Ciclismo del 19 giugno 2015

Giro di Slovenia

Pierpaolo De Negri (Nippo Fantini) ha vinto la seconda tappa battendo in volata un gruppetto ridotto ad una quarantina di corridori. Secondo Parrinello, terzo Ponzi. “Felice di aver vinto, felice di aver regalato questa gioia alla mia squadra, a cui va la dedica per questo successo” ha dichiarato De Negri “Sia Giuliani che Manzoni credono in me, così come il Management e gli sponsor. Qui mi sento in famiglia e se al Giro non sono riuscito a ritagliarmi lo spazio che avrei voluto, oggi mi sono giocato una bella rivincita sui miei personali obiettivi. Ogni giorno cerco di migliorare e sapevo che dopo il Giro, avrei potuto essere migliore”. 

Giochi Europei

Domani è il giorno della gara in linea femminile ai Giochi Europei di Baku. Il percorso è di 120 km, con la salitella di Flame Towers Fairmont, che però non dovrebbe rendere la corsa troppo impegnativa. Squadra faro sarà come sempre quella olandese, pur non essendoci Marianne Vos. Ma con atlete come Van der Breggen, Blaak, Van Vleuten e la neocampionessa della crono Van Dijk, le tulipane hanno un complesso di straordinaria qualità. Si preannuncia la solita corsa a due tra olandesi e italiane, come in tante edizioni dei Mondiali: sulla carta la nostra punta è Elena Cecchini, la campionessa d’Italia, atleta molto veloce. Il resto della squadra sarà composto da Valentina Scandolara, Tatiana Guderzo, Rossella Ratto, Maria Giulia Confalonieri e Arianna Fidanza, tutte atlete che possono inserirsi nei vari tentativi che ci saranno e coprire la Cecchini.

Contador, buone sensazioni

Il rientro alle corse di Alberto Contador alla Route du Sud è stato positivo. Nella prima tappa corsa ieri il campione della Tinkoff ha corso sempre nelle prime posizioni chiudendo poi al decimo posto. “E’ stata una tappa relativamente tranquilla, ma mi sono sentito in buona forma” ha spiegato Contador “Essendo la prima corsa dopo tre settimane di riposo è stata lunga, 220 km. In generale le sensazioni sono state buone”.

Colli e Cunego riprendono a pedalare

Buone notizie dalla Nippo Fantini. I due infortunati del Giro d’Italia, Daniele Colli e Damiano Cunego, tanno procedendo sulla strada del recupero. Colli, caduto nella tappa di Castiglione della Pescaia per colpa di un spettatore, è tornato ad allenarsi e si profila la possibilità di un ritorno in gruppo per il Matteotti del 19 luglio. Damiano invece era caduto a fine Giro, nella tappa di Verbania, procurandosi la frattura scomposta della clavicola. Il veronese sta riprendendo a pedalare sui rulli e si sta focalizzando sulla seconda parte di stagione.

Chicchi sfiora il successo in Venezuela

Dopo la vittoria di ieri Francesco Chicchi ha sfiorato un nuovo successo al Giro del Venezuela. Il velocista della Androni ha conquistato la volata del gruppo davanti a Mareczko, ma uno dei fuggitivi di giornata, il venezuelano Rivas, è riuscito a difendere una manciata di secondi e vincere la tappa.

Bora in Canada

Il Team Bora Argon18 ha ottenuto un altro prestigioso invito per correre nel World Tour. La squadra tedesca è stata chiamata per le due corse canadesi che si correranno in settembre, il Gp Montreal e il Gp Quebec. Per la Bora sarà quasi una corsa di casa, visto che il secondo sponsor, il produttore di bici Argon18, è canadese.

Aviva Women’s Tour

La terza tappa è stata vinta dall’olandese Christine Majerus davanti a Barbara Guarischi e Lucy Garner. Majerus è anche al comando della generale con 4” su Brennauer e D’Hoore.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.