Giro 2015, Elia Viviani a Genova

All’interno le classifiche: Pozzovivo in ritardo – Elia Viviani rompe il ghiaccio con il Giro d’Italia. Dopo due edizioni piene di sfortuna il velocista veronese ha centrato il primo traguardo quest’anno, con un gran sprint a Genova. Secondo Hofland, poi Greipel, partito un po’ presto come anche Matthews in un traguardo in costante ascesa che ha ingannato diversi corridori.

La prima tappa in linea del Giro 2015 è andata nel solco previsto. Nei primi km è partita una fuga con Frapporti (Androni), Lindeman (Lotto Jumbo), Owsian (CCC), Zhupa (Southeast) e Berlato (Nippo Fantini). Quattro corridori di squadre invitate in fuga come è logico che sia. La corsa si è stabilizzata nei lunghi chilometri sulla spettacolare riviera ligure, con dapprima la Orica e poi anche Giant e Trek a tirare. Nel finale poi, all’ingresso del circuito di una decina di km da ripetere due volte nel centro di Genova, Contador ha preso decisamente in mano la situazione con tutta la sua Tinkoff. Lo spagnolo ha evitato così le diverse cadute che si sono susseguite e che hanno visto coinvolti anche Colbrelli, Haussler e Pelucchi e che hanno costretto diversi gruppettini ad inseguire, con anche Van den Broeck e Pozzovivo in ritardo.

Michael Matthews è la nuova maglia rosa
Michael Matthews è la nuova maglia rosa

Ad una decina di km dall’arrivo i Tinkoff hanno riportato il gruppo sui fuggitivi, finchè a 3 km dall’arrivo gli uomini di Contador hanno potuto lasciare il campo alle squadre dei velocisti. E’ stata una battaglia testa a testa senza veri e propri treni, come era prevedibile. La Orica ha preso davanti il lunghissimo rettilineo finale in costante salita, ma con soli due uomini si è trovata subito scoperta. La Lampre ha cercato di organizzarsi per Modolo, ma il velocista veneto è stato tagliato fuori da un contatto con Nizzolo. E’ stato allora Greipel a uscire prepotentemente allo scoperto, ma su un arrivo duro come questo ha premiato l’attesa. Hofland e Viviani si sono nascosti alle spalle del tedescone aspettando fino all’ultimo e il guizzo finale del veronese è andato a segno. Prima vittoria al Giro per Elia, una vittoria più che meritata per quanto seminato in questi anni e per come ha gestito questo sprint, con classe e intelligenza. Bravo comunque Hofland al secondo posto, mentre Greipel deve accontentarsi del terzo davanti a Mezgec, Petacchi e Nizzolo.

La maglia rosa passa sulle spalle di Michael Matthews, grazie al settimo posto ottenuto oggi. Domani si continua con una tappa più difficile, con la salita di Barbagelata a rendere più incerto il finale di Sestri Levante.

Pozzovivo in ritardo – Le tante cadute negli ultimi 30 km hanno spezzato in più parti il gruppo. Solo un’ottantina di corridori hanno composto il primo gruppo al traguardo. Tra i ritardatari il nome più importante per la classifica è stato Domenico Pozzovivo, arrivato a 1’09” così come il polacco Niemiec. Un inizio ad handicap per il lucano, che spesso ha problemi in queste tappe pianeggianti di inizio Giro in cui non ha il pelo e la destrezza per districarsi.

https://www.youtube.com/watch?v=Fpbn8KymFaQ&feature=youtu.be

1 Elia Viviani (Ita) Team Sky 4:13:18
2 Moreno Hofland (Ned) Team LottoNL-Jumbo
3 André Greipel (Ger) Lotto Soudal
4 Luka Mezgec (Slo) Team Giant-Alpecin
5 Alessandro Petacchi (Ita) Southeast Pro Cycling
6 Giacomo Nizzolo (Ita) Trek Factory Racing
7 Michael Matthews (Aus) Orica GreenEdge
8 Davide Appollonio (Ita) Androni Giocattoli
9 Daniele Colli (Ita) Nippo – Vini Fantini
10 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team
11 Grega Bole (Slo) CCC Sprandi Polkowice
12 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team
13 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo
14 Bartlomiej Matysiak (Pol) CCC Sprandi Polkowice
15 Alexander Porsev (Rus) Team Katusha
16 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step
17 Simon Clarke (Aus) Orica GreenEdge
18 Tom Boonen (Bel) Etixx – Quick-Step
19 Simon Gerrans (Aus) Orica GreenEdge
20 Ion Izagirre (Spa) Movistar Team .

Classifica generale

1 Michael Matthews (Aus) Orica GreenEdge 4:32:44
2 Simon Gerrans (Aus) Orica GreenEdge
3 Simon Clarke (Aus) Orica GreenEdge
4 Esteban Chaves (Col) Orica GreenEdge
5 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo 0:00:07
6 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo
7 Michael Rogers (Aus) Tinkoff-Saxo
8 Manuele Boaro (Ita) Tinkoff-Saxo
9 Ivan Rovny (Rus) Tinkoff-Saxo
10 Paolo Tiralongo (Ita) Astana Pro Team 0:00:13
11 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team
12 Diego Rosa (Ita) Astana Pro Team
13 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team
14 Luis Leon Sanchez (Spa) Astana Pro Team
15 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team
16 Davide Malacarne (Ita) Astana Pro Team
17 Elia Viviani (Ita) Team Sky 0:00:17
18 Tom Boonen (Bel) Etixx – Quick-Step 0:00:19
19 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step
20 Maxime Bouet (Fra) Etixx – Quick-Step.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.