giro di Lombardia 2014, l'altimetria
Giro di Lombardia 2014, l’altimetria

E’ un percorso completamente ridisegnato rispetto a quello delle ultime tre edizioni. La partenza stavolta è fissata a Como, con il classicissimo Ghisallo dopo appena una cinquantina di km. Una posizione un po’ troppo secondaria per la salita simbolo della corsa e per un luogo così amato dal popolo del ciclismo. La fase centrale della corsa è pianeggiante, con un primo passaggio a Bergamo verso metà corsa. Da qui sarà un su e giù per le valli bergamasche. Dopo lo strappo del Colle dei Pasta la corsa comincerà a muoversi con la salita di Colle Gallo. E’ però il successivo Passo Ganda la salita più dura della corsa. E’ una salita di quasi 10 km con pendenze che negli ultimi 3 km hanno una media sul 10%. E’ il punto più duro della corsa, anche se saremo ancora a più di 60 km dall’arrivo. Una squadra forte e con più possibilità come la Katusha potrebbe però provare un’azione a sorpresa.

Giro di Lombardia 2014, planimetria
Giro di Lombardia 2014, planimetria

Lo strappo di Bracca e il facile Berbenno porteranno verso la parte finale del Giro di Lombardia. Scollinato il Berbenno ci saranno ancora una ventina di km di discesa e pianura per tornare a Bergamo. Il trampolino di lancio ideale verso l’arrivo sarà lo strappo verso la Città Alta, circa un km all’8% con punte al 12% e un tratto di pavè. Uno strappo molto scenografico, al cui culmine mancheranno poco più di tre km per scendere all’arrivo di Piazza Matteotti.

E’ un percorso più leggero rispetto al precedente, che probabilmente racchiuderà quasi tutti i suoi aspetti agonistici nell’estremo finale sullo strappo di Bergamo Alta.

Giro di Lombardia 2014, la cronotabella

Giro di Lombardia 2014, le salite
Giro di Lombardia 2014, le salite
Giro di Lombardia 2014, il finale
Giro di Lombardia 2014, il finale

Giro di Lombardia 2014 – I favoriti

Passaggio al Ghisallo un anno fa
Passaggio al Ghisallo un anno fa

Il percorso un po’ più morbido favorisce indiscutibilmente Alejandro Valverde. Immaginiamo che sullo strappo finale ci sarà la stoccata di uno dei campioni, e potranno restare davanti quattro o cinque corridori che andranno a giocarsi il successo in volata a scanso di colpi di mano nella breve discesa finale. Ma potrebbe anche uscire una corsa meno selettiva, con un gruppetto di 10-15 corridori a giocarsi il successo allo sprint. Valverde può vincere con una fiammata in salita o con uno sprint ristretto, ha carte per entrambe le soluzioni.

Joaquim Rodriguez avrebbe senz’altro preferito il vecchio percorso, sul quale staccò Valverde un anno fa. Sullo strappo di Bergamo Alta sarà difficile per Purito togliere di mezzo il connazionale e rivale, ma la forza dimostrata dalla Katusha alla Milano Torino sarà un’arma determinante per cercare di portare la corsa dalla sua parte. Con Moreno e Caruso i russi potranno muovere la corsa prima di arrivare al finale e costringere Valverde e gli altri big a qualche errore o a sprecare energie. Per questo assegniamo anche a Moreno e Caruso delle chance di risultato pieno.

Immaginiamo poi Gilbert e il Campione del Mondo Kwiatkowski come i corridori più pericolosi per Valverde. Sono abbastanza veloci e fortissimi sui cambi di ritmo, le doti ideali per un percorso come questo. Per Contador e Aru, grandi protagonisti alla Milano Torino, il percorso sembra troppo morbido per poter fare la selezione di cui avrebbero bisogno, ma saranno senz’altro nel finale a provarci.

Possiamo aspettarci poi di vedere tra i protagonisti Rui Costa, Frank Schleck, Tony Gallopin, Tom Dumoulin, Daniel Martin, Samuel Sanchez, Michael Albasini. Ed anche Diego Rosa se farà una corsa più accorta rispetto alla Milano Torino, dove ha dimostrato di avere una grande condizione. Il percorso più facile apre in ogni caso le possibilità a più corridori, quindi il pronostico è molto più incerto rispetto al Lombardia degli ultimi anni.

Ricordiamo che ci sarà una lotta nella lotta tra Contador e Valverde per il primato della classifica World Tour: Contador è in testa con 14 punti di vantaggio sul connazionale. Questo sarà il penultimo round, la conclusione poi al Tour of Beijing della prossima settimana.

Giro di Lombardia 2014 – Tv e streaming

Rai Tre trasmetterà il Lombardia in diretta dalle ore 15. L’arrivo è previsto intorno alle 17. Lo streaming sarà disponibile su raisport.rai.it. Ricordiamo anche la trasmissione del Piccolo Lombardia organizzato dal Velo Club Oggiono per la serata di sabato 4 su Rai sport 2 alle 22,30.

Giro di Lombardia 2014 – Il programma

Como – Piazza Cavour
ore 9.00 – 10.15 Ritrovo di partenza, firma foglio
ore 10.20 Incolonnamento e sfilata cittadina
ore 10.25 Partenza Piazzale Camerlata (trasferimento mt. 3.400)

Bergamo
ore 17.10 Arrivo – Piazza Matteotti.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.