Giro Rosa 2015, i video

Giro Rosa 2015, 9° e ultima tappa – La salita finale di San Domenico di Varzo ha fatto grande selezione ma non ha ribaltato il risultato acquisito nella crono di ieri. Anna Van der Breggen è riuscita a difendere la sua maglia rosa amministrando il vantaggio conquistato nella tappa a cronometro nonostante l’attacco di Mara Abbott. L’americana ha fatto il vuoto sulla dura salita finale, staccando di quasi un minuto la Van der Breggen. Molto più indietro tutte le altre, la brasiliana Oliveira, la Guarnier con la Moolman e la Cauz a quasi due minuti. Giornata difficile per la Longo Borghini, che ha lasciato sulla salita finale sei minuti.

Il Giro Rosa 2015 si chiude così con il trionfo di Anna van Der Breggen. La Abbott è risalita al secondo posto a 1’30” dalla campionessa olandese. La Guarnier, a lungo in rosa, è 3° a 1’43”, poi Moolman, Niewiadoma e l’iridata Ferrand Prevot. La prima azzurra è Elisa Longo Borghini, ottava a 8 minuti.

Classifica a punti a Megan Guarnier, dei Gpm a Flavia Oliveira, delle giovani a Katarzyna Niewiadoma.

Giro Rosa 2015, 8° tappa – La tappa a cronometro, 21 km tra Pisano e Nebbiuno, ha riscritto completamente la classifica. L’olandese Anna Van Der Breggen ha dominato la corsa, infliggendo pesanti distacchi e mettendo una seria ipoteca alla vittoria finale del Giro Rosa. La Van Der Breggen ha lasciato a 1’03” l’ex maglia rosa Guarnier, a 1’16” la Moolman, mentre Elisa Longo Borghini ha ceduto quasi tre minuti.

In classifica ora la Van der Breggen è in maglia rosa con 46” sulla Guarnier, 1’15” sulla Moolman, 1’46” sulla Newiadoma, 2’29” sulla Abbott, 3’01” sulla Longo Borghini. Domani si chiude con l’arrivo in salita di San Domenico di Varzo.

Giro Rosa 2015, 7° tappa – Con una splendida fuga da lontano l’olandese Lucinda Brand ha conquistato la sua seconda vittoria in questo Giro. La Brand ha superato le salite di Naso di Gatto e Rialto che hanno selezionato il gruppo delle migliori che però non è più riuscito a rientrare. A Loano così la Brand è arrivata tutta sola e il gruppetto inseguitrice è stato battuto allo sprint da Megan Guarnier che ha rafforzato la sua maglia rosa con l’abbuono.

Giro Rosa 2015, 6° tappa – Con una fuga da lontano la giapponese Hagiwara ha conquistato la tappa di Morbegno, una frazione di media montagna. Il gruppetto inseguitore, con tutte le big, è stato battuto da Megan Guarnier che mantiene la maglia rosa. In classifica l’americana ha 11” sulla Van der Breggen, 14” sulla Moolman, 25” sulla Longo Borghini.

https://www.youtube.com/watch?v=VXV0ISUKvcU

Giro Rosa 2015, 5° tappa – La maglia iridata di Pauline Ferrand Prevot sventola sull’arrivo in salita dell’Aprica. La salita finale non ha fatto grande selezione e sono state una quarantina di atlete a comporre il gruppo nel finale. La Ferrand Prevot ha resistito al rientro del plotone, battuto dalla maglia rosa Guarnier sulla Van Der Breggen.

In classifica Megan Guarnier continua a guidare con 5” su Van der Breggen, 12” su Moolman, 19” su Longo Borghini.

Giro Rosa 2015, 4° tappa – Volatona generale nella quarta tappa della corsa rosa, con due vecchie conoscenze davanti a tutte. Annalisa Cucinotta ha superato l’iridata 2007 Marta Bastianelli e la tricolore Elena Cecchini. La classifica resta invariata con l’americana Megan Guarnier sempre al comando con 2” su Van Der Breggen, 5” su Moolman, mentre Elisa Longo Borghini è la prima azzurra a 13”.

Giro Rosa 2015, 3° tappa – Nonostante un percorso quasi interamente pianeggiante la terza tappa del Giro Rosa ha riservato un epilogo molto ristretto. Un gruppetto di nove atlete è riuscito ad evadere e raggiungere il traguardo di Mantova, dove Lucinda Brand ha battuto allo sprint Scandolara e Cecchini. A 1’15” è arrivato il gruppo con la maglia rosa Megan Guarnier, che guida ancora la generale con 2” su Van der Breggen e 5” su Moolman.

Giro Rosa 2015, 2° tappa – Si è rivelata più selettiva del previsto la seconda tappa che ha riportato la corsa in Italia, la Gaiarine – San Fior di 121 km. Nel tratto collinare della corsa attorno a Vittorio Veneto si è sganciata una fuga con otto delle atlete più forti che non sono state più raggiunte. Al traguardo l’americana Megan Guarnier ha battuto Van Der Breggen, Moolman, Longo Borghini, Canuel, Stevens, Niewiadoma e Abbott. Il gruppo con l’iridata Ferrand Prevot, con Ratto, Cecchini e Cauz è arrivato a 1’47”. La maglia rosa passa così a Megan Guarnier con 2” su Van der Greggen e 5” su Moolman. La Longo Borghini è 4° a 13”.

Giro Rosa 2015, 1° tappa – Volatona di Barbara Guarischi nella prima tappa in linea. Sul traguardo di Ljublana l’atleta della Velocio Sram ha battuto Lucinda Brand e Tiffany Cromwell. In precedenza la tappa, quasi interamente pianeggiante, era stata animata da una fuga di Jasinska, Hoffmann e Covrig, con il gruppo tornato compatto a 8 km dall’arrivo.

Giro Rosa 2015, prologo – Il Giro femminile è cominciato con un prologo serale a Ljublana, in Slovenia. Appena 2 km di rettilinei raccordati da un paio di tornanti. E’ stata una festa tutta olandese, con il successo di Annemiek Van Vleuten (Bigla), già vincitrice un anno fa a Caserta del prologo. La Van Vleuten a staccato di 1” Brand e Kneteman, di 2” Van Der Breggen e di 3” Van Dijk per una top five tutta olandese. Bella prova di Valentina Scandolara, settima, e di Elisa Longo Borghini, tredicesima a 7” e appena dietro all’iridata Ferrand Prevot.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.