Tour 2015, Romain Bardet a Saint Jean de Maurienne

E’ ancora una giornata da fuga nella seconda tappa del poker alpino. Stavolta è Romain Bardet a festeggiare, con un’azione simile a quella di Simon Geschke di ieri. Dietro al redivivo francese non è mancata la battaglia tra i big della classifica, anche se alla fine i più forti sono arrivati tutti assieme e nelle prime otto posizioni nulla è cambiato. Per Froome una giornata in meno verso il trionfo finale, anche grazie ad una Movistar non così aggressiva come ci si poteva attendere.

Già al primo km sono cominciati gli scatti che hanno portato alla formazione di una folta fuga con: Fuglsang (Astana), Bardet, Bakelants e Riblon (AG2R), Pinot (FDJ), Kreuziger e Rogers (Tinkoff), Anacona e Castroviejo (Movistar), Caruso e Dennis (BMC), De Gendt (Lotto-Soudal), Preidler (Giant-Alpecin), J. Rodríguez (Katusha), Matthews e S.Yates (Orica-GreenEdge), Rolland, Gautier, Sicard e Voeckler (Europcar), Arredondo e Jungels (Trek), Plaza (Lampre-Merida), Talansky, Hesjedal e Martin (Cannondale-Garmin), Clement (LottoNL-Jumbo), Barta (Bora-Argon 18) e Pauwels (MTN-Qhubeka).

Rodriguez ne ha approfittato per conquistare tutti i Gpm di seconda e terza categoria disseminati nella fase iniziale e centrale del percorso. Giant e Trek hanno dato una grossa mano alla Sky di Froome nel fare il ritmo in testa al gruppo, cosicchè il vantaggio non è mai lievitato oltre i 4-5 minuti, complice anche la presenza in fuga di corridori pronti a saltare nella top ten. Il gigante della tappa, il col du Glandon, ha regalato un bello spettacolo. Davanti Bardet è partito all’attacco trovando solo la resistenza di Anacona. Dietro Barguil (Giant) ha innescato una sequenza di attacchi con anche Gesink (Lotto NL) e soprattutto Contador (Tinkoff Saxo), deciso a riscattare la sfortunata tappa di ieri. Ma dopo aver guadagnato 40 secondi, la reazione del gruppo con l’attacco di Nibali ha riportato lo spagnolo a tiro. Valverde ha sofferto il Glandon, costringendo di fatto Quintana a correre sulla difensiva per non compromettere il doppio podio della Movistar fin qui acquisito. Così al Gpm Contador è passato con solo una manciata di secondi di vantaggio sul gruppetto Quintana – Froome – Nibali, e con Valverde leggermente attardato ma pronto a rientrare in discesa. Anche Contador ha dovuto desistere e le emozioni sono passate tutte sulla lotta per la vittoria di tappa.

Lo spettacolo dei Lacets de Montvernier
Lo spettacolo dei Lacets de Montvernier

Bardet ha fatto uno show scendendo dal Glandon e costruendo un bel vantaggio con cui ha attaccato l’ultima difficoltà, la spettacolare sequenza di fitti tornantini dei Lacets de Montvernier. Il francese ha gestito perfettamente la situazione e dietro nessuno ha trovato le gambe e il coraggio per infastidirlo. Troppo tardivo il tentativo di rimonta di Rolland, costretto ad accontentarsi del secondo posto.

Contador ha provato ad insistere sui Lacets de Montvernier, chiedendo di forzare i tempi a Majka, ma poi è stato ancora Nibali a fare l’azione più bella ormai in prossimità dello scollinamento. Froome ha perso qualche metro, ma poi la situazione si è subito ricomposta anche grazie al solito infinito Geraint Thomas. Così gli uomini di classifica sono arrivati assieme, se non Mollema attardato di una ventina di secondi, e l’unica novità della top ten è stata l’ingresso di Bardet che risale in decima piazza.

Al termine mancano ancora due tappe di montagna brevi ma durissime: lo spazio per attaccare Froome ci sarebbe ancora ma la Movistar sembra intenzionata ad accettare la situazione acquisita con il doppio podio Quintana – Valverde, e semmai le emozioni potrebbero arrivare da Contador e Nibali che sembrano i più vogliosi e coraggiosi.

1 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 5:03:40
2 Pierre Rolland (Fra) Team Europcar 0:00:33
3 Winner Anacona (Col) Movistar Team 0:00:59
4 Bob Jungels (Lux) Trek Factory Racing
5 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team
6 Serge Pauwels (Bel) MTN – Qhubeka 0:01:01
7 Cyril Gautier (Fra) Team Europcar 0:01:50
8 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team
9 Andrew Talansky (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:01:55
10 Warren Barguil (Fra) Team Giant-Alpecin 0:03:02

Classifica generale

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 74:13:31
2 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:03:10
3 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team 0:04:09
4 Geraint Thomas (GBr) Team Sky 0:06:34
5 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:06:40
6 Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:07:39
7 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team 0:08:04
8 Mathias Frank (Swi) IAM Cycling 0:08:47
9 Bauke Mollema (Ned) Trek Factory Racing 0:12:06
10 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:13:02.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.