News Ciclismo, Kris Boeckmans alla Vuelta ha rischiato la vita

Coma farmacologico, ma notte tranquilla

Sembra aver passato una notte tranquilla Kris Boeckmans, il 28enne velocista belga della Lotto Soudal rimasto coinvolto ieri nella paurosa caduta alla Vuelta 2015 che ha portato al ritiro diversi corridori. Lui in particolare, apparso subito il più grave di tutti tanto da indurre i medici dell’ospedale in cui è stato ricoverato a porlo in coma farmacologico.

Un bollettino medico pesante

Una botta tremenda, quella di Kris Boekmans, al quale sono state diagnosticate oltre ad una commozione cerebrale, anche un’emorragia a livello polmonare e tre costole rotte. Rimarrà in ospedale in Spagna per ridurre il trauma commotivo e poi verrà trasferito in Belgio dove sarà
operato per la riduzione delle fratture facciali, con una convalescenza che per lui si annuncia lunga. Problemi minori per Tejay Van Garderen (BMC) che ha riportato la frattura della spalla destra, Nacer Bouhanni lamenta una lussazione alle spalla e Daniel Martin (Cannondale-Garmin) solo molte contusioni. Tutti ritirati mentre acciaccati sono Simon Gerrans (Orica Greenedge) con un trauma facciale per lui, Frank Schleck e Boy van Poppel (entrambi Trek).

Stuyven ha vinto con una frattura

Solo questa mattina è emerso anche che Jasper Stuyven, (Team Trek), vincitore a sorpresa sul traguardo di Murcia, è arrivato alla fine della tappa con una frattura allo scafoide del polso sinistro rimediata in una caduta sempre ieri. Ma la voglia di vincere la sua prima corsa da professionista è stata più forte anche se oggi potrebbe non ripartire.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *