Tour 2015, Rodriguez firma il Muro di Huy

Brividi ed emozioni a non finire anche nella terza tappa del Tour de France 2015. Joaquim Rodriguez ha messo la sua firma sul Muro di Huy, un traguardo da classica perfettamente tagliato sulle sue misure, e Chris Froome è tornato a vestire la maglia gialla due anni dopo il suo trionfo parigino. Tutto dopo una tappa rocambolesca. 

Il percorso si snodava tutto in Belgio, con il finale sulle strade classiche della Freccia Vallone. Subito se ne sono andati in quattro, Nauleau (Europcar), Elmiger (IAM), Barta (Bora), Pauwels (MTN). Ma il quartetto non ha guadagnato granchè, con il gruppo sempre attento e i grandi a vigilare nelle prime posizioni. Con la fuga ormai sul punto di essere raggiunta, la corsa ha vissuto una svolta drammatica a poco più di 50 km dall’arrivo. Bonnet (FDJ) ha innescato una spaventosa caduta colpendo la ruota del corridore che pedalava davanti a lui. L’ammucchiata a sessanta all’ora è stata terribile. Anche Cancellara (Trek) e Rui Costa (Lampre) sono rimasti coinvolti, ma sono riusciti a ripartire, mentre per Tom Dumoulin (Giant), Gerrans (Orica) e Kozontchuk (Katusha), il Tour è finito così.

La corsa neutralizzata
La corsa neutralizzata

La giuria ha deciso per una pressochè inedita neutralizzazione della corsa comunicando che le ambulanze erano tutte impegnate con i corridori caduti: per questo mancando i termini di sicurezza previsti dal regolamento la macchina del direttore di corsa ha fermato il gruppo. Tutti i corridori ripartiti sono rientrati e la corsa è ripartita dopo qualche minuto.

Ma Cancellara ha chiarito di non essere in condizione di lottare: ai primi accenni di bagarre si è staccato, ha faticato per rientrare e poi ha mollato definitivamente a 20 km dall’arrivo. Davanti la Tinkoff di Contador ha fatto corsa di testa con Bennati e Tosatto fortissimi in pianura e poi Majka che ha tirato per tutta la cote de Cherave, l’ultima difficoltà di giornata prima del finale sul muro di Huy. Ma anche Froome con la sua Sky si è sempre mantenuto ben vigile, e Nibali ha trovato una Astana più compatta rispetto a ieri.

Ma è stato Giampaolo Caruso (Katusha) ad imprimere un gran ritmo all’attacco del Muro di Huy, l’ultimo km con pendenze da capogiro, il classico arrivo della Freccia Vallone. Joaquim Rodriguez ha atteso la seconda parte del Muro, poi ha accelerato e uno dopo l’altro tutti gli avversari si sono dovuti togliere di mezzo. Froome ha però reagito con insospettabile brillantezza, tenendo testa ad un grimpeur scattista puro come Purito.

Lo spagnolo è andato a vincere ma Froome ha impressionato arrivandogli di fatto a ruota, con la mezza sorpresa Vuillermoz (AG2R) a seguire, e Daniel Martin (Cannondale) al quarto posto. A 1” il gruppetto con gli altri uomini di classifica, con Van Garderen (BMC), Quintana (Movistar) Nibali (Astana), da cui Contador ha perso le ruote nel finale accusando 18” di ritardo. Male Valverde, dato come favorito numero uno di giornata, e molto male Pinot (FDJ), che già sulla cote de Cherave ha cominciato a perdere terreno accusando poi un minuto e mezzo di passivo, davvero tanto. E questo Tour che sembrava disegnato per i francesi, senza crono e con tanta montagna, sta invece diventando davvero indigesto a Pinot e soci con queste tappe così tecniche e difficili.

Ora la maglia gialla passa a Froome, che beffa per 1” Tony Martin: il tedesco ha provato a tenere duro contando sulle cadute di Cancellara e Dumoulin per prendersi la maglia gialla, ma la grande prestazione di Froome gli ha tolto la gioia di vestire i simboli del primato. Froome guida con distacchi già importanti: Van Garderen è a 13′, ma Contador oggi abbastanza appannato nel finale è già a 36”, Quintana e Nibali oltre il minuto e mezzo. E questa è la situazione con cui si arriva alla temuta tappa del pavè.

