News Ciclismo, squillo di Trentin nel Tour de Poitou-Charentes

Non vinceva da oltre un anno

Una vittoria per sbloccarsi in stagione ma anche per garantirsi un posto ai prossimi Mondiali su strada di Richmond. È questo il doppio messaggio che Matteo Trentin lancia dalla seconda tappa del Tour de Poitou-Charentes (da Blanzac-Porcheresse a La Crèche) che il portacolori della Etixx-Quick Step ha fatto sua regolando in volata un gruppetto di sedici atleti e ritrovando il successo a distanza di più di un anno dal suo ultimo, nella tappa di Nancy al Tour de France 2014.

Battuti Hutarovich e Vanmarcke

Trentin, per una volta libero da compiti di gregariato per i suoi capitani, ha sfruttato al meglio il lavoro della squadra, capace nei chilometri finali di rompere il grosso del gruppo approfittando anche del forte vento che soffiava sulla corsa. E nel finale ha battuto due ruote veloci come quelle di Yauheni Hutarovich (Bretagne-Séché Environnement) e Sep Vanmarcke (Lotto NL-Jumbo) ben pilotati da compagni come Renshaw e Martin. E con unj Matteo Ttentin così, anche i capitani azzurri ai Mondiali a partire da Diego Ulissi possono dormire sonni tranquilli.

Nella generale sempre primo Gèrard

La classifica generale al momento non cambia visto che il francese Arnaud Gérard, vincitore della prima tappa, è arrivato con il gruppetto dei primi e ora viaggia con 5 secondi di vantaggio sulla coppia Vanmarcke e Daniel mentre Trentin è salito in quarta posizione a 11 secondi dal leader provvisorio e si gode questo nuovo inizio che gli darà stimoli anche per il futuro.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.