Richie Porte: Una rinuncia intelligente

Richie Porte non sarà al via del prossimo Giro d’Italia, lo sappiamo ormai da qualche giorno. L’australiano doveva essere il leader della Sky sulle strade della corsa rosa, ma è bastata una gastroenterite per far cambiare i piani di un’intera stagione. Così almeno spiega lo stesso Richie Porte, sempre che la decisione non sia stata presa per dare un aiuto maggiore a Chris Froome al Tour de France, visto anche il folgorante inizio di stagione di Contador.

“Non fare il Giro d’Italia è una decisione intelligente” spiega Richie Porte “E’ un peccato non fare il Giro d’Italia, perchè l’avevo programmato per tutto l’inverno come obiettivo della stagione. Non mi sono allenato bene per tre settimane, quando non sono riuscito a rimanere in gruppo nella prima tappa della Volta Catalunya ho capito che non avrei potuto essere pronto per il Giro.”

Il nuovo programma di Richie Porte prevede la presenza al Tour de France, dove sarà come nella passata stagione il gregario più importante di Chris Froome: “Ora posso recuperare ed andare al Tour de France in perfetta forma. Avremo una grande squadra al Tour, più forte di quella dell’anno scorso. Froome sarà il favorito. E’ il numero uno in gruppo. Molti ora parlano di Contador, ma penso che Froome sia ancora il più forte. Ora Contador è in grande forma, ma potrebbe pagare durante il cammino che porta al Tour”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.