Tour Down Under 2014

La BMC alla presentazione delle squadre del Tour Down Under 2014
La BMC alla presentazione delle squadre del Tour Down Under 2014

21 – 26 gennaio Tour Down Under 2014 – Si apre il sipario sul World Tour. Come nelle ultime stagioni è l’Australia la prima tappa del calendario mondiale con il Tour Down Under 2014. Una corsa inizialmente tutta per velocisti, ma che con il passare degli anni ha cominciato ad inserire qualche piccola difficoltà per favorire lo spettacolo. In ogni caso su sei tappe almeno tre saranno certamente per velocisti, e le altre tre per scattisti o corridori veloci in grado di reggere le piccole salite.

All’interno tutte le notizie sul Tour Down Under 2014: 1° tappa: si corre regolarmente. Le interviste a Kittel e Greipel.

Download starting list Tour Down Under 2014

Tour Down Under 2014 – I corridori

L’attesa è soprattutto per il grande duello tra velocisti Kittel – Greipel. Quest’ultimo ha già vinto al Tour Down under ben 14 tappe, ed anche la classifica generale quando la corsa era più facile. E’ la corsa di Greipel, insomma, e la Lotto porta qui i pezzi pregiati del treno, come Roelandts e Sieberg. Diamo dunque a Greipel un leggero vantaggio sul giovane connazionale. Non sarà comunque solo Greipel – Kittel, perchè il livello è altissimo per quanto riguarda i velocisti. Ci saranno infatti anche Goss, Matthews, Renshaw, Viviani, Ferrari, Van Poppel, Sutton, Rojas e Andrea Guardini che aspettiamo ad una stagione di rilancio dopo il difficile inserimento nei meccanismi di uno squadrone come la Astana.

Per la classifica pur essendo la prima corsa dell’anno, e dunque senza veri riferimenti, indichiamo un favorito secco e cioè Simon Gerrans. Ai campionati australiani ha vinto e convinto, e un percorso con brevi salitelle come questo è disegnato su misura per un corridore da classiche come lui. La Orica oltretutto avrà uno schieramento fortissimo, agguerrito e con corridori già in buone condizioni come visto nelle piccole gare nazionali di inizio gennaio. Nelle tappe più difficili e nelle posizioni alte della classifica attendiamo poi Cadel Evans, la coppia della Sky Porte – Thomas, Rohan Dennis, Robert Gesink. Sarebbe un ottimo percorso anche per molti italiani, come Gasparotto, Ulissi, Gavazzi e Visconti, per lasciare almeno un segno in una tappa, ma bisognerà valutare la condizione in questo periodo che per la loro stagione è molto prematuro. Saranno da seguire anche il rientro di Frank Schleck dopo la squalifica per doping, e il debutto dell’iridato under 23 Mohoric, un predestinato. In Cannondale debutta anche Alberto Bettiol, secondo noi il miglior neopro azzurro.

Tour Down Under 2014 – Il percorso

Sono sei tappe di cui tre o quattro per velocisti, e altre occasioni per scattisti, senza nessuna grande salita. Da ricordare anche che si correrà con un caldo da Tour de France, con temperature che potranno anche arrivare ai 40 gradi.

Martedì 21 gennaio 1° tappa Nuriootpa – Angaston, 135 km – Tappa in circuito, con tre giri di cui l’ultimo prevede una deviazione per affrontare una salitella. Qualche velocista che non digerisce nessuna salita come Kittel potrebbe restare attardato, per gli altri ci dovrebbe essere l’occasione di sprintare. La tappa è stata sul punto di essere cancellata per gli incendi hanno colpito il territorio nei dintorni della città di arrivo, ma l’organizzazione ha infine confermato che si correrà regolarmente.

Tour Down Under 2014, 1° tappa
Tour Down Under 2014, 1° tappa

Mercoledì 22 gennaio 2° tappa Prospect – Stirling, 150 km – Tappa con finale in leggera salita, per corridori scattisti come Gerrans.

