Tour of Oman 2016, sei tappe da ricordare

Dal 16 al 21 febbraio torna il Tour of Oman 2016, corsa a tappe organizzata da ASO che vedrà al via tanti big

Se RCS comincia la sua stagione organizzativa con il Dubai Tour, ASO risponde con il Tour of Oman 2016: sei tappe dal 16 al 21 febbraio prossimo con un percorso che ricalca quello degli ultimi anni, un misto tra tappe veloci e di alta montagna. E con il grande caldo che attende gli atleti, per molti sarà un bel banco di prova in vista di quello che li attende nel 2016.

Al via Nibali, Porte, Dumoulin e Kristoff

Sono molti i big che hanno deciso di partecipare al Tour of Oman 2016, a cominciare da Vincenzo Nibali che appena rientrato dall’Argentina dove ha esordito nel Tour de San Luis ha confessato di avere riscontrato sensazioni positive. Non punterà alla classifica finale, il siciliano dell’Astana, ma anche per lui devono arrivare risposte confortanti. Con lui al via anche Richie Porte, che invece ha cominciato già ad andare forte con la nuova maglia della BMC tanto da vincere una tappa al Tour Down Under. E in Oman avrà al suo fianco in squadra anche Greg Van Avermaet. Al via tra gli altrui anche Tom Dumoulin (Giant Alpecin), battuto solo da Fabio Aru nell’ultima Vuelta Espana e sicura stella al prossimo Giro d’Italia. Inoltre sono già annunciati il francese Romain Bardet, Alexander Kristoff, Manuel Rui Costa e Domenico Pozzovivo.

Sei tappe con un arrivo in salita vero

Le prime tre tappe del Tour of Oman 2016 sembrano dedicate ai velocisti: martedì 16 febbraio la Oman Exhibition Center – Al Bustan (145,5 km), il 17 la Omantel Head Office – Quriyat (162 km) e il 18 la Al Sawadi Beach – Naseem Park (176,5 km). La classifica finale si dovrebbe scrivere con la quarta tappa, la Knowledge Oasis Muscat – Jabal Al Akhdhar (Green Mountain) di 177 km: rispetto alle ultime edizioni la salita finale, già di pe5r sé tosta, è stata allungata di quasi 2 km, con pendenza media superiore al 10%. E anche le ultime due frazioni, Yiti – Ministry of Tourism (119,5 km) di sabato 20 e The Wave Muscat – Matrah Corniche (130,5 km) di domenica 21 febbraio sono mosse.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *