Tour of Britain 2014, i video

14 settembre 8° tappa 2° semitappa Tour of Britain 2014 – Si conclude con la sfida più attesa della corsa, quella ad altissima velocità tra Kittel e Cavendish. Kittel partendo dalla testa ha resistito al tentativo di ritorno di Cavendish che ha cercato di uscire dalla scia senza però trovare la velocità sufficiente a compiere il sorpasso. Una grande sfida comunque. E bel terzo posto di Ruffoni, con un’altra volata davvero notevole. La classifica finale è di Dylan Van Baarle con 10” su Kwiatkowski e 22” su Wiggins, bel quarto posto di Edoardo Zardini.

https://www.youtube.com/watch?v=gT0phgySsQs

14 settembre 8° tappa 1° semitappa Tour of Britain 2014 – La corsa si conclude con due semitappe, una crono di 8 km e una tappa in linea pianeggiante, tutto a Londra. Nella crono è Bradley Wiggins ad imporsi con 8” su Chavanel, 9” su Cummings, 14” su Barta, 15” su Brandle e 16” su Kwiatkowski. Il leader della classifica Van Baarle ha salvato la sua maglia per soli 10” dall’assalto di Kwiatkowski. Wiggins sale al 3° posto a 22”, poi un ottimo Zardini a 37”.

https://www.youtube.com/watch?v=iMkl4pedZpk

13 settembre 7° tappa Tour of Britain 2014 – Ancora un colpo di scena al Tour of Britain. Anche la settima tappa è stata appannaggio di una fuga da lontano che ha rimescolato nuovamente la classifica. Julian Vermote (Omega) ha staccato nel finale i compagni di fuga Konovalovas e Van Baarle, andando a vincere la tappa. Ma Van Baarle è passato al comando della classifica generale, con il gruppo arrivato in ritardo di 1’20”, e l’ex leader Alex Dowsett molto più indietro dopo essersi staccato sull’ultima cote di giornata. La classifica vede ora Van Baarle al comando con 19” su Kwiatkowski, 25” su Zardini, 35” su Roche, mentre Wiggins è a 47”. Domani la crono di 8 km e una semitappa pianeggiante in linea per chiudere, con Kwiatkowski che potrebbe avere lo spazio per compiere l’ultimo sorpasso.

https://www.youtube.com/watch?v=Pj0y_FUCSOM

12 settembre 6° tappa Tour of Britain 2014 – Incredibile doppietta di Mathias Brandle. Il corridore della Iam ha vinto anche oggi approfittando di una fuga che ha scombinato la classifica generale. Il gruppo ha lasciato più di nove minuti ad un terzetto composto da Brandle, Dowsett e Stewart. Il forcing finale del gruppo, con anche Cavendish a fare il gregario al capoclassifica Kwiatkowski, non è bastato e i tre sono arrivati con Brandle che è andato a conquistare la tappa davanti a Dowsett e Stewart. Il gruppo è arrivato a 1’51”, con Colbrelli davanti a Ruffoni e Swift. In classifica passa al comando Dowsett con 34” su Kwiatkowski, 40” su Zardini e 50” su Roche.

https://www.youtube.com/watch?v=DiaSRThBRZs

11 settembre 5° tappa Tour of Britain 2014 – Arriva la fuga nella quinta tappa. Mathias Brandle (Iam) ha staccato nel finale i compagni di fuga Archbold, Wynants e Stauff, andando a vincere la tappa. Sonny Colbrelli ha vinto la volata del gruppo a 14” per il quarto posto, davanti a Swift e Zabel junior. La classifica è rimasta immutata, con Kwiatkowski al comando con 3” su Zardini, 14” su Teuns e Roche, 23” su Izagirre, 27” su Wiggins.

