Contador si riprende il Giro d’Italia

Il verdetto della crono di Valdobbiadene è arrivato ed è stato pesante come previsto: Alberto Contador ha dato una dura lezione a tutti riprendendo in mano il Giro d’Italia. La tappa è andata al bielorusso Kiriyenka che ha regalato una gioia alla Sky, ma Contador ha affibbiato distacchi pesanti ai rivali diretti con una prestazione da autentico fuoriclasse. Aru e Uran sforano i tre minuti, Porte affonda definitivamente ad oltre 4 minuti.

Vasil Kiryienka
Vasil Kiryienka

Ero lo spartiacque più atteso di questo Giro e la crono di sessanta km da Treviso a Valdobbiadene ha dato il via ad una corsa diversa. Sotto la pioggia la crono è diventata ancora più impegnativa del previsto, con distacchi abissali. I primi a partire hanno avuto un certo vantaggio nella prima fase, quella pianeggiante da Treviso a Conegliano. Poi il vento si è un po’ alzato rallentando gli uomini di alta classifica. Ne ha approfittato Vasil Kiryienka, ottimo specialista ma non proprio un vincente, che ha dato una gioia alla Sky e alla Pinarello che invece hanno dovuto registrare la resa incondizionata di Richie Porte. Il tasmaniano non ha reagito ai colpi di sfortuna delle ultime tappe, caduta, foratura e penalità, e nella giornata che doveva segnare l’inizio della riscossa ha gettato la spugna. Una prova senza mordente la sua, ad oltre 4 minuti dal compagno di squadra.

Gli ultimi a partire hanno trovato vento quasi contrario nella prima parte del tracciato andando verso Conegliano. Ma Contador ha subito trovato la giusta cadenza. Il campione spagnolo ha sciorinato una prova da autentico fuoriclasse, grande cadenza in pianura, continui rilanci in salita, concentrazione ai massimi livelli. Un Contador super, che ha cominciato a martellare sugli intertempi passando già con 48” su Aru e 1’04” su Uran al primo stop.

Una bella crono per Fabio Aru
Una bella crono per Fabio Aru

Aru si è ben difeso nel suo debutto in maglia rosa, ma chiaramente non ha potuto controbattere ad un Contador così. Il sardo ha però confermato i livelli a cui era atteso, al contrario di un Uran appesantito e davvero lontano dal bel corridore dell’anno scorso. Così i distacchi si sono via via dilatati con Aru che però è riuscito a tenere fede al suo ruolino di marcia e non affondare. Al secondo intertempo, dopo la salita di San Pietro di Feletto, Aru è passato a 1’45” da Contador, ma ancora leggermente avanti ad Uran. Sugli ultimi saliscendi e strappi sulle colline del Prosecco Contador ha incantato con la sua azione. Con grinta Aru ha saputo chiudere ancora bene a 2’47” di distacco dal fuoriclasse spagnolo che nel finale è andato anche ad insidiare il primato di Kiryienka, recuperando secondi su secondi nella fase collinare dopo aver perso più di un minuto dal bielorusso nel tratto iniziale con il vento contro. Contador si è fermato al terzo posto di giornata dietro a Kiryienka e il sorprendente Luis Leon Sanchez, un corridore che da tempo non si vedeva più competitivo a crono. Uran ha chiuso a 2’31” da Contador, Aru a 2’47”. Tra gli uomini di media classifica ottima la prova di Van den Broeck, a poco più di un minuto da Contador, che si ripropone per la top five.

La tappa ha lasciato, come previsto, un segno indelebile sulla classifica generale e su quella che sarà la classifica finale: Contador torna subito in maglia rosa, Aru è ora a 2 minuti e mezzo, poi Amador, con Uran ben oltre i quattro minuti inseguito da Van den Broeck, Cataldo, Landa, Caruso, Kreuziger e Konig, che diventa il leader della Sky.