Classifica di tappa

1 Joaquim Rodriguez (Spa) Team Katusha 3:26:54
2 Christopher Froome (GBr) Team Sky
3 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:04
4 Daniel Martin (Irl) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:00:05
5 Tony Gallopin (Fra) Lotto Soudal 0:00:08
6 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:00:11
7 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team
8 Simon Yates (GBr) Orica GreenEdge
9 Nairo Quintana (Col) Movistar Team
10 Bauke Mollema (Ned) Trek Factory Racing
11 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team
12 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:00:18
13 Julian Arredondo (Col) Trek Factory Racing 0:00:19
14 Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:00:22
15 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team
16 Jean-Christophe Peraud (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:24
17 Warren Barguil (Fra) Team Giant-Alpecin
18 Julien Simon (Fra) Cofidis, Solutions Credits 0:00:28
19 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step 0:00:34
20 Pierre Rolland (Fra) Team Europcar 0:00:36
21 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale
22 Louis Meintjes (RSA) MTN – Qhubeka
23 Cyril Gautier (Fra) Team Europcar
24 Ryder Hesjedal (Can) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:00:40
25 Andrew Talansky (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team
26 Tony Martin (Ger) Etixx – Quick-Step
27 Peter Sagan (Svk) Tinkoff-Saxo
28 Eduardo Sepulveda (Arg) Bretagne-Séché Environnement 0:00:45
29 Daniel Navarro (Spa) Cofidis, Solutions Credits
30 Merhawi Kudus Ghebremedhin (Eri) MTN – Qhubeka
31 Zdenek Stybar (Cze) Etixx – Quick-Step 0:00:52
32 Adam Yates (GBr) Orica GreenEdge 0:01:00
33 Giampaolo Caruso (Ita) Team Katusha 0:01:05
34 Jan Bakelants (Bel) AG2R La Mondiale 0:01:08
35 Samuel Sanchez (Spa) BMC Racing Team 0:01:10
36 Geraint Thomas (GBr) Team Sky
37 Luis Angel Mate (Spa) Cofidis, Solutions Credits
38 Rui Costa (Por) Lampre-Merida 0:01:13
39 Tiago Machado (Por) Team Katusha
40 Haimar Zubeldia (Spa) Trek Factory Racing 0:01:15
41 Paul Voss (Ger) Bora-Argon 18 0:01:20

Classifica generale

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 7:11:37
2 Tony Martin (Ger) Etixx – Quick-Step 0:00:01
3 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:00:13
4 Tony Gallopin (Fra) Lotto Soudal 0:00:26
5 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:00:28
6 Peter Sagan (Svk) Tinkoff-Saxo 0:00:31
7 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step 0:00:34
8 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:00:36
9 Geraint Thomas (GBr) Team Sky 0:01:03
10 Zdenek Stybar (Cze) Etixx – Quick-Step 0:01:04
11 Warren Barguil (Fra) Team Giant-Alpecin 0:01:07
12 Bauke Mollema (Ned) Trek Factory Racing 0:01:32
13 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team 0:01:38
14 Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:01:39
15 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo 0:01:51
16 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team
17 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:01:56
18 Joaquim Rodriguez (Spa) Team Katusha 0:02:00
19 Michal Kwiatkowski (Pol) Etixx – Quick-Step 0:02:02
20 Daniel Martin (Irl) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:02:06
21 Jean-Christophe Peraud (Fra) AG2R La Mondiale 0:02:07
22 Alexis Vuillermoz (Fra) AG2R La Mondiale 0:02:26
23 Andrew Talansky (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:02:39
24 Julien Simon (Fra) Cofidis, Solutions Credits 0:02:45
25 Leopold Konig (Cze) Team Sky 0:02:52
26 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:02:54
27 Thibaut Pinot (Fra) FDJ.fr 0:02:58
28 Samuel Sanchez (Spa) BMC Racing Team
29 Gorka Izagirre (Spa) Movistar Team 0:03:10
30 Rui Costa (Por) Lampre-Merida .

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.