News Ciclismo, Quintana difende Nibali cacciato dalla Vuelta

Nairo Quintana voleva un altro finale

Il caso dell’esclusione di Vincenzo Nibali dalla Vuelta 2015 per decisione della giuria che ha giudicato eccessiva la spinta ricevuta dal siciliano grazie all’ammiraglia dell’Astana tiene ancora banco e in suo soccorso arriva anche uno dei rivali più accreditati per la classifica generale, Nairo Quintana, che avrebbe voluto battere in corsa e non grazie al suo addio.

Lo fanno tutti, ma è stato scorretto

Quintana prima che partisse la quarta tappa della Vuelta 2015 ha detto la sua: “Anche altre squadre fanno lo stesso, ma Nibali è un corridore importante ed è anche normale che tutte le telecamere fossero su di lui”. E poi ha allargato il discorso: “La notizia dell’espulsione di Nibali non è una bella cosa e non si può augurare a nessuno una cosa del genere. Ma è stata una decisione dei giudici, hanno interpretato il regolamento e per questo credo che abbiano fatto la cosa giusta perché comunque esistono delle regole che tutti noi dobbiamo rispettare”.

Appuntamento sulle montagne

Il colombiano della Movistar ha anche ammesso che il caldo dei primi giorni è stato certamente un fattore ma lui ha lavorato molto per arrivare in forma all’appuntamento con la corsa spagnola e promette battaglia già dalle prossime tappe quando la strada ricomincerà a salire. Resta da capire in casa Movistar se le gerarchie siano già state stabilite oppure se Valverde vorrà fare la sua corsa.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.