Marcel Kittel alla Scheldeprijs Vlaanderen 2014

Vittoria maestosa di Marcel Kittel alla Scheldeprijs Vlaanderen 2014. Il velocista tedesco ha vinto quasi per distacco confermando il pronostico che lo voleva grande favorito. La più facile delle classiche fiamminghe non è sfuggita al previsto esito in volata, nonostante una bella fuga di sei corridori che si è esaurita solo a 2 km dall’arrivo. 

Alessandro Bazzana (Unitedhealthcare), Luke Rowe (Sky), Dmitriy Gruzdev (Astana), Jan Ghyselinck (Wanty – Groupe Gobert), Andrea Fedi (Neri Sottoli) e Ivan Balykin (Rusvelo) hanno guadagnato fino a cinque minuti. Poi si sono dovuti fermare ad un passaggio a livello chiuso, finendo per essere quasi raggiunti dal gruppo. Ma la giuria ha consentito ai sei di riprendere il loro vantaggio, forse anche più ampio che in precedenza, nonostante il gruppo sia arrivato quando il passaggio a livello era ormai aperto. Comunque la decisione non ha inficiato il risultato finale, perchè il gruppo ha comunque tenuto sott’occhio la fuga. I tentativi finali di Rowe e Fedi sono stati annullati e a 2 km dal’arrivo tutti lanciati verso lo sprint. La Omega per Petacchi e la Giant per Kittel si sono confrontate con i rispettivi treni, ma quando il tedesco ha aperto il gas è volato via con una progressione straripante. Una vittoria netta e prevista, anche per l’assenza degli altri top sprinter del gruppo, Cavendish e Greipel. Tyler Farrar ha vinto lo sprint degli altri per il secondo posto, poi Van Poppel e Petacchi. Nei dieci anche Appollonio, Napolitano, Guardini e Pelucchi.

Le interviste

Il podio
Il podio

Marcel Kittel: “Significa davvero molto per me vincere qui per la terza volta, soprattutto dopo il lavoro superbo dei miei compagni di squadra. Sapevo che potevo andare fino alla fine con questo vento a favore. Il mio piano era quello di partire ai 280 metri e con la preparazione perfetta per lo sprint questo è stato possibile. Abbiamo dimostrato che siamo uno dei top team, siamo stati calmi e abbiamo finito il lavoro perfettamente. Sono davvero felice”.

1 Marcel Kittel (Ger) Team Giant-Shimano
2 Tyler Farrar (USA) Garmin Sharp
3 Danny Van Poppel (Ned) Trek Factory Racing
4 Alessandro Petacchi (Ita) Omega Pharma – Quick-Step Cycling Team
5 Sam Bennett (Irl) Team NetApp – Endura
6 Davide Appollonio (Ita) AG2R La Mondiale
7 Danilo Napolitano (Ita) Wanty – Groupe Gobert
8 Andrea Guardini (Ita) Astana Pro Team
9 Yannick Martinez (Fra) Team Europcar
10 Matteo Pelucchi (Ita) IAM Cycling.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.