Ciclismo del 19 novembre 2014

Astana, quarto caso doping

Ancora un caso di doping nel team Astana. Stavolta si tratta di un ventenne della formazione continental, il vivaio della squadra World Tour di Nibali e Aru. Si chiama Viktor Okishev ed ha partecipato alla crono under 23 ai Mondiali di Ponferrada arrivando trentesimo. La positività ad uno steroide anabolizzante è relativa ad un controllo di ben sei mesi fa, ma resa nota solo ora. E’ il quarto caso di positività per i corridori della Astana dopo quelli di Maxim e Valentin Iglinsky, entrambi della squadra maggiore, e di Davidenok della formazione continental. Certamente non una bella notizia per la squadra kazaka, la cui posizione nel World Tour era già in bilico dopo i tre casi di doping precedenti.

Un etiope per la Lampre

Dopo il primo corridore di Taiwan la Lampre Merida apre le porte anche al primo etiope: si tratta di Tsgabu Gebremaryan Grmay, cresciuto nel centro del ciclismo dell’Uci ad Aigle e tesserato per la MTN Qhubeka nelle ultime tre stagioni.

Porte pronto al rilancio

Il deludente 2014 sembra ormai alle spalle per Richie Porte, segnalato già molto avanti nella preparazione per la nuova stagione. “Ho finito la stagione presto e ho ricominciato ad allenarmi presto. Sono sette chili in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In ottobre ho fatto un mese di antibiotici ed ora sto molto meglio. Ho lavorato molto in palestra, ma anche con il nuoto, abbiamo migliorato la posizione sulla bici da crono, piccole cose che aiuteranno” spiega l’australiano della Sky.

Jordan Parra medagliato su pista

Il nuovo corridore della GM Cycling Team continental, il colombiano Jordan Parra, è tra i protagonisti dei Giochi Panamericani. Parra ha conquistato la medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre il bronzo nello scratch. “Sono risultati che danno fiducia a questo ragazzo” spiega il DS del GM Cycling Team Dmitry Nikandrov “perche’ nell’ultimo periodo ha avuto qualche problema di troppo, pero’ nel 2012 ha ottenuto risultati molto importanti tra i quali la conquista della maglia iridata in pista. Speriamo che Jordan riesca a confermare questi buoni risultati anche in vista della prossima stagione su strada”.

La squadra abruzzese inizierà la propria stagione sabato e domenica con un raduno a Francavilla al Mare.

Colpack, arrivano Minali e Viviani

Il Team Colpack si è assicurato due dei dilettanti più interessanti del panorama italiano, Riccardo Minali e Attilio Viviani, due corridori veloci e con una buona attitudine anche alla pista. “Abbiamo fortemente voluto questi due velocisti perché crediamo che siano atleti di grande valore e che possano integrarsi perfettamente nel nostro gruppo” spiega il Ds Gianluca Valoti “Minali potrà contare su un anno in più di esperienza nella categoria e speriamo davvero che possa confermare tutto il suo talento ed essere il prossimo anno uno dei protagonisti assoluti. Viviani lo abbiamo seguito tutto l’anno e ci è piaciuto soprattutto nella seconda metà di stagione quando ha dimostrato, in più occasioni, di sapersi difendere bene anche sui percorsi più impegnativi. Entrambi gli atleti continueranno a svolgere anche l’attività su pista in cui crediamo molto”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.