Tony Martin, terzo titolo nella crono

Tony Martin
Tony Martin

E’ stata una splendida cavalcata la cronometro di Tony Martin verso il terzo titolo Mondiale consecutivo. Il campione tedesco ha dimostrato di avere una marcia in più degli avversari rispettando il pronostico. La corsa è stata comunque appassionante nonostante la superiorità di Martin, grazie a soprattutto ad un Cancellara che pur non avendo preparato questa prova ha dato sfoggio della sua classe.

http://www.youtube.com/watch?v=wGl3urwQ7ks

Martin e Cancellara sono passati a pari tempo al primo intermedio sulla salitella di Serravalle. Poi il tedesco ha ingranato una marcia in più nel lungo tratto a lui più congeniale, quello con i rettilinei pianeggianti che hanno portato la corsa verso Firenze. Cancellara è apparso un po’ più a disagio rispetto alle sue esibizioni migliori e non ha espresso la straripante potenza di altre cronometro. Un Cancellara in “assetto da salita”, preparato a puntino per la corsa di domenica, magro e fortissimo quando la strada sale. Martin è volato via prendendo una trentina di secondi di vantaggio, mentre da dietro è risalito Wiggins, autore di una partenza a rilento che ha condizionato tutta la sua prova. Nella fase centrale e finale il britannico è cresciuto, pur non dando l’impressione di forza della passata stagione. Abbastanza comunque per superare in extremis Cancellara per appena 2” e prendersi la medaglia d’argento. Tutto a debita distanza da Tony Martin che festeggia il suo terzo titolo confermandosi punto di riferimento della specialità, un trono che sembra destinato a durare ancora a lungo.

Bel quarto posto per Kiriyenka, un risultato che valorizza la medaglia di bronzo conquistata un anno fa dal bielorusso, passata come exploit isolato. Sottotono Phinney, solo quinto ad oltre due minuti, mentre interessante la prova del giovane danese Quaade, uno specialista che potrà portarsi ancora più a ridosso dei grandissimi. E bene sono andati gli azzurri, entrambi nei dieci. Per entrambi una crono in crescita, soprattutto per Malori che era partito fin troppo prudentemente: alla fine Pinotti è 7° subito davanti al parmense.

1 Tony Martin (Germany) 1:05:36.65
2 Bradley Wiggins (Great Britain) 0:00:46.09
3 Fabian Cancellara (Switzerland) 0:00:48.34
4 Vasil Kiryienka (Belarus) 0:01:26.01
5 Taylor Phinney (United States of America) 0:02:08.00
6 Rasmus Christian Quaade (Denmark) 0:02:36.33
7 Marco Pinotti (Italy) 0:02:41.92
8 Adriano Malori (Italy) 0:02:51.07
9 Gustav Larsson (Sweden) 0:02:58.47
10 Kanstantsin Siutsou (Belarus) 0:02:59.54.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.