Trofeo Melinda Tricolore, la presentazione

Eccolo il Trofeo Melinda Tricolore. Finalmente una vera sfida con tutti i nostri migliori corridori a caccia della maglia di Campione d’Italia. Se da troppi anni il Campionato italiano era snobbato da molti big, stavolta a contendersi la maglia Tricolore sulle strade trentine ci saranno praticamente tutti. La presentazione del Trofeo Melinda 2014 che sarà valido anche come Campionato Italiano professionisti, si è tenuta al Muse di Trento questa mattina.

A dare una svolta qualitativa alla partecipazione dei corridori al Tricolore è stato anche il CT Davide Cassani, che nelle scorse settimane ha chiesto esplicitamente di partecipare ed onorare la corsa: “Il campionato italiano è un appuntamento irrinunciabile” ha spiegato Cassani intervenendo alla presentazione in un video “con gli organizzatori abbiamo predisposto un percorso con il giusto grado di difficoltà, tutti dovranno onorare questa sfida”.

Percorso un po’ più morbido, senza la salita di Ronzone, ma pur sempre impegnativo, per avvicinarlo maggiormente alle caratteristiche del tracciato dei Mondiali di Ponferrada, come richiesto dal CT. La data sarà quella di sabato 28 giugno, con la domenica riservata invece alla prova a cronometro che decreterà il successore di Marco Pinotti, non più in attività. Sarà una corsa, anzi un weekend, dedicato a Marco Brentari, ideatore e patron del Trofeo Melinda, scomparso pochi mesi fa.

Il percorso dunque: si corre da Malè a Fondo per 220 km. I primi 81 km ripercorrono il tracciato dello scorso anno, poi si entrerà nel circuito di Nanno, di 14 km da ripetere per due volte, dedicato a Marco Brentari. Si passerà per Tassullo, Cles e Tuenno prima di pedalare verso Fondo dove si transiterà per tre volte sul circuito finale, dal quale è stata tolta la salita verso Ronzone.

La cronometro di domenica 29 giugno sarà da Taio/Mondo Melinda a Malè per 40.9 km, con un percorso decisamente più facile e pianeggiante rispetto a quello dello scorso anno.

I campioni: su tutti Vincenzo Nibali e Diego Ulissi, a guidare i blocchi Astana e Lampre che comprenderanno anche Gasparotto e Scarponi da una parte, e Pozzato, Cunego e Cattaneo dall’altra. Ma vedremo anche Basso e Moser, Visconti, Pellizotti, Pozzovivo, Paolini, Rebellin, Battaglin, Oss, Trentin e il campione uscente Ivan Santaromita. Mancherà invece Fabio Aru, il fenomeno nuovo lanciato dal Giro d’Italia che si è preso un periodo di pausa dopo le fatiche della corsa rosa.

A Vincenzo Nibali, che ha deciso di correre sia la prova in linea che a cronometro, Francesco Moser, intervenuto alla presentazione, ha indirizzato un messaggio beneaugurante: “Ha puntato tutto sul Tour de France e fa bene ad affrontare il campionato italiano con la piena motivazione. Nel 1975 vinsi la maglia tricolore a Pescara, pochi giorni dopo andai al Tour, vinsi il prologo e vestii la maglia gialla per una settimana. Auguro a Vincenzo di poter fare almeno altrettanto”.

Trofeo Melinda in Tv

Sabato 28 giugno, prova in linea: diretta su RaiTre dalle ore 15,05 alle ore 17,15
Domenica 29 giugno, prova a cronometro: differita su RaiSport2 dalle ore 19,00 alle ore 19,45

La premiazioni di Iuri Filosi
La premiazioni di Iuri Filosi

Alla vigilia del weekend tricolore, il CT Cassani, dal 25 al 27 giugno, organizzerà uno stage di due giorni in Val di Sole con gli azzurrabili per il Mondiale di Ponferrada. I nomi dei convocati verranno diramati nella giornata di Venerdì 19 Giugno. L’Hotel Bella di Bosco a Malè ospiterà gli azzurrabili e la conferenza stampa che Davide Cassani e Vincenzo Nibali terranno venerdì 27 giugno alle ore 14,30.

Nel corso della presentazione, il GS Melinda ha come ogni anno assegnato il Premio Speciale intitolato alla memoria di Enzo Moser e destinato ad un talento emergente del ciclismo Trentino, riconoscimento toccato quest’anno a Iuri Filosi.

 

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *