Ciclismo del 23 gennaio 2015

Fernando Gaviria, ciclismo di famiglia

Neanche una settimana di corse ed ecco spuntare già un nome nuovo interessantissimo. E’ quello di Fernando Gaviria, velocista colombiano appena ventenne che al Tour de San Luis ha battuto per due volte Cavendish. In molti si sono chiesti chi è questo Gaviria, questo colombiano che a differenza dei connazionali non va forte in montagna ma sembra un prodigio allo sprint. Fernando Gaviria viene da una famiglia tutta di ciclisti. Hanno corso sia il papà che la mamma, così come la sorella che ha partecipato alle Olimpiadi di Londra su pista. Di sè Gaviria parla con la semplicità di un ragazzino: “Ho sempre amato la bici, quando ho potuto me ne sono comprata una. Oggi è diventata il mio lavoro, ma è sempre la mia passione. Vivo per il ciclismo. Mi alleno per sei ore al giorno e poi vado fuori a prendermi un gelato con gli amici”. 

Darwin Atapuma
Darwin Atapuma

Atapuma verso il Giro d’Italia

Dopo una stagione ed un inverno difficili il colombiano Darwin Atapuma spera di ritrovare buone sensazioni al suo rientro in corsa per avvicinarsi con fiducia al Giro d’Italia, il principale obiettivo della sua stagione. Il corridore della BMC è fermo dalla scorsa estate per la frattura del femore occorsa al Tour de France, e un mese fa è stato anche aggredito da alcuni malviventi mentre si stava allenando in Colombia. “Purtroppo la caduta al Tour è stata difficile” spiega Atapuma “Quest’anno voglio tornare al mio miglior livello. Essere in una squadra World Tour è una grande esperienza, si imparano tante cose da campioni come Evans o Gilbert”. Atapuma tornerà a correre al Giro del Mediterraneo, poi sarà al Catalogna, ai Paesi Baschi e al Romandia prima del Giro d’italia “dove spero di fare cose importanti”.

Colombia soddisfatta dell’invito alla Catalunya

Esclusa dal Giro d’Italia, la Colombia ha invece ricevuto un’importante wildcard per un’altra corsa World Tour, la Vuelta Catalunya. Potrebbe essere il viatico giusto per ottenere anche l’invito alla Vuelta Espana, a questo punto obiettivo dichiarato della squadra di Claudio Corti. “Siamo contenti e orgogliosi della fiducia dimostrataci dagli organizzatori della Volta a Catalunya” ha dichiarato Corti “è una gara di grande tradizione, e con un percorso certamente adatto a mettere in luce le doti dei nostri ragazzi. L’invito al Catalunya rappresenta il riconoscimento del valore di questa squadra, sul piano tecnico e organizzativo, e di tutto il lavoro svolto dal nostro gruppo anche nelle stagioni precedenti: siamo sicuri che saremo all’altezza anche di questa nuova sfida”.

Asolo Bike, confermato Bonin

Giampietro Bonin è stato confermato presidente della Asolo Bike, la società organizzatrice del Gp Sportivi di Poggiana, classica per elite e under. Alla vicepresidenza eletto Loris Civiero, segretaria è Monica Milani, consiglieri Ivana Furlan, Cristian Fraccaro, Marco Tessarolo. Il Gp si correrà quest’anno domenica 9 agosto.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.