Si arriva dunque alle Alpi con una classifica ben delineata, con un Contador che ha  messo un mattone pesante sulla corsa. Ma con tutte le salite che ancora devono essere affrontate guai a considerare la partita già chiusa a favore dello spagnolo. Aru e la Astana, che anche oggi è andata complessivamente molto forte, cercheranno certamente di rendergli la vita dura e cercare un’opportunità di ribaltare la corsa.

Classifica di tappa

1 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky 1:17:52
2 Luis Leon Sanchez (Spa) Astana Pro Team 0:00:12
3 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 0:00:14
4 Patrick Gretsch (Ger) AG2R La Mondiale 0:00:23
5 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:01:09
6 Tanel Kangert (Est) Astana Pro Team 0:01:17
7 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto Soudal 0:01:25
8 Fabio Felline (Ita) TrekRacing 0:01:26
9 Tobias Ludvigsson (Swe) Team Giant-Alpecin 0:01:27
10 Luke Durbridge (Aus) Orica GreenEdge 0:01:36
11 Sylvain Chavanel (Fra) IAM Cycling 0:01:41
12 Kristof Vandewalle (Bel) TrekRacing
13 Leopold Konig (Cze) Team Sky 0:01:44
14 Stef Clement (Ned) IAM Cycling 0:01:45
15 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 0:01:48
16 Ryder Hesjedal (Can) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:01:58
17 Ion Izagirre (Spa) Movistar Team 0:02:08
18 Martijn Keizer (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:02:16
19 Chad Haga (USA) Team Giant-Alpecin 0:02:28
20 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:02:37
21 Nikolay Mihaylov (Bul) CCC Sprandi Polkowice 0:02:40
22 Sébastien Reichenbach (Swi) IAM Cycling 0:02:43
23 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step 0:02:45
24 Alexander Porsev (Rus) Team Katusha 0:02:47
25 Kanstantsin Siutsou (Blr) Team Sky 0:02:49
26 Christopher Juul Jensen (Den) Tinkoff-Saxo 0:02:52
27 Manuele Boaro (Ita) Tinkoff-Saxo 0:02:53
28 Maarten Tjallingii (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:02:59
29 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:03:01
30 Pavel Kochetkov (Rus) Team Katusha 0:03:08
31 Davide Malacarne (Ita) Astana Pro Team 0:03:12
32 Michael Hepburn (Aus) Orica GreenEdge 0:03:13
33 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:03:17
34 Silvan Dillier (Swi) BMC Racing Team 0:03:18
35 Maxim Belkov (Rus) Team Katusha 0:03:22
36 Diego Ulissi (Ita) Lampre-Merida 0:03:27
37 Mikel Nieve (Spa) Team Sky 0:03:32
38 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 0:03:34
39 Lars Ytting Bak (Den) Lotto Soudal 0:03:42
40 Rick Flens (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:03:45

Classifica generale

1 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 55:39:00
2 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:02:28
3 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 0:03:36
4 Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step 0:04:14
5 Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto Soudal 0:04:17
6 Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team 0:04:50
7 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team 0:04:55
8 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:04:56
9 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo 0:04:57
10 Leopold Konig (Cze) Team Sky 0:05:35
11 Maxime Monfort (Bel) Lotto Soudal 0:06:01
12 Giovanni Visconti (Ita) Movistar Team 0:06:04
13 Yury Trofimov (Rus) Team Katusha 0:07:01
14 Damiano Cunego (Ita) Nippo – Vini Fantini 0:07:47
15 Ryder Hesjedal (Can) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:08:05
16 Alexandre Geniez (Fra) FDJ.fr 0:08:13
17 Richie Porte (Aus) Team Sky 0:08:52
18 Ion Izagirre (Spa) Movistar Team 0:08:55
19 Davide Formolo (Ita) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:09:05
20 Amaël Moinard (Fra) BMC Racing Team 0:10:52.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.