Usa Pro Challenge 2014, i video

24 agosto, 7° tappa Usa Pro Challenge 2014 – La corsa americana si chiude con un serrato sprint che ha visto primeggiare Alex Howes (Garmin). Jens Voigt, all’ultimo giorno da corridore, è stato anche oggi grande protagonista. Il tedesco si è inserito nella fuga della prima ora, poi ha attaccato di nuovo, ma il gruppo, ridotto ad una quarantina di unità, è andato a prenderlo a 9 km dall’arrivo. Ci hanno poi provato anche Zoidl e Poljanski, ma la BMC ha portato il gruppo verso la volata. E’ stato un arrivo da fotofinish, con Howes che ha superato nelle ultime pedalate Rejinen e Kohler. Viviani è rimasto staccato e non ha potuto così sprintare. La classifica finale è confermata con Van Garderen vincitore per il secondo anno consecutivo, accompagnato sul podio da Tom Danielson e dalla sorpresa Sergei Tvetcov, con Majka quarto.

https://www.youtube.com/watch?v=eh8oSyeb4Yk

23 agosto, 6° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Tejay Van Garderen ha ribadito la sua superiorità nella tappa decisiva della Usa Pro Challenge, la cronoscalata di Vail. Su un percorso in morbida salita, perfetto per un passista scalatore come lui, Van Garderen ha rifilato distacchi pesanti, lasciando Danielson a 53”, Tvetcov a 1’08”, Majka a 1’29”. Basso ha chiuso anche oggi nelle retrovie, a quasi 5 minuti. La classifica generale vede ora Van Garderen sicuro della vittoria finale, con 1’32” su Danielson, 1’45” su Tvetcov, mentre Majka scende dal podio a 1’49”. Al termine manca solo l’ultima tappa pianeggiante.

https://www.youtube.com/watch?v=-SsqpaLgImM

22 agosto, 5° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Arriva la fuga da lontano nella quinta tappa. Nel finale il lussemburghese Laurent Didier (Trek) ha anticipato Acevedo e Britton cogliendo il successo. Van Garderen e Majka, primi due della classifica, sono arrivati insieme ad un minuto e mezzo, mentre Hermans ha perso più di un minuto e il terzo posto della generale. In classifica ora Van Garderen continua a guidare con 20” su Majka, mentre al terzo posto sale Tvetcov a 37” e Danielson è 4° a 39”.

https://www.youtube.com/watch?v=DlauNoX_qjA

21 agosto, 4° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Impresa sfiorata per Jens Voigt nella quarta tappa in Colorado. Il tedesco alla sua ultima corsa in carriera si è inserito nella prima fuga di giornata e poi ha attaccato nuovamente a 40 km dall’arrivo andandosene da solo. Un’azione entusiasmante, nel perfetto stile Voigt, che è sembrata andare a segno. Ma negli ultimi km il gruppo ha trovato la collaborazione necessaria con rapide tirate in doppia fila, e all’ultimo km Voigt è stato raggiunto. Viviani ha quindi vinto largamente la volata, muovendosi bene dietro agli avversari per poi partire con uno spunto imperioso. Kohler ha finito secondo davanti a Tvetcov. La classifica resta con Van Garderen in testa, Majka a 20”, Hermans a 23” e Danielson a 34”.

https://www.youtube.com/watch?v=3eRD_4TLwT0

20 agosto, 3° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Tejay Van Garderen prenota la vittoria finale aggiudicandosi l’arrivo in salita di Monarch Mountain. La salita finale, lunga ma abbastanza dolce, non ha permesso attacchi davvero importanti. C’è stata la classica selezione da dietro, finchè all’ultimo km Van Garderen ha spezzettato i resti del gruppo dei migliori con una bella trenata cui il solo Majka ha resistito. Il polacco però non è riuscito a contendere il successo a Van Garderen che ha così conquistato tappa e maglia. In classifica Van Garderen guida con 20” su Majka, 23” su Hermans e 34” su Danielson.

https://www.youtube.com/watch?v=CXe7dUh_Hl4

19 agosto, 2° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Tappa difficile per le condizioni atmosferiche, la seconda della Usa Pro Challenge. La corsa è stata neutralizzata per alcuni minuti quando mancavano 11 km all’arrivo e i corridori pedalavano sotto la pioggia in un tratto sterrato. Il fuggitivo Robin Carpenter, ultimo reduce di una fuga partita nelle fasi iniziali, e il gruppetto degli inseguitori con i corridori più forti, sono stati fermati in un tratto di discesa e poi fatti ripartire dopo qualche minuto. Carpenter ha così ripreso forza dopo la sosta, guadagnando qualche secondo nella restante parte di discesa e reggendo al rientro del gruppo nei 3 km finali in salita. All’ultimo km Van Garderen ha attaccato seguito da Howes, ma non è bastato per vincere la tappa, con Carpenter che ha mantenuto una manciata di metri di vantaggio. Van Garderen ah comunque guadagnato 8” su Danielson, il rivale numero uno per la classifica finale, e 20” su un Majka che comincia ad accusare la fatica di una stagione massacrante. In classifica ora comanda Howes con 11” su Hermans, 12” su Van Garderen, 13” su Busche e 22” su Danielson.

https://www.youtube.com/watch?v=kF4054AC4VA

18 agosto, 1° tappa Usa Pro Challenge 2014 – Grande battaglia e niente volata nella prima tappa della corsa in Colorado. La tappa era breve, un centinaio di km, un po’ ondulata, ma soprattutto è stata affrontata con grande animosità. Prima una fuga di sette corridori che la Cannondale ha provato a tenere sotto controllo, poi un attacco di Voigt, all’ultima corsa della carriera. Il gruppo si è spezzato in più parti e nel finale lo spagnolo Mejias si è presentato da solo. Ma è stato rimontato da Rejinen (Unitedhealthcare) che è andato a vincere su Howes (Garmin). Il gruppo con gli uomini di classifica è arrivato a 12”, con Van Garderen, Schleck, Majka. E’ arrivato nelle retrovie invece Leopold Konig, ed anche Basso e Viviani, quest’ultimo favorito di giornata, non sono riusciti a rimanere nel primo gruppo arrivando ad un paio di minuti.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *