De Jongh: La Tinkoff vuole vincere per Basso

Il Tour de France è ripartito oggi per il trittico pirenaico senza Ivan Basso. Il campione varesino è tornato a Milano dove ha già sostenuto le prime visite e domani sarà operato per il tumore al testicolo. E’ un Basso che sta affrontando questo momento difficile da vero campione, con grande serenità e determinazione, e non dubitiamo che tutto andrà bene e presto sarà pronto a riprendere la vita di sempre: “Mi opero domani, sarà una bella giornata” ha dichiarato Ivan.

Ma intanto la corsa va avanti, al Tour de France si torna a pedalare e la Tinkoff Saxo correrà anche per Ivan Basso. “Ieri è stata una giornata molto difficile per noi” ha dichiarato stamani alla partenza da Tarbes il Ds della Tinkoff Steven de Jongh “Cercheremo di trasformarlo in una motivazione. Dobbiamo voltare pagina e restare concentrati sulla corsa. Portare Contador in maglia gialla a Parigi per Ivan è una grande motivazione”.

Ma poi appunto bisogna pensare alla corsa e allora ecco un po’ considerazioni più tecniche dal Ds di Contador: “E’ la prima tappa di montagna e penso che vedremo una bella lotta tra i grandi favoriti, Froome, Quintana, Van Garderen, Nibali e naturalmente Contador. Alberto sta bene, penso che sia in una condizione buona per affrontare le montagne”.

De Jongh, da ex Ds della Sky, sa bene quale sarà la strategia della squadra della maglia gialla: “MI aspetto un attacco da Froome, la Sky cercherà di impostare un ritmo molto sostenuto per eliminare gli avversari. Potrebbe non essere il giorno migliore per noi per andare all’attacco. Potrebbe essere migliore domani”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *