Giro d’Italia 2015, Simon Gerrans in rosa

Che inizio per il Giro d’Italia 2015! Un big subito in maglia rosa, Simon Gerrans. Contador davanti a tutti gli avversari per la classifica generale e una grande Astana per Fabio Aru. La cronosquadre sulla pista ciclabile da San Lorenzo al Mare a Sanremo ha regalato un bello spettacolo in una giornata baciata da un bel sole e con una grande cornice di pubblico. 

La Orica può festeggiare
La Orica può festeggiare

La Orica era la favorita ed ha rispettato il pronostico. Su un percorso velocissimo e che non ha creato nessun problema per la carreggiata leggermente più stretta rispetto alle normali strade, gli australiani hanno fatto valere tutta la loro esperienza e forza, la scuola perfetta di questo esercizio.

Meno pulita ma di grande potenza la prova della Tinkoff di Contador. La squadra russa è passata con 2” di vantaggio all’intertempo, ma poi ha commesso un errore perdendo compattezza e velocità. La Orica ha sfruttato la sua consueta strategia di far via via spremere e poi staccare i vari corridori, una tattica che si è rivelata ancora vincente.

Per la Tinkoff comunque una prova eccezionale, a soli 7” da Gerrans e compagni. E’ andata fortissimo la Astana di Fabio Aru, al di sopra delle aspettative considerando che i kazaki hanno diversi scalatori puri come Landa e Rosa. Per Aru appena 13” di distacco e per un po’ il sogno della maglia rosa da indossare questa sera, svanito all’arrivo della Orica.

Buona la crono degli Etixx di Uran, mentre la grande delusione è stata la Sky di Porte. I britannici avevano vinto la cronosquadre del Romandia la scorsa settimana, hanno una tradizione straordinaria in questa specialità, ma non sono riusciti ad andare al di là di 27” di distacco, davvero una prova deludente e inattesa.

La classifica dei quattro grandi favoriti alla vittoria del Giro d’Italia 2015 è questa: Contador, Aru a 6”, Uran a 12”, Porte a 20”. Niente di determinante, certo, ma un primo segnale che in termini di tempo non significa molto, ma può avere una fondamentale valenza psicologica. Soprattutto per Porte, che aveva in questa tappa uno dei punti di forza, ritrovarsi ultimo dei quattro big può essere una piccola grande batosta. Come previsto è stato abbastanza pesante il distacco di Pozzovivo e della sua AG2R, 41” da Contador.

Ora, con Simon Gerrans in rosa, si va alla prima tappa in linea, una tappa da velocisti con un bell’arrivo nel cuore di Genova. Greipel è il favorito, ma Matthews, Viviani e gli altri sprinter della corsa possono rendergli la vita molto dura.

1 Orica GreenEdge 0:19:26
2 Tinkoff-Saxo 0:00:07
3 Astana Pro Team 0:00:13
4 Etixx – Quick-Step 0:00:19
5 Movistar Team 0:00:21
6 BMC Racing Team 0:00:25
7 IAM Cycling
8 FDJ.fr 0:00:26
9 Team Sky 0:00:27
10 Team Katusha
11 Trek Factory Racing 0:00:29
12 Lotto Soudal
13 Team LottoNL-Jumbo 0:00:36
14 Bardiani CSF 0:00:37
15 CCC Sprandi Polkowice 0:00:45
16 AG2R La Mondiale 0:00:48
17 Team Giant-Alpecin 0:00:49
18 Southeast Pro Cycling 0:00:52
19 Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:00:53
20 Nippo – Vini Fantini 0:00:57
21 Lampre-Merida 0:00:59
22 Androni Giocattoli 0:01:03.

Classifica generale

1 Simon Gerrans (Aus) Orica GreenEdge 0:19:26
2 Michael Matthews (Aus) Orica GreenEdge
3 Michael Hepburn (Aus) Orica GreenEdge
4 Pieter Weening (Ned) Orica GreenEdge
5 Simon Clarke (Aus) Orica GreenEdge
6 Esteban Chaves (Col) Orica GreenEdge
7 Manuele Boaro (Ita) Tinkoff-Saxo 0:00:07
8 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo
9 Michael Rogers (Aus) Tinkoff-Saxo
10 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.