Tour Down Under 2014, 2° tappa
Tour Down Under 2014, 2° tappa

Giovedì 23 gennaio 3° tappa Norwood – Campbelltown, 145 km – Un salitella non troppo distante dall’arrivo potrebbe portare ad una volata con un gruppo un po’ sfoltito.

Tour Down Under 2014, 3° tappa
Tour Down Under 2014, 3° tappa

Venerdì 24 gennaio 4° tappa Unley – Victor Harbor, 148.5 km – Nessuna difficoltà rilevante in questa quarta tappa che si concluderà con un volatone.

Tour Down Under 2014, 4° tappa
Tour Down Under 2014, 4° tappa

Sabato 25 gennaio 5° tappa McLaren Vale – Willunga, 151.5 km – E’ la tappa più dura, quella decisiva per la classifica. Gerrans, Porte, Evans e speriamo Ulissi si giocheranno il successo finale.

Tour Down Under 2014, 5° tappa
Tour Down Under 2014, 5° tappa

Domenica 26 gennaio 6° tappa Adelaide – Adelaide, 95 km – Finale in circuito cittadino per un’altra bella volata.

Tour Down Under 2014, 6° tappa
Tour Down Under 2014, 6° tappa

Tour Down Under 2014 – Tv e streaming

La corsa australiana sarà trasmessa in differita serale da Rai sport 2. Tutti gli orari saranno aggiornati sulla nostra pagina Ciclismo in tv dove si potranno anche trovare i siti che trasmettono il ciclismo in streaming.

Tour Down Under 2014 – Social network

TwitterFacebook.

Tour Down Under 2014 – Le interviste

Giant Shimano – Il grande duello Kittel – Greipel è il leit motiv del Tour Down Under, come si è visto nel criterium di domenica 19 che ha anticipato la vera e propria corsa. Un criterium di 50 km per le strade di Adelaide vinto da Kittel davanti all’avversario e connazionale. “Marcel sta già molto bene, lo ha dimostrato ieri vincendo il criterium. Ora vedremo come andrà in una corsa a tappe” spiega il Ds della Giant Shimano, Eddy Engels “Abbiamo due obiettivi, portare Kittel in volata e provare con Geschke nelle tappe più dure. Il percorso del Tour Down Under è diventato ogni anno più impegnativo e stavolta ci saranno occasioni per tutti i tipi di corridori”.

Kittel inizia la corsa australiana senza troppe pressioni: “E’ la prima corsa dell’anno, per essere onesto voglio solo fare un buon inizio. Prenderò le opportunità che vengono”.

Lotto Belisol – Quattordici vittorie di tappa, due nella classifica generale. Il Tour Down Under è proprio la corsa di Andrè Greipel. “Per me ormai è una tradizione cominciare da qui, sarà la mia settima partecipazione consecutiva” conferma il velocista tedesco atteso al duello con Kittel “Ho dei bei ricordi. La corsa è diventata ogni anno un po’ più difficile. Sono in Australia da due settimane, mi sono potuto allenare bene. Potrebbe essere molto caldo, ma per me il caldo non è un problema”.

“Per noi è una corsa importante, prima si comincia a vincere e meglio è per tutta la squadra, per togliere la pressione” spiega il Ds Herman Frison “Cercheremo di vincere subito. In teoria vedo tre opportunità per una volata. Abbiamo una squadra forte, Greipel è il leader e Debusschere e Roelandts saranno gli ultimi uomini prima per lanciarlo. Roelandts potrà provare nelle tappe più dure. La classifica non è un nostro obiettivo, ma non sarebbe la prima volta che qualcuno che non parte favorito arriva in alto. Qui in Australia ci siamo allenati al caldo, è sempre piacevole lavorare con il bel tempo, anche se in Belgio finora è stato un inverno mite. Abbiamo passato i primi giorni per abituarci al fuso orario poi abbiamo fatto allenamenti anche di cinque ore al giorno”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *