Tour 2014, Marcel Kittel a Londra

All’interno classifiche, video e 9 interviste – Imbattibile Marcel Kittel! Il tedesco della Giant Shimano si prende con grande autorità anche la terza ed ultima tappa britannica del Tour 2014, quella con arrivo a Londra. Uno sprint davvero regale, da nuovo padrone delle volate, dopo un bel lavoro della squadra. Secondo posto per Sagan davanti a Renshaw. Per Vincenzo Nibali è passata senza problemi la prima giornata in maglia gialla.

E’ stata una classica tappa da volata del Tour de France. Tanta lotta per le posizioni, nervosismo e pericoli, accentuati dal lungo attraversamento di Londra nel finale e da un po’ di pioggia.

Barta e Bideau in fuga
Barta e Bideau in fuga

Nelle prime battute se ne sono andati in fuga Bideau (Bretagne) e Barta (NetApp), ma il gruppo non ha mai lasciato grande spazio. Le squadre degli uomini di classifica e dei velocisti hanno badato a tenere davanti i propri capitani e la corsa così è venuta veloce ma senza cambi di ritmo eccessivi.

Il finale è stato davvero difficile per le curve, gli spartitraffici continui, con 20 km da pedalare nella città di Londra accompagnati dalla pioggia. Nibali e Contador hanno pedalato a lungo in testa guidati dai rispettivi compagni, con Froome invece stranamente defilato.

Jan Barta ha dimostrato di averne molto di più rispetto al compagno di fuga e nel finale ha retto quasi da solo il peso dell’azione, fino ad andarsene quando però ormai il gruppo era sul punto di rientrare. Rientro che è puntualmente avvenuto a 6 km dall’arrivo, con una spettacolare battaglia tra i treni che ha visto prevalere la Giant. I compagni di Kittel sono riusciti ad avere la meglio sulla Lotto di Greipel che si è dispersa e la Omega che ha provato a riorganizzarsi su Renshaw. Ma negli ultimi 2 km i Giant sono stati decisamente più abili lanciando perfettamente Kittel sul rettilineo finale con Sagan a ruota. L’esito di uno sprint preparato tanto bene è stato scontato, con Kittel che ha esploso la sua volata irresistibile e gli altri che non hanno potuto far altro che accodarsi per i piazzamenti. Una volata regale, a centro strada senza lasciare possibilità di replica agli avversari. Sagan ha difeso la seconda posizione nell’ombra del tedesco, poi Renshaw e il giovane Coquard che sta ben figurando in questo inizio Tour.

Nessun distacco e nessun problema per gli uomini di classifica. Vincenzo Nibali porta dunque senza indugi la sua maglia gialla in Francia, da dove domani il Tour riparte per un’altra frazione da velocisti prima dell’attesissima tappa con il pavè.

LE INTERVISTE

Marcel Kittel: “Emotivamente è una vittoria vicina a quella di Parigi dello scorso anno. Sapevo di poter vincere, ma non c’è mai la certezza. E’ fantastico vincere qui con questa folla. Mi piace questa atmosfera. E’ stato uno degli sprint più veloci che abbia mai fatto. Il mio treno ha fatto un grande lavoro. ho perso le ruote una volta, ma Timmer mi ha riportato dentro. La pioggia era pericolosa, sono rimasto molto concentrato. Ho vinto due tappe finora, ma non ho degli obiettivi precisi per un numero di vittorie, vedremo giorno per giorno”

Koen De Kort: “Come avevamo previsto siamo andati in testa a 3 km dall’arrivo. Era difficile comunicare, dovevamo gridare, ma la folla gridava più forte di noi. Allora siamo andati d’istinto. La pioggia ha reso tutto più difficile ma ognuno ha portato a termine il suo compito ed abbiamo messo Kittel nella posizione migliore per sprintare”

Peter Sagan: “Speravo di vincere, ma bisogna riconoscere che Kittel è fortissimo, il più forte di tutti i velocisti. Sono contento di non essere caduto, il finale con la pioggia era molto pericoloso. Se Coquard è un rivale per la maglia verde? Vedremo, dipenderà soprattutto da quanto riuscirà a fare alla distanza, Parigi è ancora molto lontana”

nibali-gialloVincenzo NIbali: “E’ incredibile quanta gente ci sia sulle strade. Londra ci ha accolto in maniera straordinaria. Con i miei compagni abbiamo passato una bella prima giornata in maglia gialla, la corsa è andata bene. Ci sono state delle alleanze con altre squadre che avevano interesse ad andare a riprendere la fuga. Alla fine è piovuto ma non era così pericoloso. Molto diverso sarebbe se piovesse mercoledì sul pavè. Spero che i miei tifosi in Italia siano contenti di vedermi in maglia gialla”

