Vuelta Espana, colpo Movistar

All’interno classifica, video e 5 interviste – Il primo colpo della Vuelta Espana 2014 è della Movistar e di Nairo Quintana. La squadra spagnola ha vinto la cronosquadre di apertura a Jerez de la Frontera, una prova veloce, pianeggiante, ma resa molto insidiosa dalle tantissime rotonde. Grazie ai suoi buoni specialisti come Malori e Castroviejo, ma soprattutto alla grande compattezza di squadra, la Movistar ha volato a 53 di media battendo di 6” la sorprendente Cannondale. La squadra di Sagan era stata tra le prime a partire e sfruttando la prima parte e soprattutto le curve in uscita dalla partenza, aveva fatto siglare il miglior tempo, che nessuna delle squadre più forti aveva più abbassato.

La Movistar in una delle tante rotonde del percorso
La Movistar in una delle tante rotonde del percorso

La Movistar è passata all’intertempo con 5” di distacco, ma nella seconda parte velocissima è riuscita a capovolgere la situazione. Primo a passare sul traguardo è stato Jonathan Castroviejo, che domani vestirà quindi la maglia roja. Bene è andata la Orica, terza per pochi decimi dietro a Sagan e compagni, mentre la Trek data da molti come favorita si è fermata al quarto posto a 9”. Ma con questi distacchi così limitati e questo percorso è difficile parlare di prove deludenti: sono bastate anche un paio di rotonde approcciate meglio per fare queste differenze.

Grande attesa c’era ovviamente per gli uomini di classifica. Il colpo messo a segno dalla Movistar di Quintana e Valverde è stato in qualche modo parato da Uran e dalla Omega che ha chiuso a 9”, e da una grande Tinkoff con Contador al rientro ad appena 19”. La delusione è stata la Sky di Froome, a ben 27” nonostante una squadra con diversi fortissimi passisti. I britannici sono andati appena meglio di Aru e della Astana, fermi a 30”, mentre come previsto è stata la Katusha di Joaquim Rodriguez a pagare il conto più salato con 38”.

Domani la prima tappa in linea sarà la prima occasione per i velocisti. Una tappa tutta pianeggiante che potrebbe piacere molto a Guardini.

https://www.youtube.com/watch?v=5otxNmAI1j4

LE INTERVISTE

Nairo Quintana: “E’ sempre bello iniziare prendendo un vantaggio, anche se le differenze sono minime. Con questa vittoria affronteremo le prime tappe con maggior tranquillità, staremo attenti ad evitare i frazionamenti nel finale. Vincere la cronosquadre significa molto per il Team, ma è insignificante per decidere ora la Vuelta. E’ una vittoria di tutti ed è speciale, anche se non è una buona cosa avere la responsabilità della corsa fin dall’inizio”

Alberto Contador: “E’ un buon risultato. Ho potuto seguire i miei compagni e collaborare senza sentire nessun dolore alla gamba. Sono contento, le differenze che ci sono state non mi preoccupano, meno che mai oggi. Era una crono complicata, con la pioggia sarebbe stata quasi impossibile. C’erano tante rotonde e l’asfalto sporco di gasolio, per questo sono contento, abbiamo superato questa giornata senza problemi. Ho visto la squadra molto concentrata e questo mi motiva. Domani l’importante sarà soprattutto evitare le cadute, la cosa che mi preoccupa di più è questa nella prima settimana, per poi vedere se nel finale della Vuelta potrò essere competitivo”

Robert GEsink: “Penso che sia stata una grande prestazione. Purtroppo abbiamo perso quasi subito Ten Dam e poco dopo anche Wagner. Ci eravamo allenati per stare in un ordine specifico e ci siamo trovati un po’ incasinati, ma abbiamo reagito bene. MI sento bene e voglio lottare per la top ten insieme a Kelderman. Sono impressionato da quanto vada forte”

Wilco Kelderman: “Dopo il Tour of Utah mi sono riposato un po’ ed oggi mi sentivo molto forte. Punto alla generale, tra i primi 15 ma anche un po’ meglio”

Chris Froome: “Devo ammettere che ci aspettavamo un risultato migliore. La Movistar è stata impressionante ed anche la Tinkoff. Però ci sono 21 giorni di corsa, è una differenza di 30 secondi, non è molto. Cercherò di recuperare terreno quando ci saranno delle opportunità.”

1. Movistar 14′ 13”
2. Cannondale + 6”
3. Orica + 6”
4. Trek + 9”
5. Omega + 11”
6. Giant + 16”
7. Tinkoff + 19”
8. Belkin + 19”
9. BMC + 21”
10. Lampre + 25”
11. SKY + 27”
12. MTN + 29”
13. Astana + 30”
14. Lotto + 30”
15. AG2R + 33”
16. Katusha + 38”
17. IAM + 40”
18. Garmin + 41”
19. FDJ + 45”
20. Caja Rural + 48”
21. Cofidis + 51”
22. Europcar + 1′ 03”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.