http://www.youtube.com/watch?v=ytSt1lteysw

10 settembre 4° tappa Tour of Britain 2014 – Torna al successo Michal Kwiatkowski in un movimentato finale della quarta tappa del Tour of Britain. Una fuga da lontano da cui sono sopravvissuti Albert Timmer e Jack Bauer ha rischiato di far saltare il banco. Il gruppo si è spezzettato in una cote a un paio di km dall’arrivo, poi Kwiatkowski è ha piazzato la sua stoccata nelle ultime centinaia di metri andando a vincere. Secondo posto per Timmer su Teuns, Bauer, Izagirre e Roche. Nel secondo gruppo a 6” sono arrivati anche Zardini, Colbrelli e Battaglin. In classifica passa al comando Kwiatkowski con 3” su Zardini e 14” su Teuns, Wiggins è a 27”, Konig a 29”.

http://www.youtube.com/watch?v=9tpelwMP8Ns

9 settembre 3° tappa Tour of Britain 2014 – La tappa più dura del Tour of Britain parla italiano grazie ad Edoardo Zardini (Bardiani). Lo scalatore di Peschiera del Garda ha attaccato nelle fasi iniziali dell’ultima salita, a 4 km dall’arrivo. Roche è poi uscito dal gruppo superandolo, ma imprevedibilmente si è piantato nel finale e Zardini l’ha di nuovo saltato facilmente a poco più di un km dall’arrivo. Kwiatkowski è arrivato secondo a 9”, poi Roche e Teuns a 11”, Wiggins e Visconti a 14”. Un po’ più indietro Chavanel a 32”. Zardini guida anche la classifica generale con 13” su Kwiatkowski e 17” su Roche, mentre Wiggins è a 24”. La vittoria finale si deciderà probabilmente nella crono di domenica dove Kwiatkowski e Wiggins avranno ottime chance.

Edoardo Zardini: “Un successo incredibile del quale fatico ancora a credere. Sapevo di stare bene oggi, nelle settimane precedenti mi ero preparato molto bene e oggi ci credevo. La squadra è stata superlativa tutti i miei compagni hanno aiutato me e Bongiorno a prendere la salita finale davanti. Avevamo parlato con Roberto Reverberi di attaccare fin da sotto e io c’ho subito provato appena la strada ha iniziato a salire. Sono sempre salito con un piccolo margine perché sapevo che dietro potevano rientrare. Quando Roche mi ha ripreso, sono riuscito a sfruttare quel margine messo via e ad un km con la strada che spianava sono ripartito a tutta. Da lì a blocco fin sotto al traguardo. Riguardo la maglia gialla di leader vediamo giorno per giorno come andrà, la crono finale è da specialisti e dietro a me ce ne sono diversi di fama mondiale”

https://www.youtube.com/watch?v=DcsEABAfuMw

8 settembre 2° tappa Tour of Britain 2014 – Sfreccia Mark Renshaw nella seconda tappa del Tour of Britain. Con Cavendish ammaccato dalla caduta di ieri è toccato all’australiano fare la volata per la Omega. Chavanel e Dowsett hanno provato a colpire con un’azione da finisseur che però non è andata a segno. Swift è partito lunghissimo nella sua volata offrendo così a Renshaw, abile a piazzarsi alla sua ruota, un facile sorpasso nel finale. Terzo posto per Bennett, poi Farrar e Zabel junior. Kittel è arrivato a più di tre minuti. In classifica passa al comando Renshaw con 4” su Swift e Ruffoni.

https://www.youtube.com/watch?v=wNrUik_Wlwk

7 settembre 1° tappa Tour of Britain 2014 – Prima sfida Kittel – Cavendish a favore del tedesco. Sul traguardo della breve tappa pianeggiante di Liverpool la Giant ha spianato perfettamente la strada a Kittel, dalla cui ruota ha provato ad uscire Nicola Ruffoni. Il giovane velocista della Bardiani non ha potuto completare la rimonta ma è stato protagonista di una volata fantastica che l’ha portato in seconda posizione non troppo distante da Kittel. Cavendish, caduto ad inizio tappa, ha perso qualche posizione nella preparazione dello sprint, a provato a rimontare ma senza andare oltre il terzo posto. Cavendish è dolorante ad un quadricipite dopo essere finito contro un’ammiraglia nella fasi iniziali, quando stava rientrando in gruppo e nella coda delle macchine una frenata ha portato allo scontro.

https://www.youtube.com/watch?v=rrQ-b7Lqdzw

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *