Filippo Pozzato alla Coppa Agostoni

La volata di Pozzato
La volata di Pozzato

Sei mesi dopo il Laigueglia torna al successo Filippo Pozzato. La Coppa Agostoni ha offerto un buon spettacolo nella fase centrale, quella con le salite di Colle Brianza, Giovenzana e Lissolo, dove Fabio Aru è stato il grande protagonista. Il sardo scattando a ripetizione è riuscito a spezzettare la corsa portando via un gruppetto di otto corridori, con anche Rebellin, Sinkewitz, Zardini, Mucelli, Rovny, Facchini e Durasek.

L’ultima parte completamente pianeggiante ha però favorito la riscossa del gruppo inseguitore tirato da Lampre e Fantini, che ha ripreso Mucelli e Facchini, ultimi a resistere, ormai a 300 metri dal traguardo. Pozzato ha approfittato del tentativo di anticipare lo sprint di Kolobnev per lanciarsi al meglio e battere Ponzi, Zamparella, Rebellin e Rovny.

In chiave azzurra ha deluso Enrico Battaglin, mai nel vivo della corsa, e Cunego non ha dato nessun segnale di risveglio. Per Pozzato serviranno altre conferme di livello più internazionale, a partire da Amburgo, domenica, per poter ambire al Mondiale.

“E’ una vittoria significativa per la squadra, dato che correvamo sulle strade di casa dello sponsor Lampre, e per me, perché mi permette di capire che mi sto muovendo nella giusta direzione per correre un finale di stagione di alto livello – ha spiegato Pozzato – Devo ringraziare i miei compagni di squadra: Durasek ha pedalato fortissimo tutto il giorni, Favilli è stato fondamentale nel finale per chiudere sui fuggitivi, ma è stata in generale tutta la LAMPRE-MERIDA a realizare un bella prestazione, consentendomi di cogliere questo successo.
Sapevo che il percorso della Coppa Agostoni presentava caratteristiche che lo avrebbero reso adatto a me: sono partito questa mattina con convinzione, ho stretto i denti quando ero nel gruppo degli inseguitori, ho pensato solo a vincere quando mi sono trovato nella lotta dello sprint.
Domani correrò la Coppa Bernocchi, poi domenica sarò in Germania per prendere parte alla Classica di Amburgo. Certamente il successo di oggi è un ottimo approccio alle prossime gare”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.