Chris Froome: “Non sarebbe stato un inizio britannico senza un po’ di pioggia! Il finale è stato difficile. Sono state tre giornate buone per noi, non abbiamo avuto incidenti e non abbiamo perso tempo. Domani penso che sarà una giornata simile ad oggi”

Philippe Mauduit, Ds Tinkoff: “E’ stata una tappa bellissima considerando il contesto. Gli organizzatori inglesi hanno fatto un eccellente lavoro. Il finale è stato una battaglia per la posizione, anche per colpa della pioggia. Contador non ha corso nessun rischio nonostante le tante curve e l’asfalto scivoloso. Domani ci aspettiamo un’altra tappa classica da volata”

Jan Barta: “Ho fatto il massimo, non potevo resistere di più al ritorno del gruppo. Mi ricorderò a lungo di questa giornata. Noi abbiamo un leader per la classifica, Konig, e faremo tutto per lui. Ma se ci sarà l’occasione di entrare in un’altra fuga sarà per andare fino in fondo”

Laurens Ten Dam: “Gli ultimi due giorni erano stati duri ed oggi siamo andati un po’ più tranquilli. Devo ammettere che è stato bello. Certo il finale è stato frenetico, avrei preferito fosse asciutto, ma è così che va. Quando siamo entrati in città mi ha ricordato la tappa del 2009 quando si arrivava a Barcellona”

Merijn Zeeman, Ds Belkin: “E’ stata una buona giornata per noi, gli ultimi 25 km erano un po’ pericolosi per la pioggia, ma conoscevamo il percorso, i nostri uomini sanno cosa fare in caso di pioggia ed hanno tenuto davanti Mollema. Tanto di cappello per questo. Il nostro obiettivo principale in queste tre tappe era di sopravvivere e ce l’abbiamo fatta. Gli ultimi tre giorni sono stati una campagna promozionale straordinaria per il ciclismo”

1 Marcel Kittel (Ger) Team Giant-Shimano 3:38:30
2 Peter Sagan (Svk) Cannondale
3 Mark Renshaw (Aus) Omega Pharma-Quick Step
4 Bryan Coquard (Fra) Team Europcar
5 Alexander Kristoff (Nor) Team Katusha
6 Danny Van Poppel (Ned) Trek Factory Racing
7 Heinrich Haussler (Aus) IAM Cycling
8 José Joaquin Rojas Gil (Spa) Movistar Team
9 Romain Feillu (Fra) Bretagne – Seche Environnement
10 Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team
11 Zakkari Dempster (Aus) Team Netapp-Endura
12 Ramunas Navardauskas (Ltu) Garmin – Sharp
13 Samuel Dumoulin (Fra) AG2R La Mondiale
14 Arnaud Demare (Fra) FDJ.fr
15 Michael Albasini (Swi) Orica Greenedge
16 Michal Kwiatkowski (Pol) Omega Pharma-Quick Step
17 Davide Cimolai (Ita) Lampre – Merida
18 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team
19 Adrien Petit (Fra) Cofidis, Solutions Credits
20 Gregory Henderson (NZl) Lotto-Belisol

Classifica generale

1 Vincenzo Nibali (Ita) Astana Pro Team 13:31:13
2 Peter Sagan (Svk) Cannondale 0:00:02
3 Michael Albasini (Swi) Orica Greenedge
4 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team
5 Christopher Froome (GBr) Team Sky
6 Bauke Mollema (Ned) Belkin Pro Cycling
7 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo
8 Alejandro Valverde Belmonte (Spa) Movistar Team
9 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto-Belisol
10 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale
11 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team
12 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team
13 Jean-Christophe Péraud (Fra) AG2R La Mondiale
14 Tiago Machado (Por) Team Netapp-Endura
15 Rui Alberto Costa (Por) Lampre – Merida
16 Mikel Nieve Iturralde (Spa) Team Sky
17 Haimar Zubeldia Agirre (Spa) Trek Factory Racing
18 Richie Porte (Aus) Team Sky
19 Tony Gallopin (Fra) Lotto-Belisol
20 Michal Kwiatkowski (Pol) Omega Pharma-Quick Step
21 Andrew Talansky (USA) Garmin – Sharp
22 Geraint Thomas (GBr) Team Sky 0:00:16
23 Thibaut Pinot (Fra) FDJ.fr
24 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team
25 Nicolas Roche (Irl) Tinkoff-Saxo
26 Mathias Frank (Swi) IAM Cycling
27 Tom Dumoulin (Ned) Team Giant-Shimano
28 Christopher Horner (USA) Lampre – Merida
29 Laurens Ten Dam (Ned) Belkin Pro Cycling
30 Yury Trofimov (Rus) Team Katusha.

Classifica a punti

1 Peter Sagan (Svk) Cannondale 117 pts
2 Marcel Kittel (Ger) Team Giant-Shimano 90
3 Bryan Coquard (Fra) Team Europcar 88
4 Alexander Kristoff (Nor) Team Katusha 47
5 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 